Una nuova accusa per Larry Nassar

Dr. Larry Nassar. (ANSA/AP Photo/Carlos Osorio)

WASHINGTON: Durante anni e anni è stato considerato uno stimato medico sportivo, forse il migliore, della Federazione di Ginnastica degli Stati Uniti.

Ma, grazie al coraggio di alcune delle ragazze che erano state seguite da lui e avevano raggiunto la cima del successo nei giochi olimpici, l’immagine del dottore perfetto ha iniziato a coprirsi di fango. Sono venute alla luce storie di violenza e orrore, storie nascoste a lungo anche per la connivenza delle autorità sportive che hanno preferito girare lo sguardo da un’altra parte piuttosto che perdere un medico che riusciva a trasformare queste giovani in campionesse.

Le ragazze, tutte preadolescenti, hanno subito ogni sorta di violenza e umiliazione senza avere mai il coraggio di denunciare chi, secondo tutti, era una persona che cercava di aiutarle a stare perfettamente in forma e a ottenere il massimo rendimento.

Quando la polizia ha fatto irruzione in casa di Nassar ha trovato migliaia di video di pornografia infantile che mostravano atti sessuali con minorenni. Molti di quei video erano stati girati a casa sua. Sebbene sia stato già condannato a 60 anni continuano a fioccare accuse contro il medico pedofilo, l’ultima è giunta dalla ginnasta Simone Biles, campionessa mondiale che nelle olimpiadi di Rio ha vinto quattro medaglie d’oro. Fino ad ora 140 ragazze hanno denunciato Nassar ma probabilmente nelle prossime settimane ne appariranno ancora altre. C’è davvero da chiedersi chi altro, tra gli adulti, pur sospettando qualcosa non ha avuto il coraggio di difendere ragazze che, nonostante tutto, resteranno segnate a vita da un’esperienza tanto dolorosa.