Ecco nuova Repubblica, un giornale “che sa scegliere”

Pubblicato il 21 novembre 2017 da ansa

Il direttore Mario Calabresi durante la presentazione della nuova “La Repubblica”.
ANSA/ALESSANDRO DI MEO

 

 


ROMA. – Un giornale “che sa scegliere” e che “in un paese in cui sembra prevalere il populismo” sa approfondire e analizzare i temi. A 41 anni dalla sua fondazione, la Repubblica si rinnova nei contenuti e nella veste grafica e, come sottolineato dal direttore Mario Calabresi alla presentazione alla Nuvola di Fuksas a Roma, punta a catturare l’attenzione di nuovi lettori che lasciano la carta perché “pensano che l’informazione sia ovunque e sia gratuita”.

“E’ in qualche modo un ritorno alle origini in una chiave rinnovata”, ha detto il fondatore Eugenio Scalfari, convinto che la carta non sia destinata a morire. “E’ un passaggio importante – ha aggiunto il presidente del Gruppo Gedi, Marco De Benedetti -. Il quotidiano ha una nuova veste grafica e un pensiero alle spalle, sempre indipendente, che è in linea con il nuovo mondo”.

“C’è bisogno di cambiare di nuovo perché quella in atto è una battaglia per l’attenzione dei lettori, contesi tra le mille attività che riempiono il tempo libero – ha spiegato Calabresi -. Tutti hanno il telefono in mano, lì dentro ci sono le nostre vite e grandi quantità di informazioni. Questo è il mondo in cui viviamo e noi non ci chiudiamo a riccio. Per questo ci siamo preoccupati di ripensare la carta, dove deve esserci il necessario: cioè spiegare perché qualcosa è successo, come è successo. E’ il giornalismo di approfondimento, che non può essere gratuito”.

Nuovo carattere, che si chiama Eugenio in onore del fondatore, e nuova impaginazione. In prima pagina, nella colonna di destra, ci sono quattro idee forti, “perché – ha detto il direttore – vogliamo rivendicare il fatto che, in un momento in cui nel Paese prevalgono toni populistici, mostriamo una realtà a colori”.

Il primo piano si riduce a due coppie di pagine, 2-3 e 6-7, “perché riteniamo importante che un giornale faccia le sue scelte”. La pagina 4 è dedicata ai temi identitari di Repubblica, le sue campagne. Poi, da pagina 8, ci sono le diverse sezioni, che si aprono con una colonna. Una sola foto per pagina, perché “pensiamo che i giornali con tante faccine abbiano stancato”.

Tra le novità, negli esteri, un paginone chiamato ‘fusi orari’, composto di notizie dal mondo sfiziose e tutte firmate. La cronaca apre con una storia rappresentativa del Paese, mentre l’articolo di Michele Serra, finora collocato sopra la testata, torna nella pagina delle lettere con Corrado Augias e Concita De Gregorio.

Novità anche sul web con il sito Rep.info, in abbonamento, che grazie alla tecnologia Pwa si comporta come una app. Conterrà una ventina di storie al giorno, che si potranno anche ascoltare e l’home sarà personalizzata.

Alla presentazione, che vedeva come ospite la giornalista turca Asli Erdogan che è intervenuta sul tema della libertà di stampa, anche il condirettore Tommaso Cerno. “Sono molto emozionato perché il giornale è una cosa viva – ha sottolineato -. Stiamo continuando un viaggio, iniziato 40 anni fa, in un mondo che non capiamo più e ci sembra caotico. Quando crediamo di sapere tutto improvvisamente non sappiamo più nulla. Repubblica vuole cercare di sottrarre a tutto questo rumore l’essenzialità, in linea con i nostri valori di riferimento che non sono politici, ma antropologici, come la libertà e la ricerca della verità”.

(di Michele Cassano/ANSA)

  • Mikahel

    Chi sono i padroni, i soliti banchieri?
    Se cosi allora un altro foglio a perdere

  • Spartaco Giacometti

    Mah, se poi uno dei massimi rappresentanti del giornalismo di “La Repubblica” è l’attuale conduttore di prima pagina, Radio 3 RAI il quale non si accorge del cattivo suo cattivo uso della lingua italiana ed inoltre è permeato dal pensiero unico, obbligato ed obbligatorio, non vedo molta differenza dall’edizione precedente. Se poi notizie importanti, tipo la censura sulla rete, affidata ad AGICOM, obbligo di conservazione di tutto il traffico informatico, per sei anni, non vengono diffuse, a fronte dello scoop recente che in Russia lo sia – l’obbligo di conservazione dei dati – per sei mesi, allora avanti alla grande. Auguri.

  • Spartaco Giacometti

    Mah, se uno dei grandi rappresentanti di questo giornale è l’attuale conduttore di Prima pagina, Radio 3 RAI, che male parla la lingua italiana, senza accorgerse, nonostante vari avvisi, permeato inoltre dal pensiero unico, obbligato ed obbligatorio, pena censura sociale, che differenza ci potrà essere? Giornale che non molto tempo fa ha realizzato uno “scoop” sul fatto che in Russia i providers saranno obbligati a conservare i dati del traffico informatico per sei mesi, dimenticando – volenti, ignoranti -? della nuova legge a firma Paolo Gentiloni sulla conservazione di tali dati per 6 (sei) anni e con l’attribuzione ad AGICOM di controllo ed eventuale censura del traffico informatico, al di là della magistratura, bene, buona fortuna.

Ultima ora

17:18F1: Marchionne, se Circus diventa formula Nascar andiamo via

(ANSA) - MARANELLO (MODENA), 18 DIC - "Se le macchine diventano tutte uguali, modello Nascar, se le piste sono tutte noiose come quella di Abu Dhabi, se prima di discutere argomenti più importanti come la libertà di disegnare una macchina, si pensa di togliere le donne dalla griglia di partenza come ha detto Ross Brawn alla Bbc, il bello è che la Ferrari ci mette un minuto ad andarsene". Lo ha ribadito il presidente e ad di Ferrari, Sergio Marchionne, nel pranzo per lo scambio degli auguri di Natale con la stampa specializzata.

17:15Coniugi uccisi a Viterbo: figlio resta in carcere

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - Convalida del fermo e emissione di un ordine di carcerazione per Ermanno Fieno, figlio di Rosa Franceschini, 79 anni, e Gianfranco Fieno, 83, trovati morti a Viterbo la settimana scorsa rinchiusi in sacchi di plastica. Lo ha deciso il gip di Imperia in quanto l'uomo era stato fermato a Ventimiglia, mentre era in procinto di lasciare l'Italia. Oggi Fieno si è avvalso della facoltà di non rispondere anche al gip, dopo aver fatto lo stesso sabato scorso col pm di Viterbo. Il gip si è poi dichiarato incompetente a procedere nei confronti dell'uomo accusato almeno dell'omicidio della madre (il padre potrebbe essere morto per cause naturali, attesa per esiti autopsia), e trasferito gli atti nel capoluogo della Tuscia. Qui la procura, guidata da Paolo Auriemma, dovrà procedere con una nuova richiesta di arresto. Alla base dell'omicidio della madre ci sarebbe stata una lite legata al proposito dell'uomo, difeso dagli avvocati Valentini e De Santis, di continuare a usufruire della pensione del padre.

17:13Gb: base Raf in ‘lockdown’

(ANSA) - LONDRA, 18 DIC - La base della Raf di Mildenhall, nel Suffolk, che ospita anche gli aerei dell'aviazione militare Usa, è in 'lockdown' dopo che un uomo a bordo di un'auto avrebbe cercato di forzarne l'ingresso. Ne dà notizia Sky News, secondo cui sarebbe stato compiuto un arresto.

17:10Gb: ecco la foto Natale di William e Kate coi figli

(ANSA) - LONDRA, 18 DIC - I duchi di Cambridge scelgono il colore azzurro per la foto ufficiale di questo Natale. William e Kate coi figli George e Charlotte sono stati immortalati per le festività dal fotografo reale Chris Jackson e tutti hanno indossato abiti di tonalità simili. L'immagine, che appare sui biglietti di auguri della famiglia, viene diffusa nello stesso giorno in cui Kensington Palace annuncia che la piccola Charlotte, due anni, a partire da gennaio frequenterà l'asilo: si tratta della prestigiosa, e costosa, Willcocks Nursery School, che si trova vicino alla residenza londinese dei duchi.

17:00Da Tribunale Napoli ok status rifugiato a lesbica nigeriana

(ANSA) - NAPOLI, 18 DIC - Il Tribunale di Napoli ha concesso ad una ragazza lesbica di origini nigeriane lo status di rifugiato. La ragazza, rende noto Arcigay Napoli, era scappata dal proprio paese nel 2015 dopo che il padre aveva saputo della sua omosessualità: per evitare il linciaggio e la morte ha attraversato il Niger e la Libia per approdare infine in Italia dove nel 2016 ha inoltrato la domanda di protezione internazionale. La domanda è stata in un primo momento rigettata dalla Commissione territoriale di Crotone che ha considerato, si legge nella nota, "poco credibile il racconto della ragazza, acquisito attraverso una videoregistrazione". A seguito di un ricorso e alla convocazione personale della ragazza, il Tribunale di Napoli ha riconosciuto lo status. "Una decisione molto importante - afferma Mara Biancamano, referente legale dello sportello MigraAntino di Arcigay Napoli - Il giudice ha ritenuto che non esistono parametri oggettivi ai quali si possa ancorare il giudizio sull'orientamento sessuale".

16:49Renzi a Di Maio, uscita da euro è follia per economia

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - "Stavolta Di Maio ha fatto chiarezza, bisogna ammetterlo: lui voterebbe per l'uscita dall'Euro. Io dico invece che sarebbe una follia per l'economia italiana". Lo scrive su twitter il segretario del Pd Matteo Renzi, commentando le parole del candidato M5s Luigi Di Maio che voterebbe sì in caso di un referendum come "extrema ratio" per l'uscita dall'euro.

16:48F1: la nuova Ferrari sarà presentata il 22 febbraio

(ANSA) - MARANELLO (MODENA)), 18 DIC - La Ferrari che disputerà il prossimo mondiale di F1 sarà presentata via web il 22 febbraio. Lo hanno annunciato Sergio Marchionne, Maurizio Arrivabene e Mattia Binotto durante il pranzo con la stampa specializzata per lo scambio degli auguri di Natale. A differenza dello scorso anno però la monoposto non scenderà in pista a Fiorano lo stesso giorno ma la domenica successiva a Barcellona per il "Filming day", il test privato a uso degli sponsor consentito dal regolamento Fia.

Archivio Ultima ora