Maduro verso Il bitcoin per aiutare l’economia del paese

Pubblicato il 04 dicembre 2017 da redazione

Il presidente ha annunciato che il governo sta progettando la creazione di cripto valuta, battezzata con il nome di “Petro”.

Il presidente ha annunciato che il governo sta progettando la creazione di cripto valuta, battezzata con il nome di “Petro”.

CARACAS. –  Il nuovo annuncio del presidente Nicolas Maduro lascia perplesso il paese. Il presidente ha annunciato che il governo sta progettando la creazione di cripto valuta, battezzata con il nome di “Petro”. La valuta virtuale, il cui controvalore dovrebbe essere garantito dalle riserve di petrolio, gas e diamanti, è stata concepita come una misura per far fronte alla crisi economica.

Maduro ha spiegato che il bitcoin venezuelano sarà utilizzato per gestire transazioni finanziarie e creare nuove fonti di finanziamento. E stando alle parole di Maduro, non sarà soltanto in mani agli enti governativi ma potrà essere utilizzato anche dai comuni cittadini.

Che cos’è il bitcoin

Il bitcoin è una moneta elettronica creata nel 2009 che, a differenza della maggior parte delle valute tradizionali, non fa uso di un ente centrale né di meccanismi finanziari sofisticati. Il suo valore è determinato dalla domanda e l’offerta, e oggigiorno si aggira intorno ai 11.381 dollari. Utilizza la rete Bitcoin e sfrutta la crittografia per gestire gli aspetti funzionali delle transazioni.

Ma attenzione: il valore dei bitcoin non è fisso e può crollare o impennarsi da un momento all’altro. Le persone che lo utilizzano creano un portafoglio digitale e fanno circolare le monete facendo acquisti online o nei negozi veri e propri che accettano il circuito.

In Venezuela, la moneta elettronica è stata utilizzata da alcuni ragazzi impegnati nell’avventura di eseguire transazioni con piccole somme di bitcoin per acquistare cibo e medicine in Colombia e negli Usa. Ma per molti, l’avventura è finita in mano alla Guardia Nacional che ha sequestrato i computer e chiuso la produzione di bitcoin con le minacce.

Ora, però, le cose cambiano e la generazione di questa moneta virtuale è in mano al governo. Tuttavia, le prime opinioni nel paese esprimono forti dubbi sulla sua tenuta.

I dubbi di Econometrica

Uno degli economisti che mostra perplessità riguardo l’uso del bitcoin è Henkel Garcia, direttore di Econometrica.

“Sarà molto interessante capire l’algoritmo che utilizzeranno per la creazione del bitcoin. Se è lo stesso con cui La Banca Centrale del Venezuela calcola il Bolivar, allora avremo moltissimi “Petros” in circolazione,” ha twittato Garcia.

Tuttavia il suo analisi va oltre la battuta ed introduce un dubbio.

“I bitcoin compiono una funzione equivalente al soldo, cioè possono essere contabilizzati, utilizzati per interscambi e valorizzati, ma tutto questo dipende dalla fiducia che si ha in un governo e nel suo sistema economico. Purtroppo il Venezuela non ha né l’una né l’altro. E il cripto valuta non scappa da questi parametri” ha aggiunto l’economista.

Guerra: la moneta elettronica non è prevista dalla nostra Costituzione

Della stessa opinione di Garcia è José Guerra. Però il deputato ed economista aggiunge qualcosa in più. Guerra chiarisce che la creazione della valuta virtuale deve essere approvata dalla Assemblea Nazionale. Secondo Guerra, oltre al problema della scarsa fiducia c’è anche quello “legale”. L’uso del “Petro” non trova spazio nella Costituzione venezuelana.

Malgrado il punto di vista di Guerra, controllare la rete Bitcoin è già, di fatto, un problema. Figuriamoci in Venezuela e nelle mane del governo. La mancanza di un ente centrale rende impossibile a qualunque autorità, governativa o meno, controllarne la gestione a meno che sia, appunto, riconosciuta legalmente.

Comunque, Guerra mostra dubbi anche su come il governo avallerà il valore della moneta. “Non considero fattibile adottare questo tipo di “cripto moneta petrolifera” perché deve essere fondata sulle riserve di petrolio. Riserve che dovrebbero essere valutate per capire se vale la pena realizzarla.”

La Commissione per la creazione del bitcoin

Maduro ha messo il progetto in mano del ministro per l’Educazione Universitaria, Scienza e Tecnologia, Hugbel Roa e quello del Petrolio, Manuel Quevedo. Questi due sarebbero gli incaricati di gestire la creazione del “Petro”.

Tuttavia, qualche settimana fa era trapelato in alcuni ambienti universitari che si stava iniziando a lavorare in progetti legati alla creazione di database e sistemi per generare la moneta virtuale; progetti sotto direzione di tecnici filogovernativi.

Ora rimane capire se questo ”Petro” nascerà e crescerà. Ma, sopratuttosperare che la nuova trovata del governo aiuti veramente l’economia che sta affogando. Non si sa mai che finisca come la follia dei tulipani olandesi.

Ultima ora

01:37Pallavolo: 3-0 a Civitanova,Zenit Kazan vince Mondiale club

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - I russi dello Zenit Kazan hanno vinto il Mondiale per club di pallavolo battendo in finale a Cracovia la Lube Civitanova per 3-0 (27-25, 25-22, 25-22). Sfuma quindi il sogno della squadra marchigiana di salire sul tetto del mondo.

01:34Pallavolo: Superlega, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - Risultati della 12/a giornata della Superlega di pallavolo: Lube Civitanova - Wixo Piacenza 3-2 (giocata il 16/11) Sir Safety Perugia - Azimut Modena 0-3 Calzedonia Verona - Callipo Vibo V. 3-0 (ieri) Gi Group Monza - Bunge Ravenna 3-1 Kioene Padova - Taiwan Ex. Latina 3-0 Biosi' Indexa Sora - Diatec Trentino 1-3 (giocata il 13/12) Revivre Milano - BCC Castellana Grotte 3-0 - Classifica: Civitanova 31; Perugia e Modena 30; Verona 24; Padova e Ravenna 20; Piacenza e Trentino 19; Milano 18; Monza e Latina 12; Vibo Valentia 9; Castellana 5; Sora 3.

01:14Calcio: Inzaghi, la Lazio ha dimostrato che non molla mai

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Abbiamo dato una bella risposta su un campo difficile, sapevamo che avremmo sofferto. Siamo andati sotto di due gol e per molti sarebbero stati colpi decisivi, invece non ci siamo disuniti e siamo riusciti a pareggiare. Poi abbiamo commesso un errore sul rigore, ma siamo riusciti ancora a pareggiare: penso che non si sia annoiato nessuno". Così il tecnico della Lazio Simone Inzaghi al termine di Atalanta-Lazio. "Non sono due punti persi rispetto alle prime - dice ancora il tecnico -. L'Atalanta è la squadra che mi ha impressionato di più per ritmo e qualità dei giocatori. Infatti è arrivata quarta nella scorsa stagione e prima nel girone in Europa League. Segnare 3 gol qui non è facile, abbiamo dimostrato di non mollare mai e vogliamo restare attaccati al treno delle prime qualsiasi cosa succeda". Un commento sull'espulsione: "Non ho detto una parola - spiega -, ma Irrati mi ha mandato via. Mi dispiace perché non ho mai protestato per tutta la gara, forse Irrati era un po' prevenuto, al ritorno starò attento".

01:04Calcio: Messi rigore parato, ma Barcellona serve il poker

(ANSA) - BARCELLONA, 17 DIC - In attesa di giocare l'attesissimo 'Clasico' di sabato prossimo (ore 13) al Santiago Bernabeu, il Barcellona ne fa quattro al Deportivo La Coruna nel posticipo serale della Liga. Luis Suarez e Paulinho, con una doppietta a testa, sono i protagonisti del 4-0 finale, ma di questa partita rimane anche l'immagine di Lionel Messi che si è fatto parare un rigore da Ruben Martinez, portiere della squadra galiziana. Con i tre punti di questa sera il Barcellona è primo in classifica con 6 punti di vantaggio sull'Atletico Madrid, che ha scavalcato il Valencia (sconfitto dall'Eibar) e ora è secondo. Il Real Madrid, impegnato ieri nella finale del Mondiale per club contro il Gremio, ha undici punti di ritardo dagli arcirivali.

00:55Calcio: Gasperini, da questa sfida Atalanta esce più forte

(ANSA) - BERGAMO, 17 DIC - "Sono comunque soddisfatto, la Lazio ha delle risorse importanti. Non siamo riusciti a chiuderla in molti momenti, ma abbiamo fatto una partita importante e usciamo più forti da questa sfida. Abbiamo giocato nel modo in cui mi piace". L'allenatore dell'Atalanta Gian Piero Gasperini è soddisfatto del pareggio della sua squadra nonostante si sia fatta raggiungere per due volte dalla Lazio. "Abbiamo avuto delle difficoltà solo nel finale del primo tempo - dice ancora Gasperini -, poi il loro primo gol ha dato grande fiducia alla Lazio che ha dei giocatori molto abili e veloci. A fine gara c'era molta delusione nello spogliatoio perché se avessimo vinto avremmo fatto un bel salto in classifica. Ma questo campionato è molto equilibrato, abbiamo affrontato una squadra molto forte e abbiamo capito che possiamo fare bene, e mi sento più forte dopo questa gara. Preoccupato per l'astinenza da gol di Gomez e Petagna? No perché abbiamo fatto tre gol e abbiamo avuto moltissime occasioni. Peccato non aver chiuso la gara".

00:54Basket: serie A, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - Risultati dell'11/a giornata del campionato di serie A di basket: Grissin Bon Reggio Emilia - Openjobmetis Varese 76-66 (ieri) Betaland Capo d'Orlando - Happy Casa Brindisi 67-66 (ieri) Banco di Sardegna Sassari - The Flexx Pistoia 88-81 (ieri) Segafredo Virtus Bologna - Fiat Torino 84-76 EA7 Emporio Armani Milano - Red October Cantù 93-77 Dolomiti Energia Trentino - Vanoli Cremona 90-79 VL Pesaro - Sidigas Avellino 78-83 Germani Brescia - Umana Reyer Venezia 90-71 - Classifica: Brescia 20; Avellino e Milano 16; Venezia, Torino e Sassari 14; Cantù, Capo d'Orlando, Trentino e Bologna 10; Reggio Emilia, Varese, Cremona e Pistoia 8; Pesaro 6; Brindisi 4.

00:36Calcio: Atalanta-Lazio 3-3

(ANSA) - BERGAMO, 17 dic - Posticipo spettacolare quello fra Atalanta e Lazio. Il match finisce 3-3, con i bergamaschi avanti di due gol già al 26' con Caldara e Ilicic (bellissima rete). Poi però i padroni di casa si fanno raggiungere dai biancocelesti, trascinati da Luis Alberto e Milinkovic Savic, quest'ultimo autore della doppietta per il 2-2 (berisha non sembra impeccabile). Nella ripresa Ilicic riporta avanti la Dea trasformando un rigore concesso per fallo di Bastos su Gomez. L'arbitro Irrati annulla con l'ausilio del Var un gol a Caldara, poi la Lazio pareggia ancora con una rete di Luis Alberto, oggi il suo uomo migliore.

Archivio Ultima ora