Calcio venezuelano: questo fine settimana inizia la festa dell’Octagonal

CARACAS – Deportivo Lara, Mineros, Carabobo, Estudiantes de Mérida, Monagas, Caracas, Deportivo La Guaira e Zamora inizieranno questo fine settimana la loro corsa per aggiudicarsi il Torneo Clausura.

Questo fine settimana inizierà l’Octagonal fase del torneo dove le squadre s’incrociano nel seguente modo: prima contro ottava, seconda versus settima, terza vs sesta, quarta contro quinta. In questa fase del torneo tutto può succedere e le gare si preannunciano affascinanti: Lara-Zamora, Mineros-La Guaira, Carabobo-Caracas e Monagas-Estudiantes de Mérida.

Da quando sono stati creati, nella stagione 2015, l’unica squadra che ha chiuso al primo posto la stagione regolare ed é riuscita a vincere il campionato é stato lo Zamora di Francesco Stifano nel Torneo Apertura 2016.

Analizziamo nel dettagli le quattro sfide dell’Octagonal final del Torneo Clausura 2017, inziando dal Deportivo Lara-Zamora.

Nel primo quarto di finale si confronteranno due squadre che hanno chiuso la regular season in un ottimo stato di forma. Il Deportivo Lara aveva iniziato il Torneo Apertura con quattro vittorie in altrettante gare disputate in casa. Poi gli ingranaggi della squadra di Leo González si sono bloccati e con il trascorrere delle giornate dal primo posto e scivolata fino al dodicesimo posto.

Per non avere gli stessi problema nel Clausura la società si è mossa sul mercato portando alla corte di González giocatori del calibro di Carlos Sierra, Jesús González, José Miguel Reyes, José Caraballo e Lucas Gómez.

In questo Clausura, la formazione dello stato Lara può vantare il secondo miglior attacco (25 reti segnate, solo superati dalla copia Mineros-Carabobo con 28) e la miglior difesa (11 gol subiti). Il Deportivo Lara in 10 delle 17 gare disputate in questa fetta di torneo non ha subito reti. La squadra di Leo González ha vinto le ultime sette gare disputate nel Clausura.

Sull’altra sponda ci sarà lo Zamora che dopo l’arrivo di Alí Cañas sembra aver ritrovato lo smalto atletico e mentale che lo fatto diventare campione in anni precedenti. I bianconeri hanno inannellato una scia di quattro vittorie consecutive mandando al tappeto: Deportivo Táchira (3-1 in casa), Trujillanos (0-2 in trasferta), Carabobo (2-1 a Barinas) ed infine Monagas (0-1 a Maturín). I bianconeri di Barinas nelle prime gare aveva portato a casa 3 punti su 18, ma poi dopo l’arrivo di Cañas la storia é cambiata hanno ottenuto 21 su 33. Poi avranno a disposizione un Uribe che tra settembre ed ottobre ha segnato ben 9 gol.

 

Nella loro storia più recente queste due squadre si sono affrontate in 26 occasioni con un bilancio di 10 vittorie bianconere e 9 rossonere. Il numero di pareggi é sette.

L’ultimo precedente risale a meno di un mese fa, il primo ottobre, quel giorno sul campo La Carolina giorno finí 1-1. Padroni di casa in vantaggio con Osorio (44’), il pareggio degli ospiti arriva al 90’ con Vargas.

Deportivo La Guaira-Mineros, in questo doppio confronto si sfiderenno due dei miglior attacchi del torneo.

La formazione neroazzurra durante tutto il Clausura ha girovagato tra il primo ed il secondo posto. La squadra allenata da Juan Domingo Tolisano sogna di fare l’accoppiata Clausura-Coppa Venezuela.

Il Mineros ha tutte le carte in regola per raggiungere quella meta, tutto questo grazie a giocatori del calibro di Richard Blanco, Rolabdi Escobar, Charlis Ortíz, Argenis Gómez e Brayan Hurtado.

Sull’altra sponda c’è il Deportivo La Guaira che ha disputato un Clausura altalenante ed ha raggiunto l’Octagonal grazie al ko interno del Deportivo Táchira contro lo Zulia.

Durante questo semestre la performance degli arancioni é stata condizionata dagli infortuni di César González, Gustavo Rojas e l’italo-venezuelano Vicente Suanno.

I precedenti tra queste due squadre sono 23 con un bilancio di 8 vittorie per La Guaira e 7 per il Mineros. mentre il numero dei pareggi é otto. C’è da segnalare gli arancioni hanno una piccola scia positiva contro i neroazzurri: 8 gare senza subire ko. In questo periodo di tempo La Guaira ha un record di 5 vittorie e 3 pareggi. L’ultima vittoria del Mineros é stata il 17 settembre 2014.

Nel Monumental di Maturín é in programma Monagas-Estudiantes de Mérida. I campioni del Torneo Apertura sfideranno la rivelazione del Clausura.

In questo semestre gli orientali sono stati la brutta copia della squadra che ha dominato i primi mesi del 2017. L’assenza di Luis ‘Cariaco’ González si é vista nello scacchiere di Jhonny Ferreira. Il Monagas, scenderà in campo con un unico obiettivo: vincere il Clausura per evitare di disputare la finale scudetto.

Dal canto suo, l’Estudiantes ha sopreso tutti riuscendo a chidere la stagione regolare tra le migliori otto. Da quando é stato instituito il nuovo format, questa sarà la sua prima presenza degli accdemici nell’Octagonal.

Uno dei punti di forza della squadra andina é la difesa, in cinque delle 17 gare disputate non hanno súbito reti. L’Estudiantes ha il piccolo vantaggio che la gara di ritorno la disputerà tra le mura amiche del Metropolitano, ma occhio al Monagas nel Torneo Apertura nei playoff dell’Apertura ha sempre giocato il ritorno in trasferta ed ha sempre portato a casa risultati positivi.

Durante la loro storia, Monagas ed Estudiantes si sono confrontati in 29 occasioni con un bilancio di: 15 vittorie orientali, 7 pareggi e 7 trionfi andini. L’ultimo precedente risale al 13 agosto 2017 a Maturín, quel giorno i padroni di casa s’imposero per 3-1.

Fernando Aristeguieta.

Infine, nell’altro quarto di finale si sfideranno sul campo dello stadio Olímpico Caracas e Carabobo. Questa é una gara molto sentita dalle due tifoserie e questa situazione da una carica in più ai giocatori.

I rojos del Ávila hanno chiuso la stagione regolare del Torneo Clausura con tre sconfitte consecutive: JBL Zulia (2-0 in trasferta), Deportivo Lara (0-2 in casa) e Trujillanos (3-2 a Valera). Adesso sono chiamati al riscatto e che miglior modo che farlo contro un’acerrima rivale. C’è da segnalare che la squadra allenata da Noel Sanvicente é stata l’unica capace di battere per due volte il Carabobo in questa stagione: 1-2 nel Misael Delgado (Torneo Apertura) e 2-0 all’Olimpico (Torneo Clausura).

Nonostante si presenti con tre sconfitte consecutive, il Caracas é una squadra temibile sopratutto quando arriva alle fasi decisive del torneo, non dobbiamo dimenticarci che sulla panchina c’è uno che se nè intende di scudetti: un certo Noel Sanvicente (7 scudetti vinti come allenatore, cinque di questi sulla panchina dei rojos del Ávila).

(Fioravante De Simone)

Condividi: