Svastica su sede Cgil, ministro Orlando: “Da non sottovalutare”

Striscione con svastica su sede Cgil alla Spezia
Striscione con svastica su sede Cgil alla Spezia

 

LA SPEZIA. – “Siete servi di uno stato corrotto”. E’ il messaggio, scritto con uno spray blu su un lenzuolo bianco, trovato stamani davanti la sede della Spi Cgil di Ceparana, località nel comune di Bolano (La Spezia). Accanto alla frase, una svastica. Lo striscione è stato sequestrato.

Sul fatto stanno indagando Carabinieri e Digos per capire se si tratta di un gesto compiuto da qualcuno che non fa parte di un gruppo strutturato o meno. L’attenzione è alta perché quella zona dello Spezzino non è nuova a questi episodi. Nel 2016 erano state trovate svastiche e scritte davanti la sede del Pd di Ceparana.

Le indagini dei Carabinieri avevano portato nel 2017 alla scoperta di una cellula dell’ultradestra nel vicino comune di Follo. Ma un particolare spinge a pensare che chi ha compiuto l’azione non sia proprio dentro alla galassia nazifascista perché la svastica è stata disegnata al contrario.

Il ministro della Giustizia Orlando invita a “non sottovalutare perché questi episodi si stanno ripetendo in tutto il Paese”. E in un tweet il ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina ha scritto: “Solidarietà allo Spi Cgil della Spezia. Il nuovo fascismo va fermato e non va sottovalutato”. Il sindaco di Bolano Alberto Battilani ha espresso “sconcerto e sdegno”.

“Se pensano di intimidirci sbagliano di grosso. Continueremo le nostre battaglie di civiltà, come quella per lo Ius Soli, e a organizzare mobilitazioni antifasciste” ha detto Lara Ghiglione della segreteria provinciale Cgil, ricordando “il preoccupante rigurgito neofascista” in Liguria, dove sono state aperte nuove sedi di partiti della destra estrema a Genova e La Spezia “Continuiamo nel nostro impegno con maggior forza e convinzione a difesa dei valori della democrazia”, ha detto il segretario regionale della Cgil Federico Vesigna.

Il sindacato ha indetto un presidio per giovedì 21 dicembre alle ore 11.30 con la presenza del segretario nazionale Spi Cgil Ivan Pedretti. E il ministro Orlando ha lanciato la proposta di una manifestazione unitaria e antifascista alla Spezia “nella prima settimana del 2018, 80/mo anniversario delle leggi razziali, per ricordare a tutti quelli che sottovalutano e minimizzano che cosa è stata la dittatura fascista”.

Molti i messaggi di solidarietà e condanna. “Vili rigurgiti di estrema destra non più considerabili casi isolati o bravate. Le istituzioni democratiche devono affrontare questo rischio, applicando le norme repressive che già ci sono, incrementandole se necessario”, ha detto l’eurodeputato del Pd Brando Benifei.

“Continueremo a difendere i valori di solidarietà e uguaglianza che sono alla base della nostra società” ha detto il segretario regionale del Pd Vito Vattuone, mentre la capogruppo del Pd in Regione Raffaella Paita parla di “atto vile” e sollecita una risposta unanime di partiti e istituzioni. “Un fatto gravissimo che non va sottovalutato” le fa eco il deputato Luca Pastorino, esponente di Liberi e Uguali. Solidarietà anche da Rifondazione Comunista, Cisl e Uil.

(di Laura Ivani/ANSA)