Ciclismo: la Vuelta al Táchira parla italiano

 

CARACAS – L’edizione 2018 della tradizionale Vuelta al Táchira ha come protagonista il team italiano Androni Giocattoli. Il team diretto da Gianni Di Savio, ha conquistato due delle cinque tappe disputate della Vuelta.

L’Androni Giocattoli si é imposta nella prima tappa, da Bramón a Santa Bárbara, con Matteo Malucelli. Poi é risalito sul gradino più alto del podio con il colombiano Ivan Sosa che ha tagliato per primo il traguardo nella quarta tappa andata in scena tra le località di San Juan de Colón e San Simón (147,9km). Ieri é salito sul podio un altro ciclista tesserato dall’Androni Giocattoli: il costaricano Kevin Rivera che ha chiuso al terzo posto a nove secondi dal vincitore.

La tappa odierna é stata vinta dal venezuelano Jorge Abreu (team Kino Táchira). Abreu si é reso protagonista di una fuga che gli ha permesso di completare i 146,1 km in un tempo di 3 ore 44 minuti e 30 secobdi.

Alle sue spalle sono arrivati l’italiano Rafaello Bonussi (a 28 secondi) ed il colombiano Sosa (a 57 secondi), entrambi dell’Androni Giocattoli.

In quersto modo il venezuelano Pedro Guitiérrez mantiene la maglia gialla, mentre l’italiano Malucelli mantiene il maillot rosso (classifica a punti). Dal canto suo Fernando Briceño ha sulle spalle quello azzurro (quella degli sprinter). Infine quella verde (scalatori) é in possesso di Ángel Rivas e quella rosa (giovani) é di Franklin Chacón.

Domani, la carovana della Vuelta al Táchira attraverserà le località di Santa Cruz de Mora fino ad arrivare a La Grita per completare un percorso di 167,9 km.

(Fioravante De Simone)