Renzi: “Proposto a Padoan di candidarsi a Siena”

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi e il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan durante la conferenza stampa al termine del Consiglio dei Ministri, Roma, 7 aprile 2015. ANSA/ALESSANDRO DI MEO
Bersani: "Parlare con i 5 stelle è un dovere, fare una alleanza di governo è tutto un altro film"
Bersani: “Parlare con i 5 stelle è un dovere, fare una alleanza di governo è tutto un altro film”

Roma – “Ho proposto al ministro Padoan di candidarsi in Toscana, di candidarsi nel collegio di Siena – ha annunciato il segretario del Pd Matteo Renzi a Controradio -, perchè il Pd deve essere una squadra forte e autorevole ma anche perchè con Pier Carlo abbiamo affrontato la questione bancaria in modo innovativo”.

Renzi ha quindi spiegato che la decisione di candidare Padoan è anche una risposta alle critiche ricevute per quanto fatto nel settore dal suo Governo:

– Nella vulgata è passato un resoconto mediatico superficiale. Noi non abbiamo salvato le banche ma migliaia e migliaia di correntisti – ha aggiunto il segretario del Pd -. Rivendicare con grande forza questa decisione e rivendicarlo nella città simbolo di uno dei grandi scandali bancari del passato”.

Riferendosi alla proposta di candidare Padoan a Siena ha detto:

– Credo sarebbe una bella cosa.

Ha quindi ribadito che “la ‘flat tax’ è una proposta ingiusta e senza coperture“, e si è detto convinto che “sarebbe solo un ritorno al passato”  rivendicando quanto fatto dal suo governo e da Gentiloni per le politiche del lavoro.

Pier Luigi Bersani: “Un’altra cosa”

– Parlare con i 5 stelle è un dovere, fare una alleanza di governo è tutto un altro film“, ha spiegato Pier Luigi Bersani (LeU) rispondendo ad una domanda a Circo Massimo su Radio Capital -. E’ chiaro che se Di Maio viene a dirmi: vado fuori dall’Euro, sull’antifascismo balbetto, sugli immigrati sto un po’ con la destra, sul fisco viva la mamma… io gli dico ciao.

E intanto via Twitter arrivano le parole dell’immunologo Roberto Burioni:

– Ho deciso di non candidarmi alle prossime elezioni politiche. Ma la mia battaglia contro l’oscurantismo e la superstizione che vuole farci piombare in un nuovo Medioevo continua più forte di prima. Grazie a Matteo Renzi per avermi onorato con la sua proposta.

Condividi: