Sicurezza: l’emergenza terrorismo ora preoccupa di più

Pubblicato il 09 novembre 2017 da ansa

Emergenza terrorismo ora preoccupa di più

MILANO. – Gli italiani sono sempre più preoccupati dall’emergenza terrorismo, secondo timore in assoluto dopo i problemi dovuti all’Economia, ma prima ancora di Salute e Ambiente. Il 43% partecipa meno ad eventi in piazza e altrettanti viaggiano meno all’estero, ma si sentono rassicurati dalle tecnologie dalle quali cercano aiuto per vincere le paure e per non cambiare le proprie abitudini.

E’ questa l’immagine sulla sensazione di sicurezza nell’Italia del 2017 secondo una ricerca di Ipsos illustrata a Milano in occasione della conferenza di presentazione di “Sicurezza 2017”, la Rassegna internazionale della Security in programma a Fiera Milano, a Rho,k dal 15 al 17 novembre.

La paura del terrorismo è molto più sentita ora rispetto a quanto era emerso in una identica ricerca eseguita due anni fa. Sono sempre di più, il 43%, gli italiani che dicono di sentirsi poco sicuri fuori casa, nelle piazze, nelle manifestazioni affollate, nei cinema e teatri e in generale nelle grandi città. Nel 2015 a indicare il terrorismo come un elemento di preoccupazione era infatti il 35%. Ora il rischio di essere potenziali vittime di attentati è addirittura vicino al timore di furti e rapine cui è sensibile il 47% degli italiani (era il 49% nel 2015).

Al terzo posto c’è il timore per l’emergenza immigrazione col 34% (era il 35% due anni fa). I segnali positivi vengono da parte di quanti attribuiscono un valore dissuasivo ai sistemi di sicurezza e per questo non intendono cambiare le proprie abitudini. Erano il 33% due anni fa, oggi arrivano al 35% quelli che si sentono sicuri e sono passati dal 56 al 59% gli abbastanza sicuri, grazie alla scelta di dotazioni avanzate di security.

Resta costante (più dell’80%) la percentuale di quanti si sentono sicuri con dotazioni tradizionali. Il 30% degli italiani dichiara comunque di voler investire in sistemi di sicurezza per la propria casa e le proprie attività per una cifra media di 1.270 euro, ma il 60% è disposto a investire fino a 2000 euro privilegiando la qualità rispetto al risparmio.

Conciliare privacy e sicurezza è un altro tema delicato per gli italiani. Ma, se si tratta di scegliere tra opportunità di sentirsi sicuri e diritto alla riservatezza, si conferma, come già nel 2015, la preferenza per la sicurezza, espressa dal 59% degli intervistati.

(di Mauro Cortesi/ANSA)

Ultima ora

12:38Cinema: Francesco Moser, concluse riprese in Trentino

(ANSA) - TRENTO, 18 NOV - Sono terminate in Trentino le riprese di 'Moser - Scacco al tempo', un film di Nello Correale. La troupe ha affiancato Francesco Moser, tuttora il ciclista italiano con più vittorie di sempre, nel corso di un anno e lungo i percorsi a lui familiari per raccontare non solo il campione, ma per comporre un inedito ritratto dell'uomo, della famiglia e della comunità di Palù di Giovo, paesino in provincia di Trento dove il campione è nato e dov'è sempre tornato. La pellicola documenta il legame profondo della leggenda del ciclismo con la sua terra e ne ripercorre le gesta in compagnia di Merckx, Saronni, Hinault. Una storia che si rivolge a tutti, non solo agli amanti del ciclismo. Il film è prodotto da Filmwork e Tipota Movie in collaborazione con Michelangelo film, con il sostegno di Trentino Film Commission, Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, e con il contributo di Banca Mediolanum, Barilla e Enervit spa. Le riprese si sono svolte tra Italia e Francia. L'uscita è prevista per l'inizio del 2018. (ANSA).

12:25Terremoto: Zingaretti e Pirozzi a colloquio in Comune

(ANSA) - AMATRICE (RIETI), 18 NOV - Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, è a colloquio con il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, nella sede del Comune reatino colpito dal terremoto dello scorso anno. È il primo incontro dopo il lancio della candidatura di Pirozzi alla presidenza della Regione Lazio. Zingaretti ha raggiunto il municipio di Amatrice dopo aver visitato la zona rossa è una delle areee commerciali realizzate dalla Regione Lazio.

12:14Calcio: Fiorentina, Chiesa prolunga fino al 2022

(ANSA) - FIRENZE, 18 NOV - Federico Chiesa ha prolungato il contratto con la Fiorentina fino al 2022. Ad ufficializzarlo la stessa società viola, attraverso i propri canali: "Acs Fiorentina comunica di aver prolungato fino al 30 giugno 2022, con reciproca soddisfazione, il contratto con il calciatore Federico Chiesa".

11:57Libano: Hariri a Aoun, ‘a Beirut mercoledì 22 novembre’

(ANSAmed) - BEIRUT, 18 NOV - Il primo ministro libanese Saad Hariri ha in programma di rientrare a Beirut mercoledì 22 novembre in coincidenza con la festa nazionale. Lo annuncia l'agenzia ufficiale Ani, secondo la quale "Hariri ha informato il presidente Michel Aoun che rientrerà in Libano mercoledì". Hariri, che dal 3 novembre scorso si trovava a Riad, dove l'indomani ha annunciato a sorpresa le sue dimissioni, è arrivato stamane a Parigi su invito del presidente Emmanuel Macron.

11:47Cancelleri proclamato eletto all’Ars ma assente a cerimonia

(ANSA) - PALERMO,18 NOV - Non si è presentato alla cerimonia in Corte d'appello a Palermo Giancarlo Cancelleri (M5s) che è stato comunque proclamato eletto all'Assemblea siciliana dal presidente Matteo Frasca. Cancelleri è stato proclamato subito dopo Nello Musumeci che invece si è presentato con alcuni familiari circondato da un centinaio di persone.

11:36Terremoto: Zingaretti visita attività commerciali Amatrice

(ANSA) - AMATRICE (RIETI), 18 NOV - Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, è giunto d Amatrice, il comune del Reatino colpito dal terremoto dello scorso anno. Il governatore in questo momento sta visitando le attività delocalizzate in seguito al sisma nella nuova area commerciale ‘ex Cotral’ realizzata dalla Regione Lazio.

11:31Sicilia: Musumeci proclamato presidente Regione

(ANSA) - PALERMO, 18 NOV - Nello Musumeci è stato proclamato presidente della Regione siciliana dalla Corte d'appello di Palermo. Al momento della proclamazione da parte del presidente del Corte, Matteo Frasca, il neo governatore Musumeci si è commosso. In prima fila nell'aula magna con Musumeci c'erano il figlio Salvo e la nipote Rita. Un applauso ha chiuso la breve cerimonia, presenti un centinaio di persone. Al termine, nell' atrio del palazzo di giustizia il neo presidente è stato festeggiato dalla folla: tanti gli abbracci e baci.

Archivio Ultima ora