Bolivia, ex portavoce di Morales: “La sua rielezione non è democrazia”

Alex Contreras
Alex Contreras.

 

ROMA. – L’ex portavoce del presidente boliviano Evo Morales, Alex Contreras, ha dichiarato che permettere la rielezione indefinita del capo dello Stato non è democrazia ma è un regime autoritario, che significa tornare indietro di 50 anni e ignorare la volontà popolare del 21 febbraio del 2016, con la quale il popolo boliviano ha detto “no” alla rielezione di Morales.

Lo riferisce il portale boliviano El Mundo. Contreras contesta che sette persone dal Tribunale costituzionale stanno attentando al sistema democratico del Paese, cercando di rieleggere in maniera indefinita il presidente. “Questa non è democrazia, è un regime autoritario, e la Bolivia sta tornando 50 anni indietro nella evoluzione sociale, politica, economica e culturale del Paese, se sarà approvato il ricorso al Tribunale costituzionale”, ha detto Contreras.

“Crediamo che sia necessario che uomini e donne di campagna e città si mobilitino in difesa della democrazia che è stata difficile da conquistare”, ha aggiunto.