Bolivia critica Cile per richiesta a Papa Francesco

Il regalo di Morales a Papa Francesco.
Il regalo di Morales a Papa Francesco.

 

ROMA. – Il governo boliviano ha dichiarato che la richiesta fatta dal Cile a Papa Francesco di astenersi, nella sua prossima visita a gennaio nel Paese, dal commentare la centenaria controversia con la Bolivia sullo sbocco sul mare riflette una posizione “radicale e dura”. Lo rende noto il sudamericano Panorama, citando l’agenzia Afp. “Riflette una posizione radicale e dura, identificata con ciò che resta della dittatura cilena”, ha dichiarato la ministra della Comunicazione boliviana Gisela Lopez, citata dall’agenzia statale boliviana Abi.

Il governo del presidente boliviano Evo Morales ha reagito in questo modo dopo che il Cile ha chiesto alla Santa Sede che il Papa eviti di commentare la controversia con la Bolivia, sulla quale il Tribunale internazionale di giustizia dell’Aja si pronuncerà entro la fine del 2018. “Non siamo sorpresi” di ciò che il governo cileno di Michelle Bachelet ha chiesto, in quanto “riflette una paura da parte della politica” del Paese e “riflette una paura evidente di questa corrente di opinione dei leader internazionali” a favore della domanda di Bolivia, ha detto Gisela Lopez.

Nel 2015, quando ha visitato la Bolivia, Papa Francesco ha detto che “il dialogo è indispensabile” e ha sostenuto soluzioni “condivise, ragionevoli, eque e durature”. Il Pontefice sarà in Cile dal 15 al 18 gennaio del 2018 per poi raggiungere il Perù fino al 21 dello stesso mese.

Condividi: