Jesús Faria: stop alla speculazione con la nuova legge su prezzi “accordati”

Jesús Faria
Jesús Faria

CARACAS.-  In una intervista a Venezolana de Televisión, l’emittente tv  statale, Jesús Faria ha assicurato che la Legge Costituzionale per i Prezzi Accordati stimolerà la produzione e contribuirà a combattere la speculazione. La legge, quindi, aiuterà a migliorare la precaria produzione nazionale tanto nel settore pubblico come in quello privato.

Faria ha annunciato che a breve si conoscerà la lista dei 50 prodotti che si manterranno dentro il calmiere.

“Sono 50 i prodotti che dobbiamo presentare prima possibile, perché se i produttori si sentono a loro agio per produrli, significa che staremmo stimolandoli per mezzo dei prezzi.”

L’obiettivo di questa affermazione non è chiaro. Non si capisce se la legge stabilisca nuovi prezzi calmierati o se, invece, lasci una certa libertà di mercato.

Fatto sta, che l’esperienza del paese in questa matteria è stata quella che, nonostante il governo abbia sempre voluto controllare i prezzi, i controlli non sono serviti a nulla. I prezzi sono sempre schizzati in su e la speculazione ha pure aggiunto di suo.

La nuova legge

La legge è stata consegnata alla Anc dal presidente Maduro per “stabilizzare l’economia, settore che è il bianco della speculazione.”

“Lo Stato esercirà la sua autorità, si è riunito con imprenditori e produttori per stabilire il costo della produzione y guadagno per poi determinare i prezzi” ha detto Faria.

E ha aggiunto che “questa legge frenerà la speculazione.”

La Anc ha approvato i primi sei articoli della legge. Secondo i membri della Anc, questi articoli devono essere interpretati per garantire la protezione dei diritti umani, la sicurezza alimentaria, la pace economica, la stabilità dei prezzi e la difesa della nazione.

Affermazioni che si ripetono sovente e non mancano di significato. Il problema, però, è un altro: come portarle a concrezione? Finora, non ci sono riusciti.