Maduro: “Pagherò il debito malgrado le sanzioni americane”

Il presidente Maduro, che ha partecipato al foro “Settimana dell’energia 2017” a Mosca e ha approfittato per incontrare Wladimir Putin, ha assicurato che pagherá il debito contratto dal Venezuela con la Russia
Il presidente Maduro, che ha partecipato al foro “Settimana dell’energia 2017” a Mosca e ha approfittato per incontrare Wladimir Putin, ha assicurato che pagherá il debito contratto dal Venezuela con la Russia
Il presidente Maduro, che ha partecipato al foro “Settimana dell’energia 2017” a Mosca e ha approfittato per incontrare Wladimir Putin, ha assicurato che pagherá il debito contratto dal Venezuela con la Russia
Il presidente Maduro, che ha partecipato al foro “Settimana dell’energia 2017” a Mosca e ha approfittato per incontrare Wladimir Putin, ha assicurato che pagherá il debito contratto dal Venezuela con la Russia

CARACAS -. Maduro ha affermato che pagherà il debito contratto con Russia e Cina malgrado le sanzioni imposte dagli Stati Uniti.

Maduro è stato in Russia in occasione del foro “Settimana dell’energia 2017” e ha approfittato per ringraziare  Wladimir Putin e il suo governo. Sembra che la Russia mantenga una posizione favorevole riguardo il Venezuela, soprattutto per via delle relazioni commerciali tra i due paesi. In questo senso, il debito che il Venezuela ha contratto con la Russia sarebbe in procinto di essere rinegoziato.

Difatti, il governo russo si è offerto per esplorare una nuova ristrutturazione del debito venezuelano. E Maduro ringrazia. Il presidente riconosce ai russi la disposizione ad appoggiare il Venezuela “in questi momenti difficili.” Maduro confida che questo periodo di problemi presto si supererà.

Debito e affari commerciali

Tra il Venezuela e la Russia non c’è soltanto un debito da saldare. I due stati hanno firmato accordi commerciali e militari. E per quanto riguarda il settore dell’alimentazione, il Venezuela ha chiesto di importare grano dalla Russia. Secondo Maduro, l’accordo sul grano tra i due paesi è stato di molto aiuto per far fronte alla scarsità di cibo che attraversa il paese.

E Putin, da parte sua, ha ricordato che si era incontrato con Maduro l’ultima volta ad ottobre del 2016. Però, secondo il lider russo, i due mantengono “contatti regolari” al telefono. “Sappiamo che il Venezuela sta attraversando una epoca difficile perciò stiamo seguendo ad avere contatti con le forze politiche ed il lavoro dei vari paesi mediatori.” Avrebbe detto Putin.

Maduro pensa che sta attraversando un “buon momento” con l’opposizione venezuelana.

“Siamo entrati in una nuova fase”, ha detto. Con queste parole il presidente si riferiva agli inizi di un probabile dialogo tra governo ed opposizione.

Il governante crede che al Venezuela le sia stato imposto “un modello per impadronirsi delle sue ricchezze”, probabilmente alludendo agli interessi esteri nel paese, specificamente filoamericani (ndr).

Comunque, ha concluso ribadendo che “dalla crisi usciremo soltanto con lavoro e molta fede.”