Sara Greco: Puglia, sogni e gioielli a New York

Pubblicato il 04 gennaio 2018 da redazione

 

Sara Greco

NEW YORK. – Scegliere di partire, scegliere di rischiare per coltivare le proprie passioni. Sara Greco, 34 anni, ha scelto di mettersi in gioco, e con un pizzico di follia, ha deciso di partire e da un piccolo paesino immerso nelle campagne salentine, Vaste, si è trovata catapultata nella Grande Mela.

Sara Greco è un’orafa, diplomata a pieni voti presso l’Istituto Statale d’Arte di Lecce con indirizzo “Arte dei Metalli e dell’Oreficerie”. Da sempre affascinata dal connubio tra diverse culture, ha scelto New York, come posto ideale per cercare nuovi stimoli e mettere alla prova il proprio talento.

Spinta dalla sua passione e grazie al suo straordinario talento è stata subito notata dalla “P Cat Custom” (azienda newyorkese con sede nel Diamond District, il più grande quartiere commerciale del mondo per prodotti di oreficeria e gioielleria), alla quale Sara aveva inviato le immagini di alcuni suoi lavori dopo aver letto per caso un annuncio di lavoro.

L’azienda statunitense non ha esitato a chiederle un incontro innamorandosi subito del suo senso artistico, della sua manualità e delle sue conoscenze tecniche legate alla prestigiosa tradizione italiana. E così è iniziata l’avventura americana di Sara che, grazie al suo curriculum e alle sue capacità uniche acquisite in 20 anni di lavoro e studio nei migliori laboratori e scuole orafe italiane, è riuscita ad ottenere il prestigioso visto di lavoro “O1 Visa: Individuals with Extraodinary Ability”, uno dei più difficili da ottenere negli Stati Uniti e assegnato solo a quegli artisti considerati in possesso di abilità straordinarie. Nel giro di pochi mesi a New York iniziano a circolare le creazioni firmate “Sara Greco Gioielli”.

Sara Greco

Sara ha accettato la sfida, ha scelto di confrontarsi con una realtà totalmente diversa: più complessa, più aperta, più variegata. L’orafa pugliese ha dovuto fare i conti con tecniche e metodologie di lavoro differenti da quelle che hanno caratterizzato la sua formazione in Italia. Un ambiente, quindi, che poteva apparire ostile, ma nel quale, invece, si è integrata, con talento e passione; Sara vive nella grande mela da circa due anni. Si è fatta e si sta facendo apprezzare per la cosiddetta “artistic freedom”, cioè la libertà di muoversi seguendo la propria creatività, elemento fondamentale per qualsiasi artista.

Non è quindi un caso che la “P Cat Custom” abbia chiesto a Sara di collaborare alla realizzazione di meravigliosi gioielli per aziende newyorchesi tra cui Mish New York e la nota Eva Fehren che vanta copertine su importanti magazine come Elle, Glamour, Vogue, Marie Claire, The New York Times e The Oprah Magazine e importanti clienti come Rihanna, Jennifer Lawrence, Emma Watson e Gianna Toboni. Alcune delle creazioni sono tuttora in esposizione e vendita nello store ufficiale del Metropolitan Museum of Art.

Sara Greco si è integrata e distinta nel centro mondiale della produzione di gioielli, ma il legame con la sua terra, il Salento, è sempre forte: già in Italia, Sara aveva espresso l’amore per il suo territorio con la collezione “Terra degli Ulivi”, dedicata agli alberi di ulivo, simbolo del Salento e in pericolo a causa di una malattia che li sta portando al disseccamento, e che ha ottenuto un grande successo. Anche a New York, però, la Puglia continua ad esserle fonte di ispirazione, come la sua nuova collezione in uscita “Terra Madre”: “La mia terra mi ha reso ciò che sono adesso; lì ho appreso quei valori che oggi mi distinguono agli occhi di coloro che incontro ogni giorno. Sono la Puglia e il Salento che, anche se distanti un oceano, mi rigenerano rendendomi forte”.

Alessandro Chizzini

(Foto: Dario Patrocinio)

Ultima ora

08:28Colombia: crolla un ponte, muoiono 10 operai

(ANSA) - BOGOTA', 16 GEN - Dieci operai sono morti nel crollo di un ponte in Colombia, poco fuori dalla capitale Bogotà. La Protezione civile ha precisato che gli operai stavano lavorando al drenaggio lungo il ponte, che si trova a circa 95 chilometri da Bogotà, quando la struttura è crollata. Nove persone sono morte sul colpo. Una decima è morta poco dopo in ospedale per le gravi ferite. Si sta ancora cercando di chiarire quante persone fossero sul posto al momento del crollo e se vi siano eventuali dispersi.

08:20Droga: operazione dei Cc nel Ragusano, ordinanza per nove

(ANSA) - RAGUSA, 16 GEN - Oltre 70 carabinieri del comando provinciale di Ragusa stanno eseguendo un'ordinanza del cautelare, emessa dal Gip su richiesta della Procura, nei confronti di nove indagati e stanno eseguendo decine di perquisizioni, nei confronti di presunti appartenenti a un gruppo dedito al traffico e allo spaccio di sostanza stupefacente. I provvedimenti restrittivi sono il risultato di un'indagine, condotta da militari dell'Arma del Nucleo investigativo, che ha consentito di accertare che gli indagati, quasi tutti di origine nordafricana, avevano costituito due gruppi criminali operanti a Vittoria, Acate, Ispica e Pozzallo e dediti allo spaccio di eroina, che acquistavano fuori provincia. Numerosi gli arresti e i sequestri di stupefacente già effettuati nel corso delle indagini.

07:59Corea Nord: Xi a Trump, pronti a lavorare su nucleare

(ANSA) - PECHINO, 16 GEN - La Cina è pronta a lavorare con gli Usa per un "accordo appropriato" sulla questione nucleare della penisola coreana: lo ha riferito il presidente Xi Jinping in una telefonata con il suo omologo Donald Trump. Secondo l'agenzia Nuova Cina, Xi ha aggiunto che tutte le parti preoccupate della situazione dovrebbero "creare le condizioni per la ripresa dei colloqui". Cina e Usa dovrebbero inoltre risolvere "in modo appropriato" i contenziosi economici e commerciali di reciproco interesse.

07:25Trump: centinaia di haitiani lo contestano a Times Square

(ANSA) - NEW YORK, 16 GEN - Centinaia di cittadini haitiani-americani e molte altre persone, tra cui numerosi immigrati africani e ispanici, hanno manifestato a Times Square, nel cuore di New York, per denunciare le parole del presidente americano Donald Trump, definite razziste e xenofobe. Anche il sindaco di New York, Bill de Blasio, ha partecipato alla protesta insieme ad altri politici. Nonostante qualche momento di tensione con gli agenti la manifestazione si è svolta pacificamente.

07:21Usa: Wsj, Pentagono studia due nuovi missili nucleari

(ANSA) - NEW YORK, 16 GEN - Il Pentagono sta mettendo a punto un nuovo piano per sviluppare due nuovi missili nucleari a basso potenziale. Lo riporta il Wall Street Journal, spiegando che si tratta della risposta dell'amministrazione Trump alla crescente capacità degli arsenali di Russia e Cina. Una strategia che però preoccupa perchè rappresenta un passo indietro sulla strada della non proliferazione e potrebbe spingere la Corea del Nord a espandere il suo arsenale e Paesi come l'Iran a riprendere il proprio programma nucleare.

07:16Usa: shock in California, tenevano incatenati i 13 figli

(ANSA) - NEW YORK, 16 GEN - Una scena da film horror quella che i poliziotti si sono trovati davanti in California, non lontano da Los Angeles, dove in un'abitazione una coppia teneva segregati i propri 13 figli, tutti incatenati ai letti, malnutriti e disidratati. A dare l'allarme una delle vittime, una ragazza di 17 anni, che è riuscita a fuggire e a raccontare la verità alla polizia. Gli agenti sono intervenuti e hanno arrestato marito e moglie. Sette dei figli tenuti imprigionati hanno tra i 29 e i 18 anni, gli altri sei sono minorenni, tra questi un bimbo di due anni.

07:14007 avvertirono Kushner, moglie Murdoch agente Cina

(ANSA) - NEW YORK 16 GEN - Wendi Deng, ex moglie del magnate dei media Rupert Murdoch, potrebbe essere un agente della Cina. E' il sospetto dei funzionari dell'intelligence che all'inizio del 2017 informarono Jared Kushner, genero di Donald Trump, della possibilità che la donna d'affari potesse sfruttare la stretta amicizia con lui e la moglie Ivanka Trump per promuovere gli interessi di Pechino. Lo riporta il Wall Street Journal, quotidiano di proprietà di Murdoch che divorziò da Wendi nel 2013, dopo le voci su un rapporto tra la donna e l'ex premier britannico Tony Blair.

Archivio Ultima ora