Napoli, prove di fuga sulle ali della coppia Insigne-Hamsik

Insigne-Hamsik. ANSA / MATTEO BAZZI

NAPOLI. – Dieci vittorie consecutive e provvisoria fuga sulla Juventus con il +4 legato alla partita da recuperare dei bianconeri contro l’Atalanta. Il Napoli torna da Cagliari con una valigia di sogni che somigliano sempre di più alla realtà: la manita rifilata ai sardi cancella definitivamente la definizione di “campo difficile” per gli azzurri, visto che replica il 5-0 dello scorso anno.

E i numeri del Napoli capolista quando mancano 12 giornate alla fine del torneo si ingrossano: nelle ultime dieci gare gli azzurri hanno segnato 26 gol e ne hanno subiti solo 5, rimanendo con la migliore difesa della serie A insieme alla Juventus a quota 15 reti prese.

I numeri premiano anche Lorenzo Insigne, che è tornato a segnare in serie A alla sua 250ma presenza in azzurro tra campionato e coppe, e Marek Hamsik che ha spedito in rete il suo gol numero 99 in campionato e punta ora a raggiungere quota 100 già contro la Roma.

A Cagliari la cinquina mette in copertina tutte le stelle azzurre a partire dal tridente dei piccoli, divenuti ormai giganti dell’area di rigore: segnano tutti e tre, con Mertens che sale a 16 gol in campionato e 20 stagionali, oltre al gol del capitano slovacco e all’inedita punizione di Mario Rui, un giocatore ormai pienamente ritrovato e arma del Napoli, non più toppa all’assenza di Ghoulam.

Il meteo ha regalato un’inattesa giornata di riposo agli azzurri: a Castel Volturno si sono posati venti centimetri di neve sui campi di allenamento, una situazione unica che ha costretto ad annullare la seduta. E così gli eroi di Cagliari e compagni si sono divertiti nella insolita Napoli innevata, postando, come Hamsik, immagini dei tetti imbiancati o scendendo, come Leandrinho a giocare con le palle di neve.

Milik, pronto a tornare in campo, proprio non si aspettava di trovare una Napoli imbiancata e ha postato una foto della città con un poco british ma divertito “Wtf?”. E imbiancato era anche lo stadio San Paolo, coperto da una spessa coltre di neve che avrà tutto il tempo per sciogliersi e sabato sera sarà caldissimo per la sfida degli azzurri contro la Roma.