Italia

Tags | ,

Roma: Atac, il “buco”finisce dal pm. Sui rifiuti rischio caos

Pubblicato il 10 ottobre 2017 da ansa

Maximulta Antitrust ad Atac.

 

ROMA. – Le carte sul passato di Atac, sui suoi debiti e sulla sua amministrazione, arrivano in Procura. Uno spartiacque, come sostiene il Campidoglio, che segnerà l’inizio di una nuova vita della municipalizzata “nel segno della legalità”. Ma non è solo lo stato del trasporto pubblico il tema con il quale deve fare i conti l’amministrazione Raggi, alle prese in questi giorni con il rischio caos sui rifiuti.

“Nessuna emergenza, solo alcuni disservizi dovuti alla riorganizzazione del servizio”, puntualizza il presidente della commissione Ambiente in Campidoglio, Daniele Diaco. Da ieri, inoltre, Roma deve far fronte anche al blocco dell’impianto di Aprilia, dove ogni giorno vengono conferite circa 300 tonnellate di rifiuti dalla Capitale. Un blocco, spiega l’Ama, a cui l’azienda è in grado di far fronte perché “in grado di assorbire tali quantitativi nei propri impianti”.

“Continueranno inoltre – spiega l’azienda – ad essere utilizzabili, oltre ai Tmb dell’ Ambito territoriale ottimale (Ato) di Roma, anche altri impianti fuori Roma (Aciam, in Abruzzo; Colfelice a Frosinone già contrattualizzati, nonché l’avvio a recupero presso impianti esteri)”.

L’azienda ha poi allo studio una “rimodulazione delle frequenze e delle modalità della raccolta domiciliare per razionalizzare i conferimenti e liberare risorse da dedicare ai servizi di pulizia e spazzamento. Anche nel caso della raccolta stradale, infine, interverremo per intensificare, laddove necessario, le frequenze di svuotamento dei contenitori della differenziata”.

“Oltre alla riorganizzazione del servizio di raccolta rifiuti – aggiunge Diaco -, entro il 2017 abbiamo previsto l’arrivo di ben 280 nuovi mezzi dell’Ama. In seguito a due bandi arriveranno 130 camion per la raccolta in affitto (100 più piccoli e 30 grandi) e 150 camion di proprietà dell’Ama (90 più piccoli e 60 più grandi)”.

Sul fronte trasporti, invece, oggi in commissione Lavori Pubblici del Senato l’assessore capitolino alla Mobilità, Linda Meleo, ha annunciato l’invio da parte di Atac dei documenti in procura, in concomitanza con l’avvio del concordato preventivo per l’azienda dei trasporti che, al 31 dicembre 2016, registra un debito di “circa 1,3 miliardi di euro”.

“Bisogna interrogarsi in prima battuta sul perché e sul come si è formato questo debito, quindi di chi è la responsabilità di questo debito – ha sottolineato Meleo -. Volevamo uno spartiacque, iniziare una nuova vita per Atac basata su legalità, trasparenza e rispetto delle procedure. Lo strumento del concordato ci consente di riorganizzare l’azienda, di fare un piano di rientro su tempi certi e importi certi e rilanciare il servizio pubblico”.

Rilanciando la proposta di acquisire la proprietà della Roma-Lido, l’assessore non ha perso l’occasione per attaccare la Regione Lazio. “In questi anni – ha sottolineato – la Regione ha preferito evidentemente, a scapito di Atac, investire nella sua azienda di trasporti Cotral”.

Immediata la replica. “Le risorse destinate al Tpl di Roma – spiega una nota – sono state aumentate a 325 milioni di euro l’anno per la Capitale. Si tratta di risorse pari a circa il 60% del fondo destinato alla Regione Lazio”.

Ultima ora

07:26Cina:Xi,Pcc deve mantenere assoluto controllo militari

PECHINO - Il Partito comunista cinese "deve mantenere l'assoluto controllo sulle forze armate". Lo ha detto il segretario generale del Pcc Xi Jinping, nel discorso d'apertura del 19/mo congresso assicurando che il Partito "si opporra' a ogni azione che metta a rischio la leadership".

07:23Cina:XI,rinnovamento nazione non ‘come passeggiata’ in parco

PECHINO - Raggiungere il rinnovamento della Cina non sara' "come una passeggiata nel parco". Nel suo intervento introduttivo al 19/mo congresso del Partito comunista, il segretario generale Xi Jinping ha rimarcato che il "sogno cinese" richiede una lotta decisa alle contraddizioni e forte impegno su progetti e cause.

07:19Cina: Xi, economia restera’ a passo medio-alto

PECHINO - La Cina manterra' il tasso di crescita della sua economia "a un passo medio-alto". Lo ha detto il segretario generale Xi Jinping nella relazione d'apertura del 19/mo congresso del Partito comunista cinese.

07:15Cina: Xi, prospettive luminose ma sfide impegnative

PECHINO - Le prospettive della Cina ''sono luminose ma restano sfide impegnative''. Lo ha affermato il segretario generale del Partito comunista cinese Xi Jinping, nella sua relazione d'apertura. Negli ultimi 5 anni, ha ricordato, il Pil E' aumentato da 54.000 miliardi di yuan a quota 80.000, pari a 12.100 miliardi di dollari circa.

07:10Cina: aperti lavori 19/mo congresso Partito comunista

PECHINO - Il premier cinese Li Keqiang ha aperto ufficialmente i lavori dEl 19/mo congresso del Partito comunista, chiamato a rinnovare gli organismi interni a partire dal Comitato centrale. Il segretario generale Xi Jinping ha iniziato la sua relazione dedicata ai cinque anni passati e alle prospettive del prossimo quinquennio e oltre. Xi, nelle attese, dovrebbe rafforzare i suoi poteri quale ''core leader'', nucleo del Partito.

07:01Amnesty,centinaia Rohingya uccisi da sicurezza birmana

BANGKOK - Le forze di sicurezza birmane hanno ucciso centinaia di persone nell'ambito di una campagna sistematica per espellere dal paese la minoranza musulmana dei Rohingya. La denuncia viene da Amnesty International. Per il suo rapporto, diffuso oggi, l'organizzazione umanitaria ha intervistato piu' di 120 Rohingya fuggiti alle violenze.

06:58Trump, non demolire storia Usa. E difende Colombo

WASHINGTON - Gli Usa dovrebbero celebrare e preservare la loro storia, ''non demolirla'': lo ha detto Donald Trump intervenendo davanti al think tank conservatore Heritage Foundation, dove ha criticato il movimento che mira ad abbattere le statue sudiste ed altri simboli del controverso passato americano. ''Ora stanno tentando anche di abbattere le statue di Cristoforo Colombo, cosa succedera' dopo?'', si e' chiesto il presidente, che nel proclamare il Columbus day aveva difeso in modo netto la figura dell'esploratore genovese.

Archivio Ultima ora