Il giallo della Gioconda nuda, forse opera di Leonardo

Pubblicato il 29 settembre 2017 da ansa

 

Gioconda

Il giallo della Gioconda nuda, forse opera di Leonardo

 

PARIGI. – La Gioconda nuda, celebre disegno conservato al museo Condé nel castello di Chantilly, è stata realizzata da Leonardo da Vinci? Questo il mistero che un’equipe di studiosi del Centro di ricerche e di restauro dei Musei di Francia sta cercando di risolvere da un mese, analizzando la celebre opera in uno dei locali situati nel sottosuolo del museo del Louvre. Un’operazione realizzata nel massimo segreto e svelata solo adesso da Le Figaro.

Ricercatori ed esperti stanno cercando di fare luce su un giallo che da anni assilla il mondo dell’arte, sottoponendo il quadro a una serie di esami di riflettografia, luce rasente, radiografie e fluorescenza ai raggi X. Conosciuto anche con il nome di “Monna Vanna”, il disegno a carboncino con pigmenti bianchi della grandezza di 72 centimetri per 54 è stato realizzato tra il 1485 e il 1583 e rappresenta una figura femminile senza veli, colta in una posizione analoga a quella della celebre Gioconda.

Anche il sorriso è simile, con quello sguardo ammaliante capace di ipnotizzare ogni volta lo spettatore. Una creazione di stampo leonardesco, che presenta una somiglianza impressionante con l’opera più famosa, portando così molti critici a credere che si tratti addirittura di una bozza preparatoria della Monna Lisa.

La Gioconda Nuda passò nelle mani di Henri d’Orleans nel 1897, periodo in cui era attribuita all’artista toscano. Nel corso degli anni, però, la critica si è divisa sulla paternità del disegno. Secondo gli esperti è quasi certo che è stata realizzata nella bottega di Leonardo e che lo stesso artista ci abbia messo mano. I primi risultati confermerebbero che è un originale e che alcuni tratti del viso sono stati realizzati da una mano destra. Un dato significativo visto che Leonardo era mancino, anche se gli esperti sono riusciti a dimostrare che i tratti sono stati aggiunti in seguito.

Resta poi il mistero dello sfondo, ricoperto in un secondo momento con uno strato di tempera grigia per motivi sconosciuti. “Questo disegno è, almeno in parte, del maestro” ha affermato il curatore del museo Condé, Mathieu Deldicque. Di fondamentale importanza sarà stabilire il periodo esatto della sua creazione, per capire se sia anteriore o posteriore alla Monna Lisa. “Questo disegno, molto rovinato ai margini ma di una notevole qualità al livello del viso e delle mani è sicuramente un cartone preparativo a un olio” ha spiegato Deldicque.

Il modello della Gioconda nuda era parecchio diffuso all’epoca. Ad oggi in tutto il mondo se ne contano circa una ventina. “Quadri simili corrispondono a una tendenza nata negli ambienti neoplatonici fiorentini degli anni del 1480, gli stessi che ha conosciuto Leonardo” ha affermato Deldicque. Le ricerche sull’opera continueranno ancora un mese. La tela verrà esposta al pubblico del museo di Chantilly nel 2019, per i 500 anni dalla morte di Da Vinci. Per quella data, gli esperti sperano di aver risolto questo rompicapo.

(di Danilo Ceccarelli/ANSA)

  • Massimo Ravecca

    Per Leonardo da Vinci la Gioconda, potrebbe essere un’ultima Madonna che
    apparirà in tempi apocalittici, senza il Bambino con sé, contrariamente
    alle molte Madonne da lui precedentemente dipinte. Monna Lisa è la
    Madonna che precede il Giudizio Universale, di Michelangelo e quello
    finale ad opera del Figlio. Cfr. ebook/kindle: L’Apocalisse secondo
    Leonardo e Michelangelo. Leonardo prima della Gioconda aveva dipinto un
    Gesù come Salvator Mundi, che ricorda la figura della Gioconda, ma i
    figli maschi assomigliano alle madri. La Gioconda è un volto madre, che
    contiene tutti i volti, a partire da quello dell’autore. Ma chi è più
    madre di Maria!? La Gioconda è la Madonna di Medjugorje?

Ultima ora

07:26Cina:Xi,Pcc deve mantenere assoluto controllo militari

PECHINO - Il Partito comunista cinese "deve mantenere l'assoluto controllo sulle forze armate". Lo ha detto il segretario generale del Pcc Xi Jinping, nel discorso d'apertura del 19/mo congresso assicurando che il Partito "si opporra' a ogni azione che metta a rischio la leadership".

07:23Cina:XI,rinnovamento nazione non ‘come passeggiata’ in parco

PECHINO - Raggiungere il rinnovamento della Cina non sara' "come una passeggiata nel parco". Nel suo intervento introduttivo al 19/mo congresso del Partito comunista, il segretario generale Xi Jinping ha rimarcato che il "sogno cinese" richiede una lotta decisa alle contraddizioni e forte impegno su progetti e cause.

07:19Cina: Xi, economia restera’ a passo medio-alto

PECHINO - La Cina manterra' il tasso di crescita della sua economia "a un passo medio-alto". Lo ha detto il segretario generale Xi Jinping nella relazione d'apertura del 19/mo congresso del Partito comunista cinese.

07:15Cina: Xi, prospettive luminose ma sfide impegnative

PECHINO - Le prospettive della Cina ''sono luminose ma restano sfide impegnative''. Lo ha affermato il segretario generale del Partito comunista cinese Xi Jinping, nella sua relazione d'apertura. Negli ultimi 5 anni, ha ricordato, il Pil E' aumentato da 54.000 miliardi di yuan a quota 80.000, pari a 12.100 miliardi di dollari circa.

07:10Cina: aperti lavori 19/mo congresso Partito comunista

PECHINO - Il premier cinese Li Keqiang ha aperto ufficialmente i lavori dEl 19/mo congresso del Partito comunista, chiamato a rinnovare gli organismi interni a partire dal Comitato centrale. Il segretario generale Xi Jinping ha iniziato la sua relazione dedicata ai cinque anni passati e alle prospettive del prossimo quinquennio e oltre. Xi, nelle attese, dovrebbe rafforzare i suoi poteri quale ''core leader'', nucleo del Partito.

07:01Amnesty,centinaia Rohingya uccisi da sicurezza birmana

BANGKOK - Le forze di sicurezza birmane hanno ucciso centinaia di persone nell'ambito di una campagna sistematica per espellere dal paese la minoranza musulmana dei Rohingya. La denuncia viene da Amnesty International. Per il suo rapporto, diffuso oggi, l'organizzazione umanitaria ha intervistato piu' di 120 Rohingya fuggiti alle violenze.

06:58Trump, non demolire storia Usa. E difende Colombo

WASHINGTON - Gli Usa dovrebbero celebrare e preservare la loro storia, ''non demolirla'': lo ha detto Donald Trump intervenendo davanti al think tank conservatore Heritage Foundation, dove ha criticato il movimento che mira ad abbattere le statue sudiste ed altri simboli del controverso passato americano. ''Ora stanno tentando anche di abbattere le statue di Cristoforo Colombo, cosa succedera' dopo?'', si e' chiesto il presidente, che nel proclamare il Columbus day aveva difeso in modo netto la figura dell'esploratore genovese.

Archivio Ultima ora