C’era una volta… ma, ancora c’è!

Navidad en la Calle Real de Sabana Grande - Actual Boulevard. Caracas años 60
Navidad en la Calle Real de Sabana Grande – Actual Boulevard. Caracas años 60.

CARACAS.- Chi ha iniziato a passeggiare, circa trent’anni fa, per Sabana Grande, se ancora “insiste” a coltivare quella vecchia abitudine, può rischiare di tornare verso casa a capo chino, triste… rimuginando il ricordo di un tempo di sorrisi e progetti, musiche e cordiali abbracci con i “transeúntes” del boulevard tanto noto, in tutto il Venezuela.

Ma, il “tempo passa” e a volte, anche qualche ricordo può temere d’essere consegnato al dimenticatoio, per il  timore che “può farci male”.

Una volta, in Venezuela, c’era chi “andava” e chi “veniva”… Oggi… molti “vanno” solamente, cercando fuori dal proprio Paese, una “forma di vita” più consone alle proprie esigenze.

Ma… la “particolare generosa allegria” dei venezuelani, è veramente “scomparsa” durante questi ultimissimi anni, nei quali,  la “politica”, ha cercato di prendere il sopravvento sul “modus vivendi” di ciascuno di noi?

Ci guardiamo attorno… osserviamo ciò che ci circonda… e scopriamo che c’è ancora chi sorride per strada, salutando con affetto i propri conoscenti… C’è, è vero, anche qualcuno che, tristemente, afferma: “Oggi, stanno bene soltanto le creature che hanno le ali”, alludendo alle “guacamayas” e alle schiere  di piccioni, che riescono sempre a trovare ciò che necessitano tra le foglie sempre verdi della rigogliosa vegetazione che accarezza Caracas e tutto il Venezuela.

Non è “facile” poter descrivere: amore, dolore, immagini gioiose e tristezza, tutto assieme!

No…. ma, il Venezuela è un luogo magico, complesso, unico, sorprendente…

È il paese che ha sempre donato a piene mani, con generosità e allegria, a quanti hanno scelto di trascorrervi la vita, riunendo con infinita armonia, passato e presente, senza mai smettere di “sorridere” al futuro.

Così… Un giorno dopo l’altro… Come tutti noi.

(AMT)