La Befana voló hasta la Casa d’Italia de Maracay

Pubblicato il 09 gennaio 2018 da redazione

 

MARACAY: En la Casa de Italia de Maracay niños y adultos asistieron a un acontecimiento que los llenó de alegría. Los visitó la Befana acompañada por los Reyes Magos.

La Befana es una figura típica  del folclore italiano. Su nombre  deriva de la palabra epifanía que pertenece a las figuras folclóricas, repartidoras de regalos, vinculadas a las festividades navideñas.

La leyenda sostiene que la Befana visita a los niños la noche anterior al 6 de enero para rellenar los calcetines, colgados a tal fin esa noche; si han sido buenos tendrán caramelos y golosinas. En cambio si han sido malos los rellena de carbón. Dicen que algunos han recibido ajos y cebollas.

 

Cuentan que la Befana estaba en su casa tranquila, tejiendo, cuando los tres Reyes Magos: Melchor, Gaspar y Baltazar, tocaron la puerta de su casa.
Estaban perdidos. Habían seguido la Estrella de Belén para ir donde el Niño Jesús, y no sabían cómo llegar hasta él.
Fueron a la casa de la Befana, para pedirle indicaciones pero ella no quiere que la fastidien. Les dice que se vayan, que no la molesten. Ella tiene muchas ocupaciones en su casa para también ponerse a ayudar a buscar a un niño.

Los Magos están muy afligidos, le dicen que a quien buscan es un ser especial. Es el Niño Dios. Su nacimiento es el acontecimiento que cambiará la historia de la Humanidad.

 

 

Pero la Befana los despide. En realidad los echa de su casa con muy mal humor. “No tengo tiempo, no me molesten. Salgan de mi casa. Váyanse a buscar a otro lado.” Sin embargo, cuando los Reyes se alejaron, la Befana quedó inquieta. En el fondo de su corazón sentía que se había portado mal.

Entonces, después de su negativa a ayudarlos, se arrepintió. Decidió así preparar un saco con golosinas y carbones, y salió a buscar a los Reyes en su escoba. En su recorrido va saludando y regalando dulces a cada niño que encuentra, con la esperanza de que alguno de ellos sea el pequeño Jesús.

 

Desde entonces, en la víspera del día de Reyes, la Befana sale en su escoba y, entra por la chimenea de las casas para regalar juguetes y dulces a los niños buenos, mientras que a los niños malos les deja carbón, cebolla y ajo.

En la Casa de Italia de Maracay los Reyes estuvieron representados por Alessandro González, Tony Tamburriello y Adriano Orlando, las Brujitas por Victoria Martinelli, Barbara Lugo, Isabella Guerrero y Valeria Abreu, y la Befana por Annarella Ranauro.

 

Ultima ora

08:28Colombia: crolla un ponte, muoiono 10 operai

(ANSA) - BOGOTA', 16 GEN - Dieci operai sono morti nel crollo di un ponte in Colombia, poco fuori dalla capitale Bogotà. La Protezione civile ha precisato che gli operai stavano lavorando al drenaggio lungo il ponte, che si trova a circa 95 chilometri da Bogotà, quando la struttura è crollata. Nove persone sono morte sul colpo. Una decima è morta poco dopo in ospedale per le gravi ferite. Si sta ancora cercando di chiarire quante persone fossero sul posto al momento del crollo e se vi siano eventuali dispersi.

08:20Droga: operazione dei Cc nel Ragusano, ordinanza per nove

(ANSA) - RAGUSA, 16 GEN - Oltre 70 carabinieri del comando provinciale di Ragusa stanno eseguendo un'ordinanza del cautelare, emessa dal Gip su richiesta della Procura, nei confronti di nove indagati e stanno eseguendo decine di perquisizioni, nei confronti di presunti appartenenti a un gruppo dedito al traffico e allo spaccio di sostanza stupefacente. I provvedimenti restrittivi sono il risultato di un'indagine, condotta da militari dell'Arma del Nucleo investigativo, che ha consentito di accertare che gli indagati, quasi tutti di origine nordafricana, avevano costituito due gruppi criminali operanti a Vittoria, Acate, Ispica e Pozzallo e dediti allo spaccio di eroina, che acquistavano fuori provincia. Numerosi gli arresti e i sequestri di stupefacente già effettuati nel corso delle indagini.

07:59Corea Nord: Xi a Trump, pronti a lavorare su nucleare

(ANSA) - PECHINO, 16 GEN - La Cina è pronta a lavorare con gli Usa per un "accordo appropriato" sulla questione nucleare della penisola coreana: lo ha riferito il presidente Xi Jinping in una telefonata con il suo omologo Donald Trump. Secondo l'agenzia Nuova Cina, Xi ha aggiunto che tutte le parti preoccupate della situazione dovrebbero "creare le condizioni per la ripresa dei colloqui". Cina e Usa dovrebbero inoltre risolvere "in modo appropriato" i contenziosi economici e commerciali di reciproco interesse.

07:25Trump: centinaia di haitiani lo contestano a Times Square

(ANSA) - NEW YORK, 16 GEN - Centinaia di cittadini haitiani-americani e molte altre persone, tra cui numerosi immigrati africani e ispanici, hanno manifestato a Times Square, nel cuore di New York, per denunciare le parole del presidente americano Donald Trump, definite razziste e xenofobe. Anche il sindaco di New York, Bill de Blasio, ha partecipato alla protesta insieme ad altri politici. Nonostante qualche momento di tensione con gli agenti la manifestazione si è svolta pacificamente.

07:21Usa: Wsj, Pentagono studia due nuovi missili nucleari

(ANSA) - NEW YORK, 16 GEN - Il Pentagono sta mettendo a punto un nuovo piano per sviluppare due nuovi missili nucleari a basso potenziale. Lo riporta il Wall Street Journal, spiegando che si tratta della risposta dell'amministrazione Trump alla crescente capacità degli arsenali di Russia e Cina. Una strategia che però preoccupa perchè rappresenta un passo indietro sulla strada della non proliferazione e potrebbe spingere la Corea del Nord a espandere il suo arsenale e Paesi come l'Iran a riprendere il proprio programma nucleare.

07:16Usa: shock in California, tenevano incatenati i 13 figli

(ANSA) - NEW YORK, 16 GEN - Una scena da film horror quella che i poliziotti si sono trovati davanti in California, non lontano da Los Angeles, dove in un'abitazione una coppia teneva segregati i propri 13 figli, tutti incatenati ai letti, malnutriti e disidratati. A dare l'allarme una delle vittime, una ragazza di 17 anni, che è riuscita a fuggire e a raccontare la verità alla polizia. Gli agenti sono intervenuti e hanno arrestato marito e moglie. Sette dei figli tenuti imprigionati hanno tra i 29 e i 18 anni, gli altri sei sono minorenni, tra questi un bimbo di due anni.

07:14007 avvertirono Kushner, moglie Murdoch agente Cina

(ANSA) - NEW YORK 16 GEN - Wendi Deng, ex moglie del magnate dei media Rupert Murdoch, potrebbe essere un agente della Cina. E' il sospetto dei funzionari dell'intelligence che all'inizio del 2017 informarono Jared Kushner, genero di Donald Trump, della possibilità che la donna d'affari potesse sfruttare la stretta amicizia con lui e la moglie Ivanka Trump per promuovere gli interessi di Pechino. Lo riporta il Wall Street Journal, quotidiano di proprietà di Murdoch che divorziò da Wendi nel 2013, dopo le voci su un rapporto tra la donna e l'ex premier britannico Tony Blair.

Archivio Ultima ora