Calcio venezuelano: poker in cima alla classifica

calcio venezuelano
Trujillanos in azione

CARACAS – Sono 4 le squadre in cima alla classifica del Torneo Apertura, tutte a quota 13 punti: Trujillanos, Carabobo, Mineros e Portuguesa. Inseguono Zulia e Deportivo La Guaira a quota 12. Il Monagas, campione in carica della Primera División, continua a perdere e rimane ultimo con 4 punti. Questa sera il posticipo tra Mineros ed Academia Puerto Cabello, gara che potrebbere dare un’altra svolta alla vetta della classifica.

Nella città di Valera, il Trujillanos ha battuto per 1-0 il Monagas grazie ad una rete in pieno recupero di José Rivas (90 + 1’).

Torna alla vittoria il Portuguesa. La squadra allenata da Horacio Moreno ha superato per 1-0 l’Estudiantes de Mérida grazie ad una rete di Esli García (36’). Garcia è stato costretto ad abbandonare il campo anzi tempo a causa di un colpo alla testa.

Non va oltre lo 0-0 il big match tra Deportivo Lara e Carabobo. Sul campo dello stadio Metropolitano la nostra collettività è stata rappresentata da Giacomo Di Giorgi che ha giocato l’intera partita, mentre Ricardo Andreutti è rimasto in panchina. Entrambi fanno parte della spedizione che giovedì sfiderà il Corinthians in Coppa Libertadores.

Dal canto suo, il Mineros sfiderà stasera l’Academia Puerto Cabello. Una vittoria dei neroazzurri potrebbe regalare la cima della classifica in solitario.

Lo stadio Brigido Iriarte ha fatto da cornice al derby capitolino tra Metropolitanos e Caracas. I rojos del Ávila hanno portato a casa una importante vittoria 2-1 grazie alle reti di Jesus Arrieta (15’) ed Edwin Pernia (75’). La rete viola è stata firmata da Irwin Antón al 93esimo.

Fa valere il fattore campo lo Zulia che sul campo del Pachencho Romero si sbarazza per 2-0 dello Zamora. Le reti lagunari sono state segnate da Grenddy Perozo (6’) e Dany Cure (16’).

A Puerto La Cruz, il Deportivo La Guaira batte per 2-0 l’Estudiantes de Caracas con una doppietta di Manuel Artega (70’ e 90+3’). L’ex Parma e Palermo ha interrotto un digiuno con il gol che durava da 1.236 minuti. L’ultima rete risaliva al 12 novembre 2017, quando lasciò il segno contro il Mineros, da allora aveva disputato 15 incontri senza lasciare il segno.

Sul neutro di Puerto La Cruz, l’italianità è stata rappresentata da Sandro Notaroberto (in campo l’intera gara) e Vicente Suanno (sostituito all’80esimo da Juan Mora).

Hanno completato il quadro dell’ottava giornata: Deportivo Táchira-Atlético Venzuela 1-1 e Deportivo Anzoátegui-Aragua 2-1.

(di Fioravante De Simone)