Amministrative: conclusa campagna elettorale

CAR114 CARACAS (VENEZUELA), 14/04/2013 El candidato presidencial venezolano de la oposición, Henrique Capriles, da una rueda de prensa luego de votar hoy, domingo 14 de abril de 2013, en Caracas (Venezuela). Capriles llamó a sus seguidores a salir a votar en "avalancha" en lo que queda de jornada electoral y a que denuncien los "atropellos", tras señalar que "hoy gana Venezuela". Los venezolanos eligen hoy a su nuevo presidente en unos comicios convocados tras el fallecimiento en marzo pasado de Hugo Chávez y en los que se medirán su sucesor, Nicolás Maduro, y el líder opositor, Henrique Capriles. EFE/MIGUEL GUTIERREZ

CARACAS. – Le prossime elezioni ammnistrative si celebrano nel pieno di una profonda crisi politica ed economica che scuote il paese.  Mentre i cittadini sono apparentemente rassegnati ad affrontare le difficoltà del vivere quotidiano, la politica segue il corso tracciato dal governo.

La campagna si è conclusa ieri a mezzanotte e seguendo il calendario del Cne, stamattina alle 8 inizia l’istallazione dei seggi.

Domenica dovrebbero recarsi alle urne 19 milioni 740 mila 846 elettori. Questa volta è il turno per eleggere 335 sindaci ed il governatore dello stato Zulia.

Per votare è sufficiente presentarsi con la carta d’identità vigente o scaduta.

Secondo la Costituzione venezuelana, articolo 174, i sindaci si eleggono per un mandato di 4 anni e la loro rielezione è ammessa soltanto una volta e per lo stesso periodo.

Questo per i sindaci, ma in Zulia si rieleggerà il governatore. Si ricordi che il governatore eletto lo scorso 15 ottobre, Juan Pablo Guanipa, è stato estromesso dall’incarico per non aver giurato dinnanzi l’Assemblea Costituente.

Pronto l’accompagnamento

Quindi, tutto procede secondo il programma elettorale. Il Consiglio Nazionale Elettorale ha instaurato l’accompagnamento internazionale per i comizi. Per l’occasione, Tania D’Amelio, rettrice del Cne, non ha perso l’occasione per ribadire la capacità organizzative del Cne.  “Tre comizi elettorali in meno di sei mesi, ne evidenziano la capacità.”

E stando alle dichiarazioni dell’altra rettrice Oblitas, il Cne avrebbe sorpassato con successo l’ondata di minacce per non presentarsi al voto perché il voto è una attività democratica e voluta dal popolo.

Trasparenza

Quasi tutto pronto, allora. Anche la trasparenza è garantita. Nicanor Amoroso, presidente del Consiglio di Esperti Elettorali di America Latina ha ribadito la sua fiducia nel sistema elettorale venezuelano perché prevede l’auditing che assicura la trasparenza agli elettori.

Intanto, però, sono in molti quelli che diffidano del sistema e dei risultati.