8 marzo: violenze domestiche, Gb verso bracciale elettronico

(ANSA) – LONDRA, 8 MAR – I responsabili recidivi di violenze o abusi domestici potranno essere obbligati in futuro a indossare un bracciale elettronico – come nel caso di alcuni detenuti agli arresti domiciliari – per controllare che non si possano avvicinare alle loro vittime. La misura è contenuta in un pacchetto annunciato dal governo di Theresa May, in occasione della Giornata internazionale della donna, con l’obiettivo di contrastare un fenomeno in nuova ascesa nel Regno Unito, anche sullo sfondo della sua dimensione sempre più multiculturale. Il pacchetto prevede provvedimenti e norme più severe e specifiche e definisce in particolare per la prima volta la cornice di un reato di “abuso economico”. Dovrà essere approvato prima di entrare in vigore.

Condividi: