Borges e il ministro Alfano hanno analizzato la drammatica crisi del Venezuela

Borges ha illustrato al ministro Alfano la drammatica situazione politica del Venezuela
Borges ha illustrato al ministro Alfano la drammatica situazione politica del Venezuela
Borges ha illustrato al ministro Alfano la drammatica situazione politica del Venezuela
Borges ha illustrato al ministro Alfano la drammatica situazione politica, economica e sociale del Venezuela

 

ROMA – La delicata situazione che vive il Paese è stata al centro del colloquio tra il presidente dell’Assemblea Nazionale, Julio Borges, e il ministro degli Esteri italiano, Angelino Alfano. Il presidente del parlamento venezuelano, in questi giorni, è in Italia a capo di una delegazione composta dai deputati Luis Stefanelli, presidente della sezione bilaterale di amicizia Italia-Venezuela, ed Eudoro González Dellàn, capo della delegazione venezuelana al Parlamento del Mercosur.

Il ministro Alfano ha tenuto a sottolineare la necessità di permettere al Parlamento di svolgere il proprio lavoro restituendo ad esso il potere che gli è attribuito dalla Costituzione. Ha anche precisato che l’Italia non riconosce l’Assemblea Nazionale Costituente. Il ministro si è detto convinto che la soluzione ai gravi problemi del Paese deve essere il prodotto di un accordo tra le forze politiche, il risultato del dialogo. E ha assicurato la disponibilità dell’Italia a collaborare e a fare la sua parte,  qualora gli fosse chiesto.

Poco prima il presidente del Parlamento era stato ricevuto dal cardinale Pietro Paroli, Segretario di Stato del Vaticano. Mentre Parolin assicurava che il Papa segue con interesse e preoccupazione le vicissitudini del Venezuela, Borges reiterava la necessità di un “canale umanitario” per permettere l’ingresso al Paese di alimenti e medicine.

Con una agenda fitta di impegni, Borges, accompagnato da Stefanelli e González Dellàn, è stato anche ricevuto dal senatore Pier Ferdinando Casini, già presidente della Commissione Affari esteri del Senato, a Palazzo Giustiniani. Al centro del colloquio, si legge in una nota, la drammatica situazione del Venezuela. L’incontro tra il Senatore Casini e la delegazione venezuelana, si è appreso da fonti solitamente ben informate, è stata anche l’occasione per un’approfondita analisi della situazione politica del Venezuela alla luce dei recenti risultati elettorali e della decisione dei partiti di opposizione di non partecipare alle comunali.

La delegazione incontrerà quasi sicuramente il Gruppo Parlamentare di Amicizia Italia-Venezuela, che presiede l’On. Fabio Porta e, con molta probabilità, il Comitato per le questioni degli Italiani all’Estero che presiede il Senatore Claudio Micheloni. Non sono esclusi incontri con esponenti del governo e dei maggiori partiti politici.

Condividi: