Torna il Commissario Montalbano

ROMA – Riecco in tv il poliziotto più amato, un simbolo dell’Italia, protagonista da circa un ventennio della fiction seguita in 65 Paesi, quasi mezzo mondo. Due i nuovi film in programma su Rai1 lunedì 12 e 19 febbraio in prima serata. Stamattina in casa Rai la presentazione alla stampa con il cast e tanti curiosi fuori da Viale Mazzini per provare a guadagnarsi un selfie con il Commissario.

E l’acclamatissimo Luca Zingaretti nell’affollato incontro con i giornalisti, alla domanda del nostro corripsondente dall’Italia Emilio Buttaro ha spiegato: “L’unico vero motivo per cui continuo a fare questo personaggio è che c’è un grande piacere. Sono felice e non so quanto durerà”.

I nuovi film si vedranno anche su Rai Italia, il canale per gli italiani all’estero. Si parte con “La giostra degli scambi” per poi proseguire con “Amore”. La penna è sempre quella dello scrittore Andrea Camilleri, la regia come da vent’anni a questa parte di Alberto Sironi.

“Professionalmente è un grande piacere seguire un personaggio che viene dalla letteratura – ha spiegato ancora Zingaretti l’attore italiano più noto in America Latina – e vedere come si modifica. Lo farò fino a che mi divertirà e ci sarà la possibilità però più che pensarla come responsabilità penso che sia un enorme piacere”.

Ma si celebra il matrimonio con l’eterna fidanzata? “Non lo posso svelare” ha detto Carlo Degli Esposti che da sempre produce la fiction.

Nel cast oltre a Sonia Bergamasco, “promessa sposa” di Motalbano, non mancano Mimì Augello (Cesare Bocci), Fazio (Peppino Mazzotta), Catarella (Angelo Russo) mentre la new entry è Fabrizio Bentivoglio nel ruolo di Giorgio Bonfiglio.

Video intervista di Emilio Buttaro

Condividi: