Guerra: “Debito estero responsabilità del presidente Chávez non di Borges”

Pubblicato il 03 novembre 2017 da redazione

José Guerra ha informato che oltre il 95% del debito pubblico è stato assunto dai governi che si sono succeduti dal 1999 in avanti.

José Guerra ha informato che oltre il 95% del debito pubblico è stato assunto dai governi che si sono succeduti dal 1999 in avanti.

CARACAS. – L’economista José Guerra ribadisce che il 95% del debito estero del paese è stato assunto durante i governi di Hugo Chávez, e perciò non si può responsabilizzare nessuno tranne il proprio governo chavista.

Secondo l’economista è un assurdo voler imputare Julio Borges e l’An del collasso economico del paese.

“La verità è che senza un piano economico ben preciso non può esserci il rifinanziamento” – ha detto Guerra – e aggiunto che “il debito l’ha assunto Chávez, non Borges.”

Guerra ha twittato la sua opinione sull’andamento della situazione economica del Venezuela poco dopo che Maduro ha annunciato che avrebbe ristrutturato il debito estero.

“Hanno ricevuto dollari come non mai e hanno indebitato il paese, finanziato la fuga di capitali ed oggi non possono pagare. Fatto in Socialismo.” È l’affermazione twittata da Guerra.

Malgrado il tweet del parlamentare, si sa che i governi chavisti, pur di saldare le scadenze del debito estero, preferiscono lasciare il paese in panne.

Ma attenzione. La ristrutturazione del debito, annunciata da Maduro, probabilmente con il taglio degli interessi e l’allungamento delle scadenze, unilateralmente o con la partecipazione degli investitori, non significa che il paese è fuori pericolo.

È comunque una macchia per l’affidabilità creditizia del Venezuela perché dopo la ristrutturazione potrebbe perdere l’accesso ai mercati e la fiducia degli investitori.

Il pagamento degli interessi è un onere che drena risorse all’economia e al sociale, ma non pagarli integralmente e puntualmente significa cadere nel baratro.

Un abisso che sembra non avere fine. Forse perché arriva sempre una sorta di salvataggio.

Cina fiduciosa sul pagamento del debito

E la Cina, uno dei principali creditori del Venezuela è fiduciosa che il paese compia con gli obblighi che ha contratto malgrado l’annuncio di Maduro di ristrutturare il debito.

“Abbiamo appreso la notizia ed anche del compromesso che il Venezuela mantiene per compiere gli obblighi finanziari” ha affermato la portavoce cinese degli Affari Esteri, Hua Chunying.

Hua ha inoltre informato che per ora tutti gli accordi presi tra i due paesi stanno funzionando bene. La cooperazione si fonda sull’equità ed il beneficio mutuo – ha aggiunto – e per ora continueranno la collaborazione.

Ultima ora

18:09Maltempo: pioggia battente, allagamenti e disagi nel Salento

(ANSA) - LECCE, 18 NOV - E' emergenza maltempo nel Basso Salento, sferzato da 72 ore da vento e pioggia battente. Interi comuni del Capo di Leuca sono allagati. La pioggia e il vento hanno provocato la caduta di numerosi alberi uno dei quali, sulla litoranea per San Cataldo, si è abbattuto mentre passava un'auto con due persone a bordo, riamaste leggermente ferite. Decine gli interventi dei vigili del fuoco per liberare dall'acqua strade e scantinati. Allagati uliveti e campagne. A Santa Maria di Leuca l'acqua ha generato delle suggestive cascate cadendo a pochi metri dal porto. Un tratto della ferrovia che attraversa Presicce è rimasto sommerso dall'acqua, mentre a Taurisano le infiltrazioni hanno provocato la caduta di alcuni calcinacci nella scuola primaria "Aldo Sabato"; gli alunni sono stati fatti evacuare per sicurezza e portati a casa dai genitori.

17:28Azzurri: Spalletti, Ancelotti è il meglio per la Nazionale

(ANSA) - APPIANO GENTILE (COMO), 18 NOV - ''Io ho la mia posizione ora. Mi piacerebbe allenare la Nazionale ma non ora. Voglio lavorare bene con l'Inter. Vedo bene però Ancelotti, ha il consenso degli allenatori, dei giocatori, di tutti. Per la nostra Nazionale bisogna mirare al meglio e lui è il meglio'': lo dice il tecnico dell'Inter Luciano Spalletti, alla vigilia della partita contro l'Atalanta, rispondendo ad una domanda sul miglior candidato alla panchina azzurra.

17:19Argentina:Macri,speriamo trovare sottomarino prima possibile

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - "Ci impegniamo a utilizzare tutte le risorse nazionali e internazionali necessarie per trovare il sottomarino Ara San Juan il prima possibile". Lo ha detto il presidente argentino Mauricio Macri riferendosi al sottomarino di cui si sono persi i contatti la mattina di mercoledì. Lo scrive il quotidiano locale La Nacion. Il presidente ha parlato da Chapadmalal, vicino alla base navale di Mar del Plata, stazione abituale del sottomarino. Macri ha poi aggiunto che il governo è "in contatto con le famiglie dell'equipaggio" dell'Ara San Juan "per informarli e sostenerli". Attraverso i messaggi sul suo account Twitter, ha aggiunto: "Condividiamo la vostra preoccupazione e quella di tutti gli argentini". Il sommergibile, con 44 membri d'equipaggio a bordo, era partito mercoledì da Ushuaia ed era diretto alla base a Mar del Plata.

17:15Sicurezza stradale: premiata Nonna Lisa, 106 anni in Vespa

(ANSA) - CITTÀ DI CASTELLO (PERUGIA), 18 NOV - "Andate piano, rispettate il codice della strada, non bevete quando siete in moto o al volante e soprattutto indossate sempre il casco": Luisa Zappitelli, 106 anni compiuti l'8 novembre scorso, per tutti Nonna Lisa a Città di Castello, appassionata di Vespa, è stata prodiga di consigli per gli studenti intervenuti stamani nel ridotto del Teatro della sua città, dove ha ricevuto dalle mani di Silvia Frisina, dell'Associazione Familiari vittime della strada, il premio speciale assegnato nell'ambito del Premio "Basta sangue sulle strade". Nonna Lisa è stata premiata "per essere la più longeva testimonial di sicurezza stradale, attiva ancora oggi nel diffondere messaggi di sensibilizzazione all'uso del casco, raccomandando con affetto materno di dare sempre valore alla vita e soprattutto dimostrando con l'esempio personale un gran senso civico". Nell'occasione odierna, Città di Castello è stata la prima città italiana ad ospitare la campagna dal titolo "Chi guida non beve", promossa dall'associazione delle vittime della strada in collaborazione con Polizia, Confindustria Ancma ed Eicma. La campagna è destinata in particolar modo agli avventori dei locali dal ballo, discoteche, ristoranti, bar, pub e altri luoghi in cui il consumatore può entrare in contatto con l'alcol. (ANSA).

17:13Mo: Anp, non accetteremo pressioni o ricatti su Olp

(ANSAmed) - TEL AVIV, 18 NOV - I Palestinesi non accetteranno "pressioni o ricatti" sull'ambasciata dell'Olp a Washington. Lo ha detto, in un'intervista a 'Voice of Palestine' ripresa dall'agenzia Wafa, il ministro degli Esteri Riyad Malki rispondendo così ad una fonte del Dipartimento di Stato Usa che ha minacciato la chiusura della sede se i palestinesi non si impegneranno in serie trattative con Israele o se porteranno lo stato ebraico davanti al Tribunale Penale dell'Aja.

17:07Libano: Hariri, chiarirò mia posizione in Libano

(ANSA) - PARIGI, 18 NOV - Saad Hariri, lasciando l'Eliseo, ha confermato che tornerà in Libano dove chiarirà la sua decisione politica dopo aver incontrato il presidente Aoun. Hariri ha anche ringraziato il presidente francese Emmanuel Macron dell'accoglienza a Parigi. Dovrebbe rientrare in Libano mercoledì.

17:05Calcio: Spalletti, contro Atalanta Inter deve vincere

(ANSA) - APPIANO GENTILE (COMO), 18 NOV - ''Non stendiamo nessun tappeto alle giustificazioni. Se c'è qualche giocatore che è rimasto turbato dalla mancata qualificazione ai Mondiali, per noi sarebbe un danno. Non possiamo essere limitati da queste debolezze caratteriali. Dobbiamo portare assolutamente a casa questa partita'': lo dice il tecnico dell'Inter Luciano Spalletti rispondendo alle domande dei tifosi - in una diretta con Inter Tv - subito prima della conferenza stampa alla vigilia della partita contro l'Atalanta, domani a San Siro.

Archivio Ultima ora