Manovra, pensioni: estese a 15 le categorie dei lavori gravosi

Pubblicato il 13 dicembre 2017 da ansa

Sindacati e governo al tavolo sulle pensioni

 


ROMA. – Si completa con i ritocchi all’Ape social il pacchetto pensioni della manovra. Il governo ha presentato il suo emendamento che recepisce le parti rimaste in sospeso dopo il confronto con i sindacati e propone di allargare la platea di chi può accedere all’anticipo pensionistico a carico dello Stato alle 15 categorie esentate nel 2019 dall’aumento dell’età pensionabile a 67 anni.

I lavori in commissione Bilancio alla Camera procedono a rilento e l’avvio delle votazioni è slittato a domani. In giornata si sono registrate intanto scintille tra i 5 Stelle e il ministro Luca Lotti, con i primi che chiedevano uno stanziamento corposo per creare il fondo in favore delle mamme-atlete e il ministero che difende la norma come “novità assoluta” accusando i grillini della “ennesima fake news”.

La commissione entro lunedì prossimo dovrà vagliare circa un migliaio di emendamenti, che vanno dalla revisione del calendario fiscale al ripristino pieno il bonus bebè, passando per interventi sulla deducibilità delle perdite in regime di cassa o per più assunzioni per la polizia locale.

Si partirà dal pacchetto enti locali, dal lavoro, con la riduzione da 36 a 24 mesi del limite per i contratti a termine – mentre resta forte il pressing per rendere più costosi i licenziamenti aumentando da 4 a 8 mensilità l’indennità per il lavoratore – e dalle pensioni.

Il testo presentato dal governo certifica le intenzioni contenute nel documento proposto alle parti sociali (‘promosso’ da Cisl e Uil e bocciato dalla Cgil), e include le 4 nuove categorie di lavori gravosi (braccianti e operai agricoli, siderurgici di prima e seconda fusione, marittimi e pescatori) tra quelle che potranno accedere all’Ape social.

Viene anche rafforzato lo sconto per le madri-lavoratrici, che si vedranno ridurre di 1 anno per ogni figlio i requisiti per l’accesso, anziché i 6 mesi indicati nel testo originario della legge di Bilancio, ma sempre con il limite massimo di 2 anni. Arriva anche, sempre come promesso, un Fondo ad hoc per far confluire gli eventuali ulteriori risparmi utili a finanziare una proroga anche oltre il 2018 della misura.

I risparmi 2017, intanto, sono serviti a finanziarne l’ampliamento per il 2018, vista la previsione complessiva di 22mila domande accolte, sulle 25.900 presentate, che diventano 16mila nel 2018, e di 16.400 istanze accolte per i precoci, sulle 19.320 presentate.

Sul fronte degli Enti locali si stanno ancora affinando le coperture per ridurre di altri 300 milioni i vecchi tagli alle Regioni (già la manovra ci sono 100 milioni) e per dare ossigeno ai Comuni in situazione di ‘pre-dissesto’, con emendamenti presentati da tutti i gruppi, compresa Forza Italia che sottolinea che non si tratta di per coprire le “inefficienze” di alcune amministrazioni, come quella di Napoli, ma di aiutare 166 realtà in pre-dissesto e altre 130 che lo hanno già dichiarato.

Altro tema, come hanno confermato i Dem incontrando diverse associazioni di risparmiatori, quello del Fondo per il ristoro per le vittime di raggiri bancari. L’intento è quello non solo di rafforzare la dote del fondo, al momento 25 milioni l’anno per 2 anni, ma anche di accelerare l’identificazione dei criteri di accesso e semplificare l’attestazione delle truffe per le quali chiedere l’indennizzo.

Intanto alla Camera ha avuto il secondo ok la proposta di legge per rafforzare il registro delle opposizioni e obbligare al prefisso unico per le chiamate commerciali. Ma la stretta, peraltro già edulcorata prevedendo una deroga se si utilizza un numero che può essere ricontattato dai consumatori, ha poche chance di vedere la luce visto l’imminente fine della legislatura, a meno che non agganci il treno della manovra.

L’ipotesi viene però data per improbabile, mentre ha buone possibilità la richiesta di un altro intervento sui call center, quello per cancellare una norma inserita al Senato che ammorbidiva le norme anti-delocalizzazione.

Ultima ora

13:50Russia: Navalni presenta ricorso a ‘presidium’ Corte Suprema

(ANSA) - MOSCA, 18 GEN - Alexei Navalni ha presentato ricorso al 'presidium' della Corte Suprema russa per contestare la sua esclusione alle presidenziali russe del prossimo 18 marzo. "Abbiamo presentato un ricorso in cui chiediamo al presidium della Corte Suprema di invertire le decisioni prese dai tribunali di grado inferiore", ha detto a Interfax Ivan Zhdanov, avvocato di Navalni. La Corte Suprema ha dichiarato a Interfax che il tribunale ha ricevuto il ricorso ma la data in cui sarà preso in considerazione non è stata fissata. Il 25 dicembre scorso la Commissione Elettorale Centrale russa ha deciso di non registrare il gruppo di elettori creato per sostenere la candidatura di Alexei Navalni alle presidenziali (escludendolo di fatto dalla corsa al Cremlino). Il 30 dicembre la Corte Suprema ha respinto l'appello di Navalni contro la decisione della Commissione.

13:41Moscovici, solo auspicio è che governo italiano sia pro-Ue

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - "Siamo sempre stati attenti ai bisogni dell'Italia perché sappiamo che è un grande Paese, un Paese al cuore della zona Euro. Il solo auspicio che ho, sul piano politico, è che il prossimo governo italiano, qualsiasi esso sia, perché sono gli italiani che votano, sia un governo pro-europeo". Così il commissario europeo Pierre Moscovici rispondendo ad una domanda.

13:34Lega: Sollecito, Bongiorno? spero che ce la faccia

(ANSA) - PERUGIA, 18 GEN - "Giulia Bongiorno può dare un contributo importante per una giustizia che dia fiducia": ne è certo Raffaele Sollecito, difeso dalla penalista, ora candidata per la Lega alle prossime elezioni, nel processo per l'omicidio di Meredith Kercher terminato con l'assoluzione dell'ingegnere informatico. Il quale ha commentato con l'ANSA la notizia. "Sono contento della sua candidatura, spero che ce la faccia" ha detto Sollecito parlando dell'avvocato Bongiorno. "Certo - ha aggiunto -, se avrò la possibilità le darò il mio voto". Il giovane parla del legale come di "una persona oculata". "Non prende mai - ha proseguito - decisioni a caso ma le sue azioni sono sempre ponderate. E' una persona corretta - ha concluso Sollecito - che non dà mai adito a sorprese". (ANSA).

13:34Maltempo, l’aeroporto di Amsterdam sospende tutti i voli

(ANSA) - BERLINO, 18 GEN - L'aeroporto Schiphol di Amsterdam ha sospeso oggi tutti i voli e le ferrovie nazionali olandesi hanno bloccato tutti i treni a causa della violenta tempesta che si abbatte in queste ore sul Paese. Lo scalo ha annunciato in un tweet che i voli sono sospesi "fino a nuovo avviso" in seguito al maltempo. La Klm aveva giù annullato oltre 200 voli prima dell'arrivo della tempesta.

13:27Siria: Ong, 110.000 bambini in fuga da Idlib

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - Nelle ultime settimane "oltre 110.000 bambini sono stati costretti ad abbandonare le proprie case a causa dei combattimenti in corso a Idlib, nel nord della Siria, in un nuovo grave movimento di sfollati interni". Lo denuncia Save The Children in un comunicato. "L'escalation dei combattimenti nella parte meridionale di Idlib - su legge nel testo - ha dato luogo a uno dei più gravi spostamenti di massa ai quali si è assistito in Siria dall'inizio del conflitto". Oltre 7.000 persone "in media, si spostano ogni giorno. I bombardamenti hanno portato alla chiusura centinaia di scuole e raso al suolo case e ospedali. Molti hanno trovato rifugio all'aperto, dove sono esposti a temperature gelide, o in edifici abbandonati".

13:22In aula col velo: praticante, sconvolta ma contenta

(ANSA) - BOLOGNA, 18 GEN - "Quando il giudice mi ha detto no ero davvero sconvolta, ma sono contenta di quello che ho fatto". Così Asmae Belfakir, la praticante marocchina di 25 anni, torna sull'episodio di ieri al Tar di Bologna, dove un giudice le ha detto che non poteva stare in aula col velo islamico. Lei si è rifiutata di toglierselo ed è uscita. La ragazza ne ha parlato con l'ANSA al tribunale ordinario di Bologna, dove è arrivata per un'udienza. Si è detta "molto colpita" dai tanti messaggi di solidarietà ricevuti. "Ci sono rimasta molto male, ho partecipato a tante udienze e una cosa del genere non mi era mai successa. Il cartello e la norma affissa sulla porta del giudice da ieri è su tutti i social network e sotto ci sono tanti commenti che dicono che il giudice ha ragione, ma non è così", ha aggiunto. "Le norme - ha spiegato - vanno lette, conosciute e interpretate. Uno prima si informa, legge, studia e poi si discute". Si tratta, ha detto in tribunale a Bologna "di una battaglia giuridica".(ANSA).

13:20Germania: Forsa, dopo accordo governo Spd crolla a 18%

(ANSA) - BERLINO, 18 GEN - Crollano al 18%, stando al sondaggio Forsa, i socialdemocratici tedeschi di Martin Schulz, che si apprestano a votare domenica sull'accordo raggiunto con l'Unione di Angela Merkel, per dire la parola decisiva sulle consultazioni di governo. Stando al rilevamento l'Spd perde ben due punti, rispetto alla settimana scorsa, scivolando sotto la soglia psicologica del 20%. Cdu-Csu sono al 34%.

Archivio Ultima ora