Eurostat, Italia e Grecia al top per la spesa sociale per gli anziani

Italia e Grecia al top per spesa sociale anziani
Italia e Grecia al top per spesa sociale anziani

 


BRUXELLES. – La spesa per la protezione sociale in Ue è leggermente aumentata dal 2014 al 2015 (dal 28,7% del Pil al 29%), e l’Italia, dopo la Grecia, è quella che spende di più per gli anziani. Secondo i dati Eurostat relativi al 2015, l’Italia si conferma al settimo posto per spesa sociale, a cui dedica il 30% del Pil. Un leggero aumento dal 2014 (29,9%). Quella per gli anziani si assesta al 58,3% del totale, seconda solo alla Grecia (65,4%).

Bassissima invece la spesa italiana per i servizi abitativi popolari: 0,9%, terza dopo Grecia (0,6%) ed Estonia con 0,7%. La spesa per i disoccupati (5,9%) è invece sopra la media Ue (4,8%), mentre quella per famiglie e bambini (6%) è sotto la media (8,6%). Anche quella per disabili e malati (28,9%) é inferiore alla media europea (37,3%).

In generale, la spesa sociale più alta si trova in Francia (33,9%), Danimarca (32,3%), Finlandia (31,6%), Belgio (30,4%), Austria (30,2%). La più bassa in Romania (14,6%), Lettonia (14,9%) e Lituania (15,6%).