Nasce la Difesa comune europea, aderiscono 23 Paesi

Pubblicato il 13 novembre 2017 da ansa

Nasce la Difesa comune europea.

 

 

BRUXELLES. – Nasce la difesa comune europea. Ventitré paesi dell’Ue hanno firmato a Bruxelles l’impegno a partecipare alla Pesco, la cosiddetta ‘Cooperazione permanente per la sicurezza’ prevista dal Trattato di Lisbona, primo passo verso un sistema integrato di difesa comune.

L’alto rappresentante per la politica estera, Federica Mogherini, e la ministra della Difesa, Roberta Pinotti, hanno definito quella di oggi “una giornata storica” per l’Europa. Mentre il portavoce ed il capo di gabinetto di Jean Claude Juncker hanno esultato via Twitter: “La bella addormentata si è svegliata”.

E’ chiaro il riferimento storico al mattone della difesa comune, che “per 60 anni” (soprattutto per l’opposizione britannica, ma per decenni anche francese) non era mai stato neppure possibile immaginare di mettere nella costruzione europea. Dopo il referendum sulla Brexit è diventato realtà in meno di un anno e mezzo.

“Si realizza una parte importante del sogno di De Gasperi che negli anni ’50 del secolo scorso morì con questa spina nel cuore”, ha osservato il ministro degli Esteri, Angelino Alfano. “A pensarci a ritroso: quanto saremmo più avanti con la costruzione di un’Europa più unita e più forte se si fosse realizzato allora questo disegno…”, ha aggiunto il titolare della Farnesina.

La firma della cosiddetta “notifica congiunta”, consegnata nelle mani di Mogherini, è solo il primo passo formale per la costruzione di una difesa comune. Il Consiglio Esteri dell’11 dicembre dovrebbe formalizzare la costituzione della Pesco, che dovrà essere approvata a maggioranza qualificata rafforzata.

Solo cinque i Paesi che non hanno aderito: oltre alla Gran Bretagna in uscita (che però ha dato il via libera politico, assicurando che non si opporrà) e alla Danimarca che ha l’opt-out sin dalla ratifica del Trattato di Lisbona, anche Irlanda (che probabilmente si aggiungerà nelle prossime settimane), Malta e Portogallo.

La nascita della Pesco nella vulgata degli euroscettici equivale a quella di un “esercito europeo”. Cosa che in realtà non è, visto che la sovranità sulle forze armate resta ai singoli paesi. Nella sintesi di un diplomatico: “Gli europei hanno deciso quale macchina usare insieme. Ora sarà più facile discutere l’obiettivo del viaggio comune”.

L’obiettivo principale è aumentare l’efficienza dello strumento militare europeo, fare economie di scala negli acquisti, ridurre il numero esorbitante di diversi sistemi d’arma, facilitare il movimento delle truppe entro i confini Ue e stimolare gli investimenti su progetti comuni.

Elemento fondamentale di quello che nasce come un accordo tra governi è la sua natura “vincolante” rispetto agli obiettivi decisi in comune. Strumento decisivo per la riuscita sarà poi il Fondo europeo per la difesa, lanciato dalla Commissione europea e che – quando sarà a pieno regime dopo il 2020 – sarà dotato di almeno 5,5 miliardi di euro l’anno per gli investimenti nella ricerca e lo sviluppo per l’industria militare. Cosa che aprirà per l’Italia “interessanti possibilità”, come ha sottolineato Pinotti. Mentre Alfano ha ricordato che così si è messo in campo uno “strumento essenziale” per la politica estera dell’Europa soprattutto verso l’Africa.

(di Marco Galdi/ANSA)

Ultima ora

14:03Tennis:ßAustralia, Nadal e Dimitrov agli ottavi

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - Prosegue spedito il cammino di Rafael Nadal agli Australian Open: lo spagnolo numero uno del mondo si è qualificato per gli ottavi di finale battendo per 6-1 6-3 6-1 il bosniaco Damir Dzumhur, che al primo turno aveva eliminato Paolo Lorenzi. Prossimo avversario del mancino di Manacor l'argentino Diego Schwartzman, che ha avuto la meglio sull'ucraino Alexandr Dolgopolov, imponendosi per 6-7(1-7) 6-2 6-3 6-3. Supera il turno anche Grigor Dimitrov: il bulgaro, numero 3 del ranking mondiale e del tabellone, ha prevalso in quattro set sul 20enne russo Andrey Rublev per 6-3 4-6 6-4 6-4. Ha impiegato quattro set per staccare il pass per gli ottavi anche lo spagnolo Pablo Carreno Busta che ha sconfitto per 7-6(7-4) 4-6 7-5 7-5 il lussemburghese Gilles Muller.

14:01Sci: Goggia, risultato eccezionale

(ANSA) - CORTINA D'AMPEZZO, 19 GEN - "Sono stati una gara ed un risultato eccezionali. Ma non è stata davvero una discesa facile, qualche errore l'ho commesso anche io e la visibilità non era sempre perfetta. Ma avevo ben in testa la mia linea e l'ho seguita attaccando sempre, senza guardare quello che avevano fatto le altre, ma affidandomi solo alle indicazioni dei mie allenatori". Sofia Goggia - seconda vittoria in serie in discesa - è felicissima e super festeggiata nel parterre della Olympia delle Tofane. La sua è stata una cavalcata pazzesca, sempre al limite senza paura nella quale ha battuto la favorita Lindsey Vonn che ha commesso un errore dopo il terzo intermedio mettendo uno sci di traverso su un dossetto. "Se Lindsey non avesse fatto quell'errore avrebbe forse vinto lei ma sul gradino più alto del podio ci sono io" ha riconosciuto Goggia ben consapevole della sua impresa.

13:57Mo: Ue, Palestina al centro riunione ministri esteri lunedì

(ANSA) - BRUXELLES, 19 GEN - La discussione sul processo di pace in Medio oriente e il pranzo col presidente dell'autorità palestinese Abu Mazen saranno il momento principale della riunione dei ministri degli Esteri dell'Ue di lunedì, a Bruxelles. Secondo quanto spiegato da fonti europee, i ministri analizzeranno "diverse opzioni per rafforzare lo Stato palestinese, nell'ottica di un processo di pace che abbia una soluzione a due Stati". Tra i vari strumenti al vaglio, anche l'eventuale futuro lancio di un "accordo di associazione", che comunque - viene sottolineato - potrebbe entrare in vigore "solo nel momento in cui lo Stato palestinese venga riconosciuto". Nessuno nasconde però che la situazione sia "molto complicata" e in attesa di vedere quale sia il piano Usa, l'Ue "ritiene di avere un ruolo nel fare pressing per un impegno a creare un nuovo slancio".

13:54Baby gang: altri due minori denunciati a Napoli

(ANSA) - NAPOLI, 19 GEN - Altri due minori sono stati denunciati dalla polizia per l'aggressione a Ciro, il ragazzo brutalmente colpito domenica sera nei pressi della stazione Policlinico della metropolitana, a Napoli. Ieri mattina gli agenti della questura di Napoli avevano individuato i primi due presunti responsabili. Le indagini continuano.

13:53Alluvione Sardegna: pm chiede quattro rinvii a giudizio

(ANSA) - OLBIA, 19 GEN - Quattro rinvii a giudizio per i tre morti di Monte Pino, nell'ambito dell'inchiesta bis sull'alluvione nel 2013 che provocò 19 vittime (compreso un disperso mai ritrovato a Bitti, nel Nuorese), di cui 13 in Gallura. La Procura di Tempio Pausania chiede che i dirigenti della Provincia di Sassari e della ex Provincia di Olbia Tempio, Giuseppe Mela e Pasquale Russo e i funzionari delle due amministrazioni provinciali, Francesco Prunas e Graziano Sini siano processati per omicidio colposo plurimo. La richiesta è stata formulata dal pm Laura Bassani e arriva a distanza di quattro anni dai tragici fatti del 18 novembre 2013 quando Bruno Fiore, Sebastiano Brundu e Maria Loriga che transitavano, a bordo di un fuoristrada, sulla provinciale 38 che collega Olbia a Tempio,furono inghiottiti dalla voragine provocata dall'alluvione."Finalmente siamo arrivati al passaggio decisivo che ci consentirà di conoscere il pronunciamento del Gup su questa tragedia", spiega all'ANSA l'avvocato di parte civile Maurizio Mani. Una storia giudiziaria rimasta drammaticamente intrappolata fra i rinvii causati da mancate notifiche, faldoni smarriti e giudIci finiti sotto inchiesta per altre vicende. Secondo i legali che assistono i parenti delle vittime (Maurizio Mani, Nicoletta Mani, Massimo Delogu) gli imputati sarebbero responsabili della mancata manutenzione del ponte crollato sotto la furia dell'acqua. Una struttura, fra l'altro, che non era mai stata collaudata. Spetterà ora al gup Giuseppe Grotteria stabilire se il processo per le morti di Monte Pinu si dovrà aprire oppure no. La lettura del dispositivo è prevista fra una settimana, venerdì 26 gennaio.

13:52Tennis: Australia, Svitolina agli ottavi

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - Per la prima volta in carriera l'ucraina Elina Svitolina è arrivata negli ottavi agli Australian Open e lo ha fatto disputando un match impeccabile. "Lei non ha nulla da perdere e quindi giocherà senza pressione", aveva detto Elina alla vigilia parlando della giovanissima connazionale Marta Kostyuk, che dodici mesi fa conquistava il titolo junior. Invece la 15enne di Kiev l'emozione l'ha sentita. Svitolina, n.4 Wta e quarta testa di serie, si è aggiudicata per 6-2 6-2 il derby ucraino, interrompendo ad 11 la striscia di match vinti consecutivi a Melbourne dalla ragazzina di Kiev, appena n. 521 alla vigilia del torneo e che ora si consolerà avvicinandosi alle prime 250 del ranking. Gli altri risultati del terzo turno: Martic-Kumkhum 6-3 3-6 7-5; Mertens-Cornet 7-5 6-4; Allertova-Linette 6-1 6-4; Suarez Navarro-Kanepi 3-6 6-1 6-3; Rybarikova-K.Bondarenko 7-5 3-6 6-1.

13:43M5s: Di Maio, con noi “pensione di cittadinanza”

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - "Nel nostro programma di governo noi proponiamo la pensione di cittadinanza: sono 780 euro di minima a tutti i pensionati e 1.170 euro al mese per una coppia". Lo ha detto il candidato premier del M5s Luigi Di Maio a L'Aria che Tira.

Archivio Ultima ora