Attacco Anonymous, rubati dati istituzioni Italia e Ue

Pubblicato il 14 novembre 2017 da ansa

FOTO EPA/ALISA YULDYBAEVA

 

ROMA. – L’attacco è scattato sabato: mail, numeri di telefoni, ordinanze di servizio delle Questure ma anche buste paga e fotocopie di documenti di appartenenti a forze di polizia e forze armate sono finiti su internet, accessibili a tutti. Compreso uno scambio di mail tra funzionari di palazzo Chigi e le autorità di sicurezza per l’organizzazione dei sopralluoghi a Bologna in vista della visita del premier Paolo Gentiloni, in programma domani.

A rivendicarlo, gli hacker di Anonymous: “Cittadini, siamo lieti di annunciarvi, per il diritto della democrazia e della dignità dei popoli, che siamo in possesso di una lista di dati personali relativi al Ministero dell’Interno, al Ministero della Difesa, alla Marina Militare nonché di Palazzo Chigi e Parlamento europeo”.

I documenti diffusi dal blog e dal profilo Twitter degli hacker sono al momento una quarantina ma, stando a quanto loro stessi affermano, potrebbero essere molti di più. “Da settimane ci divertiamo a curiosare nei vostri server, nelle vostre e-mail, portali, documenti, verbali e molto altro – scrivono – Siamo in possesso di una notevole mole di materiale: ad esempio documenti sui sistemi di intercettazioni, tabulati, microspie di ultima generazione, attività sotto copertura; file riguardanti i Notav e i dissidenti; varie circolari ma anche numerose mail”.

Se sia davvero così, e se Anonymous deciderà di diffondere altri leaks, si scoprirà nelle prossime ore. Secondo il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, però, l’intrusione è stata “immediatamente rilevata” dagli esperti della Polizia Postale nel corso di un costante monitoraggio della rete. E soprattutto, gli hacker non sarebbero riusciti a penetrare le difese dei server delle istituzioni.

“Le attività d’indagine tecniche avviate nell’immediato non hanno al momento evidenziato ulteriori compromissioni di sistemi informatici istituzionali” dicono dal Dipartimento, sottolineando che l’attacco ha interessato solo due “caselle mail personali di un dipendente della Difesa e di un appartenente alla Polizia di Stato”, dalle quali sono stati sottratti “indirizzi mail e documentazione”.

Anche la Difesa esclude “buchi” sulle reti informatiche del ministero. Sono stati sottratti “dati e documenti personali contenuti in mail private di singoli dipendenti della Difesa, con una palese violazione della privacy. Nessuna informazione a uso d’ufficio né tantomeno dati e argomenti classificati sono stata in alcun modo trafugati”.

Quel che è certo, però, è che a differenza di altre volte in cui gli hacker hanno pubblicato documenti istituzionali rubati, stavolta ve ne sono diversi molto attuali e non risalenti ad anni fa. C’è, ad esempio, una ordinanza della questura di Roma datata 10 novembre in cui si indicano tutte le manifestazioni – e i relativi servizi della Digos – previste per la giornata di sabato scorso.

E c’è, appunto, lo scambio di mail sulla visita di Gentiloni in programma domani. Mail circolate giovedì e venerdì scorsi tra Palazzo Chigi e gli apparati di sicurezza in cui si indicavano i nomi degli appartenenti alle forze di polizia che avrebbero effettuato i sopralluoghi nei luoghi che il presidente del Consiglio visiterà domani.

Ma non solo: tra i documenti ci sono anche le frequenze radio chieste e concesse all’Italia per le comunicazioni di sicurezza in occasione della partecipazione del premier al vertice Ue di Bruxelles dal 19 e 20 ottobre scorsi, un documento del ‘Centro unico stipendiale esercito’, con le disposizioni relative agli stipendi dei militari – dai generali fino ai marescialli – i numeri di cellulare di personale del ministero dell’Interno in missione all’estero. E, ancora, i dati personali e le foto di agenti e militari: curricula, dichiarazioni dei redditi, fotocopie di passaporti e carte d’identità, buste paga e contratti d’affitto.

Ultima ora

12:38Cinema: Francesco Moser, concluse riprese in Trentino

(ANSA) - TRENTO, 18 NOV - Sono terminate in Trentino le riprese di 'Moser - Scacco al tempo', un film di Nello Correale. La troupe ha affiancato Francesco Moser, tuttora il ciclista italiano con più vittorie di sempre, nel corso di un anno e lungo i percorsi a lui familiari per raccontare non solo il campione, ma per comporre un inedito ritratto dell'uomo, della famiglia e della comunità di Palù di Giovo, paesino in provincia di Trento dove il campione è nato e dov'è sempre tornato. La pellicola documenta il legame profondo della leggenda del ciclismo con la sua terra e ne ripercorre le gesta in compagnia di Merckx, Saronni, Hinault. Una storia che si rivolge a tutti, non solo agli amanti del ciclismo. Il film è prodotto da Filmwork e Tipota Movie in collaborazione con Michelangelo film, con il sostegno di Trentino Film Commission, Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, e con il contributo di Banca Mediolanum, Barilla e Enervit spa. Le riprese si sono svolte tra Italia e Francia. L'uscita è prevista per l'inizio del 2018. (ANSA).

12:25Terremoto: Zingaretti e Pirozzi a colloquio in Comune

(ANSA) - AMATRICE (RIETI), 18 NOV - Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, è a colloquio con il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, nella sede del Comune reatino colpito dal terremoto dello scorso anno. È il primo incontro dopo il lancio della candidatura di Pirozzi alla presidenza della Regione Lazio. Zingaretti ha raggiunto il municipio di Amatrice dopo aver visitato la zona rossa è una delle areee commerciali realizzate dalla Regione Lazio.

12:14Calcio: Fiorentina, Chiesa prolunga fino al 2022

(ANSA) - FIRENZE, 18 NOV - Federico Chiesa ha prolungato il contratto con la Fiorentina fino al 2022. Ad ufficializzarlo la stessa società viola, attraverso i propri canali: "Acs Fiorentina comunica di aver prolungato fino al 30 giugno 2022, con reciproca soddisfazione, il contratto con il calciatore Federico Chiesa".

11:57Libano: Hariri a Aoun, ‘a Beirut mercoledì 22 novembre’

(ANSAmed) - BEIRUT, 18 NOV - Il primo ministro libanese Saad Hariri ha in programma di rientrare a Beirut mercoledì 22 novembre in coincidenza con la festa nazionale. Lo annuncia l'agenzia ufficiale Ani, secondo la quale "Hariri ha informato il presidente Michel Aoun che rientrerà in Libano mercoledì". Hariri, che dal 3 novembre scorso si trovava a Riad, dove l'indomani ha annunciato a sorpresa le sue dimissioni, è arrivato stamane a Parigi su invito del presidente Emmanuel Macron.

11:47Cancelleri proclamato eletto all’Ars ma assente a cerimonia

(ANSA) - PALERMO,18 NOV - Non si è presentato alla cerimonia in Corte d'appello a Palermo Giancarlo Cancelleri (M5s) che è stato comunque proclamato eletto all'Assemblea siciliana dal presidente Matteo Frasca. Cancelleri è stato proclamato subito dopo Nello Musumeci che invece si è presentato con alcuni familiari circondato da un centinaio di persone.

11:36Terremoto: Zingaretti visita attività commerciali Amatrice

(ANSA) - AMATRICE (RIETI), 18 NOV - Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, è giunto d Amatrice, il comune del Reatino colpito dal terremoto dello scorso anno. Il governatore in questo momento sta visitando le attività delocalizzate in seguito al sisma nella nuova area commerciale ‘ex Cotral’ realizzata dalla Regione Lazio.

11:31Sicilia: Musumeci proclamato presidente Regione

(ANSA) - PALERMO, 18 NOV - Nello Musumeci è stato proclamato presidente della Regione siciliana dalla Corte d'appello di Palermo. Al momento della proclamazione da parte del presidente del Corte, Matteo Frasca, il neo governatore Musumeci si è commosso. In prima fila nell'aula magna con Musumeci c'erano il figlio Salvo e la nipote Rita. Un applauso ha chiuso la breve cerimonia, presenti un centinaio di persone. Al termine, nell' atrio del palazzo di giustizia il neo presidente è stato festeggiato dalla folla: tanti gli abbracci e baci.

Archivio Ultima ora