Serie A: fine settimana di super sfide, campionato alla svolta

Lazio-Juve, Napoli-Roma, Milan-Inter decidono lo scudetto e la Champions

ROMA. – Un weekend da leoni che potrebbe ridisegnare i destini della corsa scudetto e della volata Champions. Il tutto accadrà nella 27ma giornata di Serie A che, nemmeno a farlo apposta, tra sabato e domenica metterà di fronte le prime sei della classe, una sorta di mini-playoff per il tricolore e l’Europa che conta e che vedrà – in ordine temporale – andare in scena Lazio-Juventus, Napoli-Roma e Milan-Inter, senza dimenticare che c’è anche una interessante Atalanta-Sampdoria che vale l’Europa League.

Nel computo dei punti, il palmares di big match spetta al derby del Sud con 119 punti (69 il Napoli e 50 la Roma), davanti a Lazio-Juventus con 117 (52+65, ma i bianconeri devono recuperare una partita) e a seguire il derby meneghino con 95 (44+51).

Al di là dei numeri, si tratta di tre partite delicatissime per tutte e sei le squadre, visto che in questo momento della stagione e a dodici giornate dal termine un eventuale passo falso potrebbe compromettere l’obiettivo dichiarato, scudetto o Champions che sia, a vantaggio delle dirette concorrenti. Senza dimenticare che nel caso di Juventus, Roma, Lazio e Milan c’è anche l’incombenza delle coppe che invita a non perdere punti per strada.

Al San Paolo il Napoli, a cui è rimasto solo l’obiettivo tricolore, dovrà confermare davanti a una Roma ferita il suo straordinario momento di forma, che parla di 10 vittorie di fila e di gol a grappoli. Senza più le coppe, gli uomini di Sarri hanno il vantaggio in questi ultimi 80 giorni di poter dosare e focalizzare le forze su un unico obiettivo e forse la Roma inquieta di questo periodo ma con giocatori di gran classe, esperienza e temperamento è l’avversario meno comodo che potesse capitarle.

Poche ore prima andrà in scena Lazio-Juventus, match che promette spettacolo anche se le due squadre avranno nelle gambe le tossine della Coppa Italia: ma Allegri può contare sull’ampia rosa (e sul rientro di Dybala), cosa che invece manca a Inzaghi che dovrà anche fare i conti col contraccolpo psicologico dell’eliminazione di ieri.

Il week end da leoni si chiuderà domenica sera con un Milan-Inter che, un girone dopo, vede invertito il ruolo di favorito. I rossoneri, dopo i doppio colpaccio all’Olimpico in 3 soli tre giorni, sono lanciatissimi e sanno che un vittoria contro i cugini potrebbe aprir loro spiragli fino a due mesi fa impensabili. Ma il derby si sa, sfugge a ogni logica, e Spalletti, che un girone fa si coccolava la tripletta di Icardi, ha la possibilità in 90′ di raddrizzare la stagione e prenotare un posto in Paradiso.