Renzi soddisfatto per banche, non teme l’assalto al Pd

Pubblicato il 09 novembre 2017 da ansa

Cori di sostegno e fischi per Renzi a Ferrara.

FERRARA. – Riuscire a invertire la narrazione di un Pd ‘amico’ delle banche e resistere al previsto ‘assalto’ degli avversari interni ed esterni dopo la sconfitta in Sicilia. E’ fiducioso, Matteo Renzi, sulle due battaglie in corso. Il segretario Pd è già in campagna elettorale e con il treno Dem che lo porta in Veneto ed Emilia Romagna tocca i più diversi temi, dal tram di Padova, all’edilizia, fino all’importanza per il nostro Paese della comunità ebraica.

Lavora, spiega chi viaggia con lui, per “rafforzare il Pd”, nel concreto e sul territorio. Perciò appare soddisfatto dell’andamento dei lavori in commissione d’inchiesta sulle banche: “noi – dice negli incontri con le associazioni dei consumatori – abbiamo salvato le famiglie” ma la gente “è arrabbiata” per gli effetti della “vigilanza mancata” e il Pd “sta dalla parte dei risparmiatori”.

Al risveglio il segretario Pd legge su Repubblica le parole gelide di Romano Prodi che vede una “tragedia” per l’Italia e i racconti di un Pd dilaniato dai timori per una coalizione dai confini troppo ristretti. Le parole del Professore sceglie di non commentarle, tacciono tutti i dirigenti Dem. Ma chi è vicino a Renzi lo descrive “sereno”.

“Alla fine Prodi – ragiona un esponente Dem vicino al segretario – ha parlato dell’Italia ma non c’è stato un attacco a Renzi. E anche Veltroni a ‘Carta bianca’ non ha alzato i toni”. Dunque l’annunciato assalto alla segreteria dopo il voto in Sicilia sembra assumere toni meno “cruenti” di quanto preventivato.

E Renzi mostra di guardare già oltre: “Non mollo, promesso”, risponde a un sostenitore a margine della visita al distretto delle giostre in provincia di Rovigo. “Ho mollato Bersani per te”, lo saluta una signora. “Allora ti devo dare un bacio”, scherza lui.

In serata sale sul treno Pd anche Dario Franceschini: se lui si schierasse contro Renzi darebbe forza alla battaglia della minoranza e invece il ministro sta vicino al segretario. “Dov’è Dario?”, lo chiama nella ressa che lo accoglie alla stazione di Ferrara, dove centinaia di sostenitori e un centinaio di contestatori rendono l’atmosfera molto calda. E a lui il leader Dem rinvia i giornalisti per domande sulla coalizione.

Poi insieme vanno in auto a Ravenna, a cena dal maestro Riccardo Muti. Prima di partire, la battuta: “Se pensate che siamo persone che passano il tempo a ragionare di leggi elettorali, emendamenti e coalizioni, diciamo che abbiamo anche un’anima”.

(dell’inviata Serenella Mattera/ANSA)

Ultima ora

12:38Cinema: Francesco Moser, concluse riprese in Trentino

(ANSA) - TRENTO, 18 NOV - Sono terminate in Trentino le riprese di 'Moser - Scacco al tempo', un film di Nello Correale. La troupe ha affiancato Francesco Moser, tuttora il ciclista italiano con più vittorie di sempre, nel corso di un anno e lungo i percorsi a lui familiari per raccontare non solo il campione, ma per comporre un inedito ritratto dell'uomo, della famiglia e della comunità di Palù di Giovo, paesino in provincia di Trento dove il campione è nato e dov'è sempre tornato. La pellicola documenta il legame profondo della leggenda del ciclismo con la sua terra e ne ripercorre le gesta in compagnia di Merckx, Saronni, Hinault. Una storia che si rivolge a tutti, non solo agli amanti del ciclismo. Il film è prodotto da Filmwork e Tipota Movie in collaborazione con Michelangelo film, con il sostegno di Trentino Film Commission, Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, e con il contributo di Banca Mediolanum, Barilla e Enervit spa. Le riprese si sono svolte tra Italia e Francia. L'uscita è prevista per l'inizio del 2018. (ANSA).

12:25Terremoto: Zingaretti e Pirozzi a colloquio in Comune

(ANSA) - AMATRICE (RIETI), 18 NOV - Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, è a colloquio con il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, nella sede del Comune reatino colpito dal terremoto dello scorso anno. È il primo incontro dopo il lancio della candidatura di Pirozzi alla presidenza della Regione Lazio. Zingaretti ha raggiunto il municipio di Amatrice dopo aver visitato la zona rossa è una delle areee commerciali realizzate dalla Regione Lazio.

12:14Calcio: Fiorentina, Chiesa prolunga fino al 2022

(ANSA) - FIRENZE, 18 NOV - Federico Chiesa ha prolungato il contratto con la Fiorentina fino al 2022. Ad ufficializzarlo la stessa società viola, attraverso i propri canali: "Acs Fiorentina comunica di aver prolungato fino al 30 giugno 2022, con reciproca soddisfazione, il contratto con il calciatore Federico Chiesa".

11:57Libano: Hariri a Aoun, ‘a Beirut mercoledì 22 novembre’

(ANSAmed) - BEIRUT, 18 NOV - Il primo ministro libanese Saad Hariri ha in programma di rientrare a Beirut mercoledì 22 novembre in coincidenza con la festa nazionale. Lo annuncia l'agenzia ufficiale Ani, secondo la quale "Hariri ha informato il presidente Michel Aoun che rientrerà in Libano mercoledì". Hariri, che dal 3 novembre scorso si trovava a Riad, dove l'indomani ha annunciato a sorpresa le sue dimissioni, è arrivato stamane a Parigi su invito del presidente Emmanuel Macron.

11:47Cancelleri proclamato eletto all’Ars ma assente a cerimonia

(ANSA) - PALERMO,18 NOV - Non si è presentato alla cerimonia in Corte d'appello a Palermo Giancarlo Cancelleri (M5s) che è stato comunque proclamato eletto all'Assemblea siciliana dal presidente Matteo Frasca. Cancelleri è stato proclamato subito dopo Nello Musumeci che invece si è presentato con alcuni familiari circondato da un centinaio di persone.

11:36Terremoto: Zingaretti visita attività commerciali Amatrice

(ANSA) - AMATRICE (RIETI), 18 NOV - Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, è giunto d Amatrice, il comune del Reatino colpito dal terremoto dello scorso anno. Il governatore in questo momento sta visitando le attività delocalizzate in seguito al sisma nella nuova area commerciale ‘ex Cotral’ realizzata dalla Regione Lazio.

11:31Sicilia: Musumeci proclamato presidente Regione

(ANSA) - PALERMO, 18 NOV - Nello Musumeci è stato proclamato presidente della Regione siciliana dalla Corte d'appello di Palermo. Al momento della proclamazione da parte del presidente del Corte, Matteo Frasca, il neo governatore Musumeci si è commosso. In prima fila nell'aula magna con Musumeci c'erano il figlio Salvo e la nipote Rita. Un applauso ha chiuso la breve cerimonia, presenti un centinaio di persone. Al termine, nell' atrio del palazzo di giustizia il neo presidente è stato festeggiato dalla folla: tanti gli abbracci e baci.

Archivio Ultima ora