Usa: Tai Chi nelle strade per prevenire l’infarto

Usa: Tai Chi nelle strade per prevenire l'infarto
Usa: Tai Chi nelle strade per prevenire l’infarto

 

WASHINGTON. – Fa bene al cuore e sembra persino diminuire le chance di infarti per i cardiopatici: il Tai Chi, antica ginnastica cinese dai movimenti dolcissimi, sta conquistando lentamente gli americani. Nelle strade di New York e di altre città, nei parchi,nelle piazze, la mattina presto, all’aria aperta, si trovano gruppi di adepti: con ritmi al rallentatore muovono braccia, torso, gambe e così via. Una ginnastica talmente delicata da poter essere praticata da anziani e malati.

Un nuovo, sia pure piccolo, studio condotto presso il Miriam Hospital di Providence, ha osservato gli effetti del Tai Cchi in un gruppo di post-infartuati che hanno rifiutato il tradizionale programma di riabilitazione occidentale. Secondo i dati dell’American Heart Association, circa il 60% dei pazienti che hanno avuto un infarto non segue i programmi di riabilitazione cardiaca.

Ecco perché il Tai Chi potrebbe diventare un’alternativa. Nell’indagine in questione, 25 dei 29 volontari che hanno fatto Tai Chi per sei mesi, hanno evidenziato un netto aumento delle loro attività fisiche. Il rischio di cadute fra di loro è risultato più basso del 40% rispetto chi non faceva Tai Chi.