Cibo per cani divenuto alimento per molti venezuelani

Pobres buscando alimentos
El informe se realiza partiendo desde la oferta alimentaria que se les puede garantizar a los ciudadanos

 

La crisi economica ha portato a sostituire carne e pollo con cibo surgelato e preparato per i cani.
La crisi economica ha portato a sostituire carne e pollo con cibo surgelato e preparato per i cani.

La crisi economica ha portato a sostituire carne e pollo con cibo surgelato e preparato per i cani.

Caracas. – Difficile credere che stia accadendo. Ma la crisi economica e la fame stanno portando alcune persone a consumare cibo destinato per l’alimentazione animale.

Provea, il Programma Venezuelano di Educazione-Azione in Diritti Umani, ha effettuato un controllo in diversi supermercati della capitale. In più di uno, hanno potuto costatare che la gente comperava mangiare per cani. Ma non per le loro mascotte. Bensì per alimentare la famiglia.

Gli intervistati hanno ammesso che la crisi economica li ha portati a sostituire carne e pollo con cibo surgelato e preparato per i cani. Questo cibo viene venduto sotto forma di grossi salsicciotti che contengono resti di carne non adatti al consumo umano.

Ma molti hanno spiegato agli intervistatori di Provea che utilizzano questi salsicciotti mescolandoli o friggendoli con uova o riso.

Insaccati per cani e riso

Gli insaccati per cani, le cosiddette “salsicce per cani” vengono fatte con resti, piume ed ossa di pollo triturati e perciò non adeguati come cibo per la gente.

Difatti, Yazarenit Mercadante, nutrizionista della fondazione Bengoa, ha spiegato che queste salsicce sono fabbricate con scarti che possono essere contaminati. Appunto perché le parti dell’animale usate non sono state trattate adeguatamente,  rappresentano un pericolo per la salute umana.

Inoltre, alcune persone sono state costrette ad aggiungere riso a questi preparati. Ma il riso è quello usato nei mangimi. È un riso dal chicco spezzato che viene scartato e utilizzato generalmente come becchime. Ma ora si mangia. Siccome costa molto meno, è rivenduto al dettaglio, in buste non sigillate, dai venditori ambulanti.

Il medico Manuel Hernández spiega come questo sotto prodotto possa contenere batterie. Non soltanto perché non è sigillato, ma anche perché quando viene prodotto, non subisce i controlli che garantiscono l’integrità del prodotto.

Le condizioni igieniche di produzione sono pressoché nulle. Ad esempio, potrebbe cadere a contatto con l’urina di roditori. E se questo cereale è poi aggiunto alle salsicce per cani, è facile capire che il pericolo per la salute si moltiplica.

Provea non ha dubbi. Il fatto che molti venezuelani si stiano cibando di alimenti per animali è una conseguenza drammatica della violazione del diritto all’alimentazione da parte dello Stato.

L’organizzazione crede che fiscalizzare i supermercati è una misura insufficiente e arbitraria che non serve a garantire l’approvvigionamento di prodotti per la normale dieta giornaliera. Una dieta che dovrebbe essere sicura per la salute e garantita a prezzi accessibili.