Centro Italiano Venezuelano di Caracas ed Asturipanas pareggiano nel “clásico”

La formazione del Centro Italiano Venezuelano di Caracas

CARACAS – Il campo Roberto Prosperi ha fatto da cornice alla match clou tra il Centro Italiano Venezolano di Caracas ed Asturipanas (in rappresentanza del Centro Asturiano). Il denominato ‘clásico de las colonias’ era valevole per la prima giornata della ‘Liga LEAF del Este de Caracas’.

La gara si é conclusa sul 2-2 ed ha regalato tantisseme emozioni ai tifosi che hanno gremito i gradoni del club di Prados del Este. Per gli azzurri sono andati a segno Alfredo Olivares (ex vinotinto) e Carmelo Tedino, mentre per gli ospiti lo hanno fatto Jorge Quetcla ed Armando Padrón.

Per questa gara il mister azzurro Paco Mendez ha messo in campo i seguenti giocatori: Roberto Tucella, Jhonny Galizza, Alvaro Pares, Roberto Serra, Sandro Villa, Sandro Balocco, Enzo Piotti, Tony Chakure, Massimo D’Amico, Fabrizio Laurito, Gerardo Amendolara, Sebastiano Portuese, Luis Freitas, Carmine Tedino, Angelo Corbetta. Omar Serrano, Alfredo Olivares. José Antonio Gonzalez e Pedro Alonso.

A questa manifestazione partecipano squadre over 50 (tra gli 11 titolari devono essere presenti sempre due over 60) e oltre a italici ed iberici Centro Portugués, Los Arcos, Aguasal, Loyola, Apracaf ed Internacional.

 

La formazione dell’Aturipanas (Foto cortesia Octavio Estrada)

 

I campetti che ospitano la ‘Liga LEAF del Este de Caracas’ sono Loyola, Colegio Internacional de Caracas, Aguasal e Centro Italiano Venezolano di Caracas. Alcuni incontri si giocano sul rettangolo sintetico del ‘Los Samanes’ che stando all’opinione del collega e calciatore dell’Asturipanas, Octavio Estrada. “E’ un campo spettacolare!”

La ‘Liga LEAF del Este de Caracas’ é una competizione che regala sempre emozioni, basti pensare che nella passata edizione per decidere il campione si é dovuto ricorrere alla differenza reti. Infatti tre squadre avevano chiuso il torneo con 18 e la media gol ha favorito l’Internacional a scapito di CIV ed Asturipanas.

Condividi: