La rivincita di Danica, prima trans eletta negli Usa

La rivincita di Danica, prima trans eletta negli Usa
La rivincita di Danica, prima trans eletta negli Usa

 

 

NEW YORK. – E’ stata la notte delle ‘prime volte’ quella nelle elezioni locali americane, con il successo di diversi esponenti delle minoranze e della comunità Lgbt. A partire da Danica Roem, la prima candidata apertamente transgender eletta in un Congresso statale, quello della Virginia.

Giornalista di 33 anni, democratica, Danica ha conquistato il seggio di Richmond sconfiggendo il repubblicano Robert G. Marshall, eletto 13 volte in 26 anni. Proprio colui che aveva appoggiato un disegno di legge per porre limitazioni sul tipo di bagni pubblici che i trans avrebbero potuto usare.

Per Danica una rivincita: “A tutti coloro che sono stati stigmatizzati, a chi è stato il bambino messo in un angolo, a chiunque ha avuto bisogno di qualcuno che stesse dalla sua parte perché non c’era nessun altro con lui. Questo è per voi”, ha detto Roem dopo la vittoria.

Insieme a lei esulta anche la prima persona apertamente transgender e di colore eletta per ricoprire una carica pubblica: è Andrea Jenkins, che ha vinto un seggio nel consiglio comunale di Minneapolis con oltre il 70% dei voti. Ad Hoboken, invece, è stato eletto il primo sindaco sikh dello stato del New Jersey. Ravinder Bhalla è nato e cresciuto nel Garden State e ha servito per due mandati nel consiglio comunale della città. Sempre a Hoboken ha lavorato anche in uno studio legale dopo la laurea in legge.

A Seattle è stata invece la volta di una sindaca lesbica, Jenny Durkan. Laureata in legge alla University of Washington, nel 2009 era già diventata la prima procuratrice federale apertamente omosessuale, nominata da Barack Obama. Infine, Michelle Kaufusi è stata la prima donna eletta sindaco della città di Provo, la terza più grande dello Utah, nei suoi 157 anni di storia.

(di Valeria Robecco/ANSA)

Condividi: