Come in Siberia: -35 sul Monte Bianco e -40 in Veneto

A Dolina Campoluzzo gelo record, a Cervinia -18

AOSTA. – Una sferzata di gelo su tutta la Penisola con i termometri a picco da Nord a Sud. Buran, il vento delle steppe, ha fatto precipitare la colonnina di mercurio al minimo rilevabile di -40 gradi, in provincia di Vicenza, nella dolina carsica di Campoluzzo. Un record che non è stato eguagliato nemmeno nella stazione meteorologica più alta d’Europa: -34,9 gradi a 4.750 metri del Colle Major, sul Monte Bianco.

La stessa temperatura, ai limiti della sopravvivenza, è stata registrata sul Monte Rosa, nel rifugio alpino ‘Capanna Margherita’. Su tutte le Alpi il freddo non scherza: a Cervinia si registrano -18 gradi, a Courmayeur -9,1, nella città di Aosta -4,2. Temperature che, a queste latitudini, non sono così rare e neppure rappresentano dei primati, ma il bello deve ancora venire.

“Per domani ci si deve aspettare una diminuzione di ancora qualche grado, come effetto dell’aria fredda che penetrerà nelle valli”, avvertono dall’ufficio meteorologico valdostano. Stessa situazione in Piemonte, le cui città si sono svegliate oggi con parecchi gradi in meno del giorno prima: -9 a Cuneo città e -6,5 ad Asti. Nel centro di Torino, ai Giardini Reali, il termometro segnava -3. Freddissimo anche in Lombardia: a Milano -3, ma nella notte fino a -6. Spostandoci a Est, temperature da brivido sulle montagne venete (-28,9 a la Marmolada, -29,2 a Piana di Marcesina.

In Alto Adige a Riva di Tures, in Valle Aurina, -23 gradi e, come spiega il meteorologo provinciale Dieter Peterlin, gli zero gradi sono stati superati oggi solo nel fondovalle dell’Adige tra Merano e Salorno, mentre in tutto il resto della provincia ha regnato il gelo. Sole, ma temperature in picchiata anche in Trentino con un calo di una decina di gradi.

L’ondata di gelo siberiano non ha risparmiato il Sud: gelata storica a Napoli; in Alto Molise, in provincia di Isernia, si oscilla tra i meno 10 gradi di Capracotta, ai meno 5 gradi di Agnone, passando per i meno 8 gradi di Pescopennataro e i meno 7 di Vastogirardi. Temperature sopra lo zero, ma decisamente rigide, in Sardegna: 0 gradi a Nuoro e Tempio Pausania, 1 a Sassari, 2 a Olbia, 3 a Oristano, 4 a Cagliari.

E la stessa Capri ha dovuto ridimensionare le proprie aspettative di primavera ritrovandosi in pieno inverno con il termometro della Piazzetta che indicava due gradi.

(di Benoit Girod/ANSA)