RIM Junior 2017: far conoscere ai giovani l’emigrazione italiana

emigrazione

emigrazione

CARACAS – “Racconto degli Italiani nel Mondo. RIM junior 2017” è un libro che narra ai giovani la storia e l’attualità dell’emigrazione italiana nel mondo.

Questo volume, patrocinato dalla Fondazione Migrantes rivela le origini nord africane della nostra pasta, la diffusione della pizza in tutto il mondo, la tradizione del caffè per gli italiani, l’alta stima dei nobili e benestanti europei verso i nostri vetrai, marmisti e riquadratori. Di come i pittori e scultori inglesi dell’Ottocento, ricercassero modelle e modelli italiani per realizzare le loro opere.

È scritto in un forma semplice e attraente grazie alla grafica e le numerose illustrazioni, spesso viene utilizzato il QR code che permette di aggiungere contenuti online (testi, video, siti internet) per ampliare i temi.

La Fondazione Migrantes risalta l’importanza di quest’opera che illustra il flusso migratorio degli italiani da secoli fino ai giorni odierni, in un momento così delicato dove viene questionata l’immigrazione in Europa e nel nostro Paese.

La grafica del libro è stata curata dall’art director Mirko Notarangelo, presidente dell’associazione Mamapulia. Della supervisione dei testi si è incaricata Delfina Licata curatrice del Rapporto Italiani nel Mondo della Fondazione Migrantes.

Prendendo ispirazione dal libro, gli studenti hanno realizzato e presentato i loro lavori davanti ad alcune personalità tra cui il Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Sen. Valeria Fedeli, di Monsignor Guerino Di Tora, Presidente della Fondazione Migrantes, di Monsignor Pierpaolo Felicolo, Direttore regionale Migrantes Lazio e dell’autrice Daniela Maniscalco, insegnante presso la Dante Alighieri – Comitato Lussemburgo. A coordinare i lavori, Donatella Trotta, giornalista de Il Mattino e vicepresidente UCSI (Unione Cattolica Stampa Italiana). Dopo di che si aperto un dibattito dove gli studenti hanno intervistato le autorità presenti.

L’evento nel quale gli studenti sono stati i protagonisti, auspicato dalla Fondazione Migrantes ha voluto sensibilizzare i giovani del nostro Paese su questo momento storico che stiamo vivendo di scambi nei flussi migratori sia d’entrata che d’uscita.

La frase di presentazione del testo afferma : “C’è chi dice che il segreto durante i viaggi è avere “occhi nuovi”, essere pronti cioè ad essere stupiti da ciò che lo sguardo incontra, ed è questo quello mi piacerebbe che voi riusciate a realizzare: fatevi stupire dalla mobilità italiana!”.

 

Angelo Di Lorenzo Twitter / Facebook