Mons. Diego Padrón: “c’è sfiducia negli interlocutori del dialogo.”

Mons. Padrón: "Non si ha fiducia nel dialogo"
Mons. Padrón: “Non si ha fiducia nel dialogo”

Caracas.- Mons. Padrón diffida della sincerità del governo con rispetto al dialogo, difatti, crede che l’unica intenzione sia quella di mantenersi saldo nel potere. Però crede anche che i cittadini abbiano perso la fiducia non soltanto nel governo ma anche nell’opposizione.

Secondo Padrón il problema non si trova nel dialogo come tale ma nel fatto che il dialogo ha perso il valore che aveva.

In una intervista ad Unión Radio, il Monsignore ha ribadito che “Il dialogo si è svuotato di valore proprio per la sfiducia che oramai il popolo ha nei suoi interlocutori” – e continuato – “Nessuno crede più nel governo, non è sincero. Ma neanche tutti credono all’opposizione. L’opposizione non è garante di sincerità visto che non è chiara per via delle sue “agende nascoste.”

Il presidente della Conferenza Episcopale Venezuelana crede che se non si concreta un vero dialogo, si perderà una opportunità perché il paese raggiunga stabilità.

“Questa situazione non fa altro che generare dubbi riguardo il futuro, ci chiediamo dove finiremo, che cosa succederà…”

Condividi: