Colombia: la Procura promette chiarezza sulla strage a Tumaco

Colombia: strage a Tumaco
Colombia: strage a Tumaco.

 

BOGOTA’. – La viceprocuratrice nazionale della Colombia, Maria Paulina Riveros, ha detto che entro la settimana prossima si potrà stabilire con certezza la verità sugli scontri avvenuti sei giorni fa a Tumaco, nel dipartimento di Narino (nel sud), nei quali sono morte almeno sei persone. Scontri che in un primo momento erano stati attribuiti a un presunto gruppo dissidente delle Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (Farc).

Riveros ha sottolineato che le prove balistiche effettuate sulle armi dei poliziotti e militari presenti sul luogo e sulle pallottole prelevate dalle vittime permetteranno di accertare la dinamica dello scontro. Secondo la versione ufficiale diffusa dal ministero della Difesa la settimana scorsa, uomini del cosiddetto gruppo ‘Daniel Aldana’ delle Farc hanno lanciato almeno cinque bombe contro una pattuglia di militari e poliziotti che proteggevano un gruppo di civili impegnati nella distruzione di una coltivazione di coca vicino alla località di Puerto Rico.

Lo stesso vicepresidente colombiano, Oscar Naranjo, però, ha ammesso che “la maggior parte dei testimoni indicano che è la polizia che è stata responsabile della violenza”, e almeno quattro ufficiali della polizia sono stati sospesi dai loro incarichi mentre si va avanti con l’inchiesta.