Cagliari e Ureña firmano accordo di alleanza sportiva

CARACAS – Le città di Cagliari ed Ureña sono separate da più di 10 mila chilometri, ma adesso grazie ad un’alleanza firmata dalle società calcistiche che rappresentano queste due località le distanze si accorciano. La notizia é stata riportata sull’account twitter del club andino e da CagliariNews24.com.

A testimoniarlo sono anche le foto pubblicate sui profili social della società di San Cristobal che milita nella Segunda División. In Sardegna si è recato anche il presidente Argenis Caceres, al quale è stata data la maglia rossoblù personalizzata numero 9.

Sull’account twitter dei gialloverdi appare una foto del presidente della società con il seguente testo: “Il nostro presidente Argenis Caceres ha conosciuto questo lunedì gli impianti del Cagliari. Insieme siamo più forti!”.

Con lui sono andati in Italia anche due giovani promesse sudamericane. Si tratta dell’italovenezuelano Oswaldo Ruggieri, centravanti 15enne convocato per il Mondiale di categoria con la vinotinto, e Jefferson Moreno, terzino sinistro 19enne, preconvocato per i Mondiali Under 20, ma poi tagliato fuori dalla lista definitiva.

Parlando dell’allenza e dei due baby-talenti volati con lui nel Belpaese, il presidente Caseres ha dichiarato: “Sono due ragazzi cresciuti nella nostra regione e oggi sono diventati punti di riferimento per la squadra. Non è una possibilità solo per l’Ureña ma per tutto il calcio venezuelano, per viaggiare e mettere in mostra le nostre promesse”.

Se tutto andrà com’é previsto, queste due giovani promesse andranno a rinforzare il settore giovanile della squadra sarda.

Già in passato il Cagliari ha avuto a che fare con giovani giocatori proveniente dalla terra di Bolivar, come il centrocampista Rafael Acosta, pilastro delle giovanili rossoblù ma mai in grado di esplodere in prima squadra, al di là di qualche convocazione e un’unica presenza, in Coppa Italia contro la Sampdoria.

(Fioravante De Simone)

Condividi: