Spagna al Venezuela: “Elezioni trasparenti miglioreranno la situazione”

La Spagna sostiene elezioni libere, trasparenti e credibili come soluzione alla crisi venezuelana.
La Spagna sostiene elezioni libere, trasparenti e credibili come soluzione alla crisi venezuelana.

GINEBRA.- “Tutti devono partecipare e le elezioni devono essere trasparenti.” Questa è la posizione della Spagna riguardo la situazione del paese e ribadita dall’ambasciatore spagnolo durante un intervento dinnanzi il Consiglio dei Diritti Umani dell’ONU.

Cristóbal González-Aller Jurado ha ricordato che il suo paese, la Spagna, ha sempre propugnato una soluzione pacifica, democratica e negoziata tra i venezuelani.

L’ambasciatore è intervenuto sul tema venezuelano nella sessione dell’organizzazione dedicata ai commenti sul rapporto annuale presentato dall’alto commissario per l’ONU sui diritti umani Zeid Ra’ad alHussein.

Il diplomatico aveva criticato il governo venezuelano senza utilizzare mezzi termini. Nel resoconto presentato Zeid si è mostrato “profondamente allarmato dalla possibilità che si siano compiuti crimini di lesa umanità in Venezuela così come  riguardo “l’erosione” delle istituzioni democratiche.”

La risposta di Maduro a Zeid Ra’ad al Hussein.

Ovviamente c’è stata una reazione immediata alle affermazioni dell’Alto Commissario ONU. Il governo venezuelano del presidente Nicolás Maduro ha ripudiato le dichiarazioni di Zeid per considerarle “infondate e irresponsabili.”

Maduro ha accusato il diplomatico di ledere “le norme ed i principi che devono sottostare al suo ruolo” a gli ha pure recriminato di avere fissato una posizione sulla situazione dei diritti umani in Venezuela “in un modo selettivo, soggettivo e molto di parte politica.”