Napoli in solitudine, Bologna avanza

Donadoni Bologna
Roberto Donadoni negli anni ’90 da giocatore della Nazionale con il giornalista Emilio Buttaro

 

Donadoni Bologna
Roberto Donadoni negli anni ’90 da giocatore della Nazionale con il giornalista Emilio Buttaro

 

Per una volta non partiamo dalla vetta della classifica (si è già detto tantissimo), perché tra i protagonisti della settima giornata del campionato italiano c’è anche Roberto Donadoni. Il suo Bologna ne vince fuori due di fila, transitando sul lato sinistro della graduatoria. Dopo Baggio, Signori e Di Vaio nella città delle Due Torri c’è un altro maturo fuoriclasse capace di stupire. Così tutti pazzi per Rodrigo Palacio ma anche per quel Simone Verdi che insegue la consacrazione ed intanto si gode la convocazione azzurra. L’ex ct  Donadoni può sorridere in attesa del sentito derby con la Spal alla ripresa del campionato.

Momento felice anche per il Chievo di Maran, capace di ribaltare la Fiorentina ed assestarsi in ottima posizione, 11 punti proprio come il Bologna.

Dieci lunghezze più su c’è l’unica macchina da record del campionato, al volante  Sarri, capace di non perdere un colpo, a prescindere se le partite si giochino in notturna, all’orario tradizionale o in prossimità del pranzo. Appena dietro una strana coppia con Allegri che perde i primi due punti in campionato ed il solito Spalletti che rischia molto ma vince quasi sempre..

Bene, molto bene le romane, malissimo il Milan di Montella che ha già perso tre delle prime sette gare. Dopo un mercato sontuoso l’avvio dei rossoneri è stato addirittura peggiore della passata stagione. Fiducia sì all’Aeroplanino Montella ma il derby alla ripresa del campionato potrebbe rivelarsi decisivo.

Emilio Buttaro