L’e-Commerce in Italia è un affare da 24 miliardi di euro

E-Commerce
E-Commerce

ROMA – eCommerce avanti tutta nel nostro paese, nonostante qualche criticità. Nel 2017 il valore degli acquisti online arriva a toccare quasi quota 24 miliardi di euro, con il popolo dei web shopper italiani che si attesta a 22 milioni. E’ lo scenario delineato da una ricerca dell’Osservatorio eCommerce B2c promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Netcomm. Altro record importante, gli acquisti su Internet dei prodotti superano per la prima volta quelli dei servizi. Andando nello specifico, il valore degli acquisti online degli italiani raggiunge per la precisione i 23,6 miliardi di euro, con un incremento del 17% rispetto al 2016. Gli acquisti online di prodotti (pari a 12,2 miliardi) crescono del 28% e superano per la prima volta quelli di servizi (+7%, 11,4 miliardi). Il turismo si conferma primo settore (9,2 miliardi, +7%) seguito da informatica ed elettronica di consumo (4 miliardi, +28%) e abbigliamento (2,5 miliardi, +28%). Tra i settori emergenti, i più importanti sono arredamento e cibo che insieme valgono quasi 1,8 miliardi di euro. Gli acquisti via smartphone crescono del 65% e superano quest’anno i 5,8 miliardi di euro. Infine, vale 3,5 miliardi di euro l’export, cioè il valore delle vendite da siti italiani a consumatori stranieri. Tra i 22 milioni di web shopper italiani, gli acquirenti abituali – effettuano almeno un acquisto al mese – sono 16,2 milioni e generano il 93% della domanda totale eCommerce. In un anno spendono online oltre 1.300 euro ciascuno. “Sono dati certamente incoraggianti, anche se ancora non sufficienti a dichiarare maturo e dinamico il settore nel nostro Paese”, spiega Roberto Liscia, Presidente Netcomm (consorzio del commercio elettronico, raggruppa 300 aziende), che punta il dito sull’approccio “spesso sperimentale e poco convinto all’e-commerce da parte di molti operatori tradizionali italiani”. “Il ritardo dell’Italia rispetto ai principali mercati eCommerce permane ed è riconducibile alla ridotta penetrazione nei comparti di prodotto e specialmente nel settore cibo”, aggiunge Valentina Pontiggia, Direttore dell’Osservatorio eCommerce B2c. “L’eCommerce è uno strumento di rilancio dell’economia italiana”, spiega eBay, mentre per un altro colosso del settore come Amazon “il mercato in Italia ha una dimensione ancora relativamente contenuta, ma sta vivendo una fase dinamica di sviluppo, con un solido tasso di crescita”