Mud insiste nel rispetto della Legge Elettorale

MUd insiste nel rispetto della Legge Elettorale
MUd insiste nel rispetto della Legge Elettorale
MUd insiste nel rispetto della Legge Elettorale
MUd insiste nel rispetto della Legge Elettorale

CARACAS.- Il Tavolo dell’Unitá Democratica  insiste nel rispetto della legge elettorale. E questa é molto chiara. Da qui il richiamo al Consiglio Nazionale Elettorale al rispetto delle regole del gioco. I partiti politici possono ritirare  i propri candidati fino a 10 giorni prima le elezioni. E l’organismo elettorale debe provvedere a concellare il nome dell’aspirante che si é ritirato.

– Il Tavolo dell’Unitá Democratica – ha affermato categorico Gerardo Blyde – ha solo 23 candidati. Il resto, quelli che si erano iscritti, hanno ritirato la propia candidatura dopo le primarie. Chi ha perso ha fatto un passo indietro.

Nonostante le insistenze dei rappresentanti della eterogenea coalizione dell’Opposizione, il Consiglio Nazionale Elettorale ancora non ha provveduto alla sostituzione dei candidati nella scheda elettorale. Il Tavolo dell’Unitá Democratica teme che l’elettore, al momento di esprimere la propia volontá, possa commettere errori involontari e vedere il proprio voto annullato. Ed é quello che accadrebbe se dovesse votare per uno dei candidati dell’Opposizione che si sono ritirati.

– Non procedere alla sostituzione dei candidatri che si sono ritirati – ha spiegato Blyde – é non riconoscere un diritto dei cittadini. E cioé, quello di sapere con esattezza quali sono i candidati e di eleggere quelli di loro preferenza.

Il Sindaco di Baruta, poi, ha invitato gli elettori sinmpatizzanti del Tavolo dell’Unitá a stare attenti alle prossime istruzioni della Mud. La coalizione dell’Opposizione, infatti, renderá noti i meccanismi che saranno impiegati per evitare la frode elettorale.

La sfida dell’Opposizione, in questo roud elettorale, é tutto in salita. Infatti, come hanno denunciato alcuni esponenti dell’Opposizione, i candidati del Governo usufruiscono dei vantaggi d’avere l’intero apparato propagandístico del Governo a disposizione. Inoltre, assistono alle manifestazioni alle quali partecipa il capo dello Stato, manifestazioni trasmesse a rete unifícate. Anche cosí, tutti i sondaggi delle maggiori agenzie demoscopiche indicano che i candidati dell’Opposizione si affermeranno in almeno una ventina di governi regionali. E’ proprio questo che il Governo centrale cercherá di evitare con tutti gli strumenti in suo potere.