Il giorno in cui é morto il calcio italiano

Pubblicato il 14 novembre 2017 da redazione

Buffon in lacrime.

 

CARACAS – Una serata da dimenticare per la storia del calcio italiano. L’Italia non va oltre lo 0-0 contro la Svezia e in virtù della sconfitta dell’andata certifica l’eliminazione nel play off. Sarà la Nazionale svedese a partecipare ai prossimi Mondiali di Russia 2018.

Per la terza volta nella storia gli azzurri non andranno alla kermesse iridata, i precedenti sono Uruguay 1930 e Svezia 1958. A caldo abbiamo chiesto ai tifosi italo-venezuelani il loro parere sulla Waterloo degli Azzurri.

“Una Federazione da rifondare da cima a piedi. Dispiace solo per i giocatori che si sono impegnati e dispiace sopratutto per Gianluigi Buffon che sperava nel record di sei partecipazioni al Mondiale” dice con un tono abbastanza amareggiato Antonietta Palumbo.

Mentre Mariano Moscaritolo spiega: “Inutile piangerci sopra è solo vergognoso uscire così e contro una nazionale come la Svezia che é molto inferiore alla nostra. Il calcio italiano umiliato da incompetenti messi li solo per distruggere la nostra nazionale. VERGOGNA! VERGOGNA!”

L’Italia ha partecipato a 14 edizioni consecutive del Mondiale. La debacle con la Svezia ci farà rivivere una situazione vissuta ben 59 anni fa, quella fu la prima e unica volta che l’Italia non si qualificò alla Coppa del Mondo. Era il 1958 e agli Azzurri bastava il pareggio nell’ultima partita del girone contro l’Irlanda del Nord per conquistare matematicamente il primo posto e la qualificazione.

Si giocava a Belfast, in un campo reso pesantissimo dalla pioggia e contro avversari che fecero di tutto per trasformare la partita in una vera e propria battaglia.

L’Irlanda del Nord riuscì a conquistare una clamorosa vittoria per 2-1 e scippò il primo posto agli Azzurri, usciti con le ossa rotte (in tutti i sensi) dallo stadio di Belfast. Anche quella volta c’era la Svezia di mezzo, il mondiale si disputava nel paese scandinavo.

Antonio Cantelmo é critico, ma cerca di trovare uno spiraglio da questa Caporetto Azzurra: “Non voglio mancare di rispetto ad una persona anziana, ma Ventura si é affidato a degli schemi ridicoli vedi il 4-2-4 contro la Spagna. La sua forma di giocare era troppo macchinosa e prevedibile. L’epilogo non poteva essere altro” – spiega Cantelmo, aggiungendo – “La Germania anni fa, dopo un Europeo disastroso, é riuscita a costruire un impero da una disfatta. Mi piacerebbe pensare che faremo lo stesso, almeno io spero questo”.

 

Dal canto suo Emilio Lungarella é critico dicendo: “Adesso si può dire che hanno rovinato anche la nostra amata nazionale ed i responsabili si guarderanno allo specchio domattina. E troveranno forse ancora le scuse per non essere seri, per non cambiare. Per noi italiani all’estero é una tristeza dover guardare il mondiale degli altri. É una cosa imperdonabile. Io sono certo che se la Svezia giocava nel campionato italiano il Benevento avrebbe conquistato i suoi primi tre punti in Serie A”.

Le lacrime di Gigi Buffon alla fine fanno molto male, soprattutto a lui. Che avrebbe meritato un ben altro epilogo di una carriera gloriosa come la sua. Ma è andata così, alla fine è successo davvero, siamo fuori dai Mondiali. Non accadeva dal 1958, i Mondiali di 60 anni fa.

Mario Russo quasi in lacrime per la scofitta e dopo aver visto il suo idolo in un mare di lacrime tuona dicendo: “Grazie Ventura per averci dato il “lusso” di veder gli altri giocare il mondiale! Grazie Tavecchio e compagnia bella per aver messo alla guida della nazionale un allenatore non all’altezza, che in carriera non ha vinto nulla, senza carisma e limitato tatticamente! Grazie a chi ha messo a capo della Federazione elementi incapaci, buoni solamente a pensare ai propri interessi senza pensare a come rimettere in sesto un movimento calcistico allo sbando!”

Anche Giovanni Del Cont dice la sua sulla mancata qualificazione degli azzurri: “Sinceramente non me la sento di condannare i giocatori, o perlomeno di condannare Buffon, Chiellini, Candreva e Jorginho che stasera mi sono sembrati in partita. Condanno, da juventino, giocatori oramai al capolinea come Barzagli e Bonucci e giocatori assolutamente mediocri vedi i vari Bernardeschi, Darmian, Gabbiadini e Parolo, ma sopratutto attribuisco un’enorme responsabilità al CT Ventura, un allenatore buono per le squadre di metà classifica della serie A, ma insufficiente per una Nazionale come l’italiana. Ventura non è mai stato in grado di dare un gioco a questa squadra, non solo con la Svezia, ma anche con Israele, Macedonia ed Albania, rivali assolutamente alla nostra portata. Su Tavecchio sarò conciso: personaggio squallido”.

Mentre Italo Guerra racconta: “La peggior Italia di sempre. Un disonore vedere che gli svedesi difendono meglio di noi. La Spagna e la Germania avrebbero rimontato 8 reti contro di loro. Non siamo riusciti a segnare un gol in 180′ minuti contro la Svezia. Ed ora mandiamo a casa il peggior commissario tecnico mai avuto e chi lo ha scelto”.

Dal canto suo, Angelo Mancuso ci dice: “Disfatta nazionale, una debacle sportiva, economica, sociale, una catastrofe senza precedenti, non può valere il ’58 con investimenti nel calcio che erano un miliardesimo di quelli attuali, non esiste che una nazione come l’Italia che nel calcio investe miliardi non partecipi ai mondiali! La FIGC va, dopo l’ecatombe di stasera va metaforicamente, rasa al suolo!

Florenzi si mette le mani nei capelli… come tutti i tifosi.

Roberto Esposito analizza la situazione dicendo: “Penso che la Nazionale dovrebbe trarre qualche insegnamento dalla débacle della nazionale francese che non riuscì a qualificarsi ai Mondiali 1994. Grazie a quel fallimento, e a dei sacrifici mirati, vedi Cantona e Papin, i Bleus riuscirono a costruire l’ossatura incredibile della squadra che vinse i Mondiali del 1998 e l’Euro 2000”.

Infine Claudio Leone ci dice: “Questo é terribile! Questa situazione é una debacle non solo per la nazionale, ma anche per la Serie A! Non so se qualificarla peggio di calciopoli! Mi sento malissimo per la mancata qualificazione degli azzurri, tu come italo-venezuelano sai cosa significa per noi la nazionale. Chi poteva immaginarsi una situazione simile, io ci ho creduto fino alla fine. Ho detto sarà difficile, però almeno un gol lo facciamo, poi sarà più facile. Però poi vedendo la gara nulla, attaccavano ma non avevano le idee chiare”.

Tra pochi mesi vedremo il Mondiale degli altri: dopo 60 anni siamo di nuovo fuori. Per chi vi scrive una vergogna calcistica intollerabile, una macchia indelebile. A casa noi, ma anche chi non ci ha portato in Russia e chi l’ha scelto. Diciassette anni fa Dino Zoff si dimise dopo una finale europea persa al golden goal: non sopportò il giudizio poco lusinghiero di Berlusconi, che non aveva incarichi specifici, e la chiuse lì. Tre anni fa il presidente Abete e Prandelli non ressero al crac brasiliano.

E’ finita. Apocalisse, tragedia, catastrofe. Chiamatela come vi pare! Una cosa é certa: il nostro calcio è in grave crisi ma non è inferiore a quello svedese, né a quello svizzero.

(Fioravante De Simone)

Ultima ora

14:01Uccide moglie con mannaia e ferisce bimbo di 3 anni

(ANSA) - CREMONA, 24 GEN - Una donna di 46 anni è stata uccisa dal marito 51enne a colpi di mannaia stamani intorno alle 10, nell'abitazione della coppia a Cremona. Accanto al corpo della donna - di nazionalità cinese come il consorte - gli agenti hanno trovato un bambino di 3 anni agonizzante che, secondo le prime informazioni, è il figlio di amici della coppia. Il bambino è in condizioni disperate all'ospedale Maggiore di Cremona. L'omicidio è avvenuto nell' abitazione della coppia, in via Fatebenefratelli, nel quartiere Zaist, alla periferia di Cremona. Quando gli agenti chiamati dai vicini sono entrati in casa hanno visto l'uomo che ancora impugnava una mannaia e il cadavere della moglie a terra. Lì vicino c'era il bambino ferito. L'uomo è stato ammanettato e portato in carcere.

13:56Doping:4 anni di squalifica per lituano Raimondas Rumsas jr.

(ANSA) - ROMA, 24 GEN - Quattro anni di squalifica per uso di sostanze vietate: questa la decisione del tribunale nazionale antidoping a carico del ciclista lituano Raimondas Rumsas jr., da anni residente in Italia con la famiglia. La squalifica è scattata da ieri e terminerà il 22 ottobre 2021, considerando anche il periodo di sospensione cautelare dall'attività sportiva ufficiale. Il 23enne Rumsas era stato trovato positivo al GRHP-6, un ormone della crescita, in un controllo fuori gara effettuato il 4 settembre scorso a Capannori, in Toscana. Anche il padre (peraltro omonimo, classe 1972) del giovane corridore in passato era stato coinvolto in scandali legati al doping e al traffico di medicinali proibiti. Rumsas senior nel 2002 fu anche terzo al Tour de France, durante il quale la moglie fu fermata alla frontiera con uno stock di farmaci vietati dall'antidoping. Un fratello di Rumsas, Linas, anch'egli ciclista, è morto il 2 maggio dell'anno scorso in circostanze mai del tutto chiarite, a causa di un malore improvviso. (ANSA).

13:50FdI: Gemmato, davanti sede Bari corona fiori su foto Meloni

(ANSA) - BARI, 24 GEN - Una corona di fiori è stata posizionata davanti alla sede del comitato di Fratelli d'Italia a Bari, sotto la foto del leader del partito, Giorgia Meloni. E il coordinatore regionale di FdI Marcello Gemmato, su Fb parla di "gesto intimidatorio: una corona di fiori davanti alla porta della nostra sede di Bari. Di certo non un omaggio floreale dal messaggio positivo". Fdi ha presentato denuncia e richiesto di visionare le immagini della telecamera che sta fuori la sede del comitato. La corona di fiori è la stessa che qualche giorno fa la Cgil, alla presenza del segretario Susanna Camusso, ha messo sotto la targa di Benedetto Petrone, il giovane militante comunista ucciso da un gruppo di fascisti nel 1977, a Bari. La targa si trova proprio accanto all'altro ingresso della sede del comitato di FdI, e dunque la corona è stata spostata di qualche metro. Gemmato precisa che dalla corona hanno tolto il nastro con i riferimenti alle vittime del fascismo, e "l'hanno attaccata sulla porta della nostra sede".

13:47Lega: nasce movimento ‘parallelo’ per Salvini premier

(ANSA) - MILANO, 24 GEN - Lo Statuto di un movimento 'parallelo' alla Lega è stato depositato e già pubblicato in Gazzetta Ufficiale a dicembre, con la denominazione 'Lega per Salvini premier', la stessa che dal 3 novembre utilizza Roberto Calderoli nel gruppo Misto del Senato. Si tratterebbe di un modo per aggirare il blocco dei conti di via Bellerio. Ma dallo statuto emerge anche la conferma di una nuova linea politica federalista ma nazionale che, nel primo articolo, non cita la 'Padania'. Ufficialmente i vertici della Lega non hanno mai parlato di questo Statuto, in queste settimane, nonostante la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale il 14 dicembre scorso. Nello statuto del movimento 'parallelo', compare un simbolo blu uguale a quello della campagna 'Salvini premier' e non è contemplata la carica di presidente federale, che nella Lega è ricoperta da Umberto Bossi.

13:43Fondazione Musica per Roma, online il nuovo sito web

(ANSA) - ROMA, 24 GEN - E' online il nuovo sito internet istituzionale della Fondazione Musica per Roma. Invariato nell'indirizzo: www.auditorium.com, lo spazio è completamente rinnovato nell'architettura di contenuti e consente all' utente una navigazione più agevole. La nuova piattaforma costruita ad hoc semplifica la ricerca e l'acquisto degli spettacoli e valorizza la produzione e programmazione della Fondazione. Il nuovo portale ha diverse novità e sezioni come "Share the love" per condividere subito i concerti e fare una propria whislist e "What's hot" per raccontare oltre le attività, le curiosità, il dietro le quinte attraverso i nuovi contenuti multimediali attivati, le foto, gli articoli principali, le produzioni dell'etichetta discografica. Il nuovo portale arriva dopo una serie di interventi di comunicazione che la Fondazione Musica per Roma ha attivato in due anni per attirare sempre di più il suo pubblico: dal nuovo magazine disponibile anche online sul neo canale www.issuu.com/auditoriumparcodellamusica, al canale dedicato ai last minute di Telegram https://telegram.me/auditoriumparcodellamusica, all'apertura del canale Spotify e infine il canale partecipativo di Instagram @IloveAuditorium la community dedicata a tutti gli amanti della cultura che racconta attraverso i social i festival ed eventi. (ANSA).

13:41Siria: Ankara, neutralizzati 260 curdi

(ANSA) - ISTANBUL, 24 GEN - Sono almeno 260 i militanti curdi appartenenti all'Ypg, al Pkk e anche all'Isis, "neutralizzati" - cioè uccisi, feriti o catturati - nell'enclave curdo-siriana di Afrin dall'esercito turco e dalle milizie siriane sue alleate a partire dall'inizio dell'operazione 'Ramoscello d'ulivo', giunta oggi al quinto giorno. Lo fanno sapere le forze armate di Ankara. "Sappiamo che per ogni lotta c'è un prezzo da pagare", ma "noi non faremo passi indietro", ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, annunciando poi che "in 4 giorni ci sono 7-8 martiri nell'operazione 'Ramoscello d'ulivo'" ma senza specificare se sono tutti soldati turchi o anche miliziani siriani filo-Ankara.

13:33Tennis: Federer quarto semifinalista Australia, ora Chung

(ANSA) - ROMA, 24 GEN - Roger Federer e' il quarto semifinalista degli Australian Open di tennis, e incontrerà ora la rivelazione del torneo, il sudcoreano Hyeon Chung. A Melbourne, lo svizzero campione in carica ha battuto nei quarti il ceko Tomas Berdych in tre set 7-6, 6-3, 6-4. Per Federer e' la quattordicesima semifinale in 15 partecipazioni al torneo australiano; la sfida a Chung e' invece una prima assoluta nella carriera del n.2 del mondo.

Archivio Ultima ora