Venezuela il secondo paese più violento del mondo

Nel 2017, stando all’“Observatorio Venezolano de Violencia”, si sono verificati ben 26mila 616 decessi a causa della violenza.
Nel 2017, stando all’“Observatorio Venezolano de Violencia”, si sono verificati ben 26mila 616 decessi a causa della violenza.

 

CARACAS – Il Venezuela è sempre il secondo paese più pericoloso al mondo. Nel 2017, stando all’“Observatorio Venezolano de Violencia”, si sono verificati ben 26mila 616 decessi a causa della violenza. Ma, è giusto riconoscere, nell’anno che sta per concludersi vi è stato una lieve diminuzione del 6,5 per cento, se si compara con le 28mila 479 vittime registrate lo scorso anno.

Quindi nel 2017, sono stati uccisi circa 15 venezuelani al giorno. L’“Observatorio”, in questa circostanza, pone l’accento sulla responsabilità delle forze dell’ordine nella morte di non pochi cittadini. Nel suo Dossier, infatti, scrive:

“Quest’anno si è registrata una riduzione degli omicidi considerati giuridicamente tali. Purtroppo bisogna costatare l’aumento delle vittime a mano delle Forze dell’Ordine (Polizia e Militari), risultato della violenza di Stato”.

La cifra resa nota dall’Ong mostra il lato violento del Venezuela. Infatti, con i suoi 87 morti ogni 100mila abitanti, il Venezuela è secondo solo a El Salvador.

La crisi economica è una delle ragioni della violenza che caratterizza oramai da troppi anni il Paese. Furti, rapine e sequestri sono all’ordine del giorno. Lo sono anche le manifestazioni spontanee di protesta represse violentemente dalla Polizia e dalla Guardia Nazionale, con risultati troppo spesso tragici.