Usa: allarme, malattie psiche aumentano tra i ragazzi

Malattie psiche aumentano, le più diffuse tra ragazzi
Malattie psiche aumentano, le più diffuse tra ragazzi

 


WASHINGTON. – La salute mentale dei bambini e degli adolescenti americani sembra un bollettino di guerra della sofferenza psichica: 1 giovane su 5 soffre di disturbi mentali inequivocabilmente diagnosticabili. Che si tratti di alterazioni del comportamento, o autismo, o depressione, bipolarismo e così via. Ossia, 15 milioni di bambini tra i 3 ed i 17 anni sono malati. Di patologie così difficili da ‘afferrare’ o da confessare che ben l’80% di loro – 12 milioni – non riceve alcun trattamento.

Sono i dati dei Centri per il controllo delle malattie (Cdc) a rivelare la gravità della situazione, addirittura per i piccolissimi: l’1-2% dei bambini entro i 5 anni di età soffre di depressione. Vera, ma quasi sempre scambiata per capricci eccessivi. In pericolo emozionale in particolare gli adolescenti: la tendenza a sviluppare il grave disturbo bipolare – dice la American Psychiatric Association – raddoppia tra i 13 ed i 18 anni.

La tendenza al suicido durante gli anni difficili dell’adolescenza è salita ed ha raggiunto tra le ragazzine il picco da 40 anni a questa parte. Una tendenza grave ma poco compresa dagli stessi esperti: “E’ incredibile che le malattie mentali siano le patologie più comuni tra i bambini e gli adolescenti del nostro Paese”, ha osservato Harold Koplewicz, fondatore e presidente del ‘Child Mind Institute’.