Scudetto d’inverno?: “Sarà una corsa fino all’ultima giornata”

Pubblicato il 15 dicembre 2017 da redazione

Serie A

CARACAS – Dopo 16 giornate la situazione in vetta alla classifica della Serie A è la seguente: Inter 40 punti, Napoli 39, Juventus 38, Roma 35 e Lazio 32, con le ultime due che dovranno recuperare una partita il 24 gennaio alle ore 20.45 (Sampdoria-Roma e Lazio-Udinese).

Come non si vedeva da anni, la corsa per il titolo di campione d’inverno é apertissima e sono ben 5 squadre che sognano di chiudere il girone d’andata in vetta alla classifica.

Al via un mini torneo, chi la spunterà? la solidità, l’esperienza, il miglior gioco della serie A o il “nuovo” che avanza? Staremo a vedere! Come andrà a finire questa corsa? Lo abbiamo chiesto a diversi tifosi nella nostra collettività.

Iniziando con Silvano Scatton (tifoso dell’Inter) ci dice: “Era da un bel po’ che non vedevo la mia beneamata in cima alla classifica della Serie A. Penso che l’arrivo di Luciano Spalletti sia servito per far rinascere la mia squadra, ma spero che non sia una illusione di metà campionato. Se la mia pazza Inter non vince lo scudetto, spero almeno in uno dei quattro posti per la prossima Champions League”.

Gennaro Bonocore (tifoso del Napoli) ci fa il punto: “Difficile prevedere chi possa diventare campione d’inverno in un campionato così equilibrato ai vertici della classifica. La favorita alla vittoria finale resta sempre la Juventus che, a mio parere, ha un organico e una abitudine a vincere nettamente superiore rispetto alle altre pretendenti al tricolore. Nel breve periodo la squadra più in forma ed in fiducia è l’Inter. Quindi per me il titolo di campione d’inverno andrà neroazzurri”.

Dal canto suo, Giorgio D’Angelo (tifoso della Juventus) ci dà il suo parere sulla volata al titolo di metà stagione: “La corsa al titolo d’inverno sarà molto serrata. Quest’anno c’è la variante che si giocherà il 23 ed il 30 dicembre. L’unica cosa certa é che molto probabilmente la squadra che vincerà il titolo d’inverno non sarà la vincente a maggio. Quest’anno i margini sono molto stretti e sarà un batti e ribatti”.

D’Angelo aggiunge al suo commento: “Ovviamente io vorrei che la Juve vincesse il titolo d’inverno e lo scudetto. Se l’Inter vince il titolo d’inverno, non mi sorprenderebbe vedere vincere lo scudetto ad una tra Napoli o Juve. Nella corsa al titolo di metà stagione vedo favorita l’Inter per il fatto che ha un calendario più agevole. Credo che l’unica avversaria ostica sarà la Lazio, se uscirà indenne da questo match sarà fatta per i neroazzurri. Mentre la Juve dovrà vedersela con la Roma”.

Le ultime tre giornate del girone di andata, che ci diranno chi sarà campione d’Inverno, titolo non ufficiale ma che storicamente dice molto: su 82 campionati a girone unico, 57 volte chi ha vinto il titolo virtuale di campione d’inverno si è poi laureato Campione d’Italia a fine stagione, si tratta del 69,5% dei casi. Da quando esistono i tre punti addirittura 16 volte su 20. Solo in un caso chi ha vinto il titolo di campione d’inverno arrivò fuori dalle prime tre: era il 1936 e toccò alla Juve, prima alla fine del girone d’andata e addirittura quinta a fine campionato. Lo scudetto andò al Bologna.

Giovanni Piazza (tifoso della Roma): “Per la Roma sarà difficile vincere il titolo di campione d’inverno. Io credo che la vincerà una tra: Inter, Napoli o Juve. Ma ai tifosi neroazzurri dico: ‘Occhio all’Udinese di Oddo! Potrebbe giocarvi uno scherzetto a San Siro”.

Anche Vito De Lucia (tifoso del Milan): “Vedendo il campionato che sta disputando e il calendario nelle ultime giornate ti dico che l’Inter vincerà il titolo di campione d’Inverno. La squadra allenata da Luciano Spalletti é riuscita ad uscire indenne dai big match esterni contro Napoli e Juve. Nelle ultime giornate avrà un calendario più agevole. Il Napoli in questo momento é in un periodo di crisi. I suoi attaccanti non riescono a segnare e poi l’infortunio di Ghoulam pesa. Poi i partenopei hanno pochi giocatori a disposizione in panchina. Questa situazione gli ha fatto perdere il primato nella serie A e molto probabilmente il titolo di campione d’inverno. La Juve in questo rush finale avrà una sfida difficile contro la Roma, ma ha dalla sua parte che giocherà questo match in casa e questa situazione potrebbe aiutarla ad ottenere un buon risultato. In poche parole questa corsa al titolo di metà stagione sarà molto serrata, ma vedo con un leggero vantaggio l’Inter”.

Sedici giornate sono abbastanza per certificare che il 2016/17 è il campionato più equilibrato e avvincente dell’ultima decade, e forse non solo. Inter, Napoli, Juventus e Roma sono tutte lì, vincono praticamente sempre e stanno dando un ritmo scudetto al torneo che alla vigilia sarebbe stato impensabile. La proiezione così com’è vorrebbe che tutte e quattro fossero da scudetto, con la Lazio appena dietro. Ma in una Serie A così equilibrata e folle, capita anche che le big e i rispettivi bomber decidano di astenersi tutti insieme. Cosí com’è capitato nell’ultimo turno di campionato quando Juventus-Inter 0-0, prima la Roma e poi il Napoli non sono riuscite a fare diversamente copiando il risultato del big match rispettivamente contro Chievo e Fiorentina. Uno zero assoluto nella casella dei gol che non capitava contemporaneamente per Juvents, Inter, Napoli e Roma dal più di cinquant’anni.

Mariano Moscaritolo (tifoso dell’Avellino) non si sbilancia: “Tre partite al giro di boa, mai tanto equilibrio al vertice. Il Napoli è l’unica del lotto a non avere scontri diretti: le trasferte di Torino e Crotone e in mezzo la sfida contro la Sampdoria al San Paolo. Juve e Roma si troveranno di fronte a Torino nella penultima giornata d’andata, Inter-Lazio è la sfida dell’ultimo turno. Fondamentale la condizione atletica e mentale. Non saprei darti una chiara favorita, forse questo weekend potremmo avere le idee più chiare”.

Calogero Manenti (tifoso del Palermo) ci dice: “Per il titolo d’Inverno é inevitabile pensare al terzetto di testa come gran favorito, con il probabile “vincitore” che uscirà fra Inter, Napoli e Juventus ma la situazione delle romane non è affatto da ignorare. Le “capitoline” sia per la gara in più da giocare (recuperi contro Samp e Udinese) e sia per gli scontri diretti: ‘Roma in casa della Juve e Lazio in quella dell’Inter’, sono molto più in corsa di quel che si può apparentemente pensare. Anche in virtù del fattore “X2” che ha contraddistinto fino ad oggi gli scontri diretti di alta quota. Non lo so, tutto dipenderà dalla Roma e dalla Lazio per capire chi chiuderà al vertice”.

Mentre Roberto Esposito ci spiega: “Il mio Napoli sta attraversando un momento di difficoltà con alcuni uomini chiave in affanno con gli infortuni di Ghoulam e Milik che stanno incidendo troppo, chiaramente, come le ultime noie che hanno tenuto lontano dal campo il Magnifico Lorenzo Insigne, che si è dovuto fermare dopo sessanta partite consecutive e da protagonista nel Napoli. Al momento vedo l’Inter campione d’Inverno, ma con questo pazzo campionato non si sa chi potrebbe avere la meglio. Io spero che sia il mio Napoli, ma come ti ho detto prima sarà molto, ma molto difficile”.

Infine Carmine Lupo ci dice: “E’ difficile dire che l’Inter sarà campione d’inverno, ma le prime cinque sono racchiuse pochi punti. Al momento i neroazzurri sono i favoriti, ma domenica se la vedranno con l’Udinese che sembra galvanizzato dalla cura Oddo e poi c’è anche la sfida con la Lazio. Al giro di boa potrebbe esserci addirittura un colpaccio al vertice con una squadra che attualmente non é tra le prime tre della classe”.

 

Restano favorite le tre attualmente sul podio, con Inter, Napoli e Juventus leggermente favorite almeno a guardare i numeri delle loro prossime avversarie. Roma e Lazio, con un’eventuale vittoria dei loro recuperi, potrebbero però clamorosamente chiudere in altissimo sfruttando anche gli scontri diretti. Ci sarà da divertirsi, sarà un “caldo” dicembre, e allora “Buon campionato a tutti!”.

 

Ultima ora

13:50Russia: Navalni presenta ricorso a ‘presidium’ Corte Suprema

(ANSA) - MOSCA, 18 GEN - Alexei Navalni ha presentato ricorso al 'presidium' della Corte Suprema russa per contestare la sua esclusione alle presidenziali russe del prossimo 18 marzo. "Abbiamo presentato un ricorso in cui chiediamo al presidium della Corte Suprema di invertire le decisioni prese dai tribunali di grado inferiore", ha detto a Interfax Ivan Zhdanov, avvocato di Navalni. La Corte Suprema ha dichiarato a Interfax che il tribunale ha ricevuto il ricorso ma la data in cui sarà preso in considerazione non è stata fissata. Il 25 dicembre scorso la Commissione Elettorale Centrale russa ha deciso di non registrare il gruppo di elettori creato per sostenere la candidatura di Alexei Navalni alle presidenziali (escludendolo di fatto dalla corsa al Cremlino). Il 30 dicembre la Corte Suprema ha respinto l'appello di Navalni contro la decisione della Commissione.

13:41Moscovici, solo auspicio è che governo italiano sia pro-Ue

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - "Siamo sempre stati attenti ai bisogni dell'Italia perché sappiamo che è un grande Paese, un Paese al cuore della zona Euro. Il solo auspicio che ho, sul piano politico, è che il prossimo governo italiano, qualsiasi esso sia, perché sono gli italiani che votano, sia un governo pro-europeo". Così il commissario europeo Pierre Moscovici rispondendo ad una domanda.

13:34Lega: Sollecito, Bongiorno? spero che ce la faccia

(ANSA) - PERUGIA, 18 GEN - "Giulia Bongiorno può dare un contributo importante per una giustizia che dia fiducia": ne è certo Raffaele Sollecito, difeso dalla penalista, ora candidata per la Lega alle prossime elezioni, nel processo per l'omicidio di Meredith Kercher terminato con l'assoluzione dell'ingegnere informatico. Il quale ha commentato con l'ANSA la notizia. "Sono contento della sua candidatura, spero che ce la faccia" ha detto Sollecito parlando dell'avvocato Bongiorno. "Certo - ha aggiunto -, se avrò la possibilità le darò il mio voto". Il giovane parla del legale come di "una persona oculata". "Non prende mai - ha proseguito - decisioni a caso ma le sue azioni sono sempre ponderate. E' una persona corretta - ha concluso Sollecito - che non dà mai adito a sorprese". (ANSA).

13:34Maltempo, l’aeroporto di Amsterdam sospende tutti i voli

(ANSA) - BERLINO, 18 GEN - L'aeroporto Schiphol di Amsterdam ha sospeso oggi tutti i voli e le ferrovie nazionali olandesi hanno bloccato tutti i treni a causa della violenta tempesta che si abbatte in queste ore sul Paese. Lo scalo ha annunciato in un tweet che i voli sono sospesi "fino a nuovo avviso" in seguito al maltempo. La Klm aveva giù annullato oltre 200 voli prima dell'arrivo della tempesta.

13:27Siria: Ong, 110.000 bambini in fuga da Idlib

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - Nelle ultime settimane "oltre 110.000 bambini sono stati costretti ad abbandonare le proprie case a causa dei combattimenti in corso a Idlib, nel nord della Siria, in un nuovo grave movimento di sfollati interni". Lo denuncia Save The Children in un comunicato. "L'escalation dei combattimenti nella parte meridionale di Idlib - su legge nel testo - ha dato luogo a uno dei più gravi spostamenti di massa ai quali si è assistito in Siria dall'inizio del conflitto". Oltre 7.000 persone "in media, si spostano ogni giorno. I bombardamenti hanno portato alla chiusura centinaia di scuole e raso al suolo case e ospedali. Molti hanno trovato rifugio all'aperto, dove sono esposti a temperature gelide, o in edifici abbandonati".

13:22In aula col velo: praticante, sconvolta ma contenta

(ANSA) - BOLOGNA, 18 GEN - "Quando il giudice mi ha detto no ero davvero sconvolta, ma sono contenta di quello che ho fatto". Così Asmae Belfakir, la praticante marocchina di 25 anni, torna sull'episodio di ieri al Tar di Bologna, dove un giudice le ha detto che non poteva stare in aula col velo islamico. Lei si è rifiutata di toglierselo ed è uscita. La ragazza ne ha parlato con l'ANSA al tribunale ordinario di Bologna, dove è arrivata per un'udienza. Si è detta "molto colpita" dai tanti messaggi di solidarietà ricevuti. "Ci sono rimasta molto male, ho partecipato a tante udienze e una cosa del genere non mi era mai successa. Il cartello e la norma affissa sulla porta del giudice da ieri è su tutti i social network e sotto ci sono tanti commenti che dicono che il giudice ha ragione, ma non è così", ha aggiunto. "Le norme - ha spiegato - vanno lette, conosciute e interpretate. Uno prima si informa, legge, studia e poi si discute". Si tratta, ha detto in tribunale a Bologna "di una battaglia giuridica".(ANSA).

13:20Germania: Forsa, dopo accordo governo Spd crolla a 18%

(ANSA) - BERLINO, 18 GEN - Crollano al 18%, stando al sondaggio Forsa, i socialdemocratici tedeschi di Martin Schulz, che si apprestano a votare domenica sull'accordo raggiunto con l'Unione di Angela Merkel, per dire la parola decisiva sulle consultazioni di governo. Stando al rilevamento l'Spd perde ben due punti, rispetto alla settimana scorsa, scivolando sotto la soglia psicologica del 20%. Cdu-Csu sono al 34%.

Archivio Ultima ora