Cade elicottero nell’East River a New York, morti 5 turisti

Salvo il pilota. Nel 2009 la tragedia delle 5 vittime italiane. EPA/Amir Levy

NEW YORK. – Un’imbracatura di sicurezza troppo stretta e una valigia finita contro un pulsante di emergenza potrebbero essere tra le cause che hanno portato alla morte di cinque persone a bordo di un elicottero privato, finito nell’acque dell’East River a New York. L’ennesima tragedia negli affollatissimi cieli della Grande Mela, che ricorda lo schianto tra un elicottero e un piper nel quale nove anni fa morirono cinque turisti italiani che sorvolavano il fiume Hudson.

Una prima ricostruzione di quanto accaduto è stata possibile grazie alla testimonianza del pilota, Richard Vance, 33 anni, originario del Connecticut e unico sopravvissuto alla sciagura consumatasi nelle acque a largo di Roosevelt Island, quelle che separano Manhattan dal Queens. Un racconto drammatico quello dell’uomo che, prima che il velivolo perdesse quota, aveva lanciato un ‘mayday’ segnalando un malfunzionamento al motore. Tuttavia il suo messaggio è arrivato poco chiaro alla torre di controllo dell’aeroporto di La Guardia.

Secondo quanto riferito dal capo della polizia di New York, James O’Neil, l’elicottero era stato noleggiato per un servizio fotografico ed era senza sportelli. “La parte più difficile dell’operazione, il recupero dei corpi – ha detto il capo dei vigili del fuoco Daniel Nigro – è stato rimuovere le imbracature dalle persone e poi riportarle in superficie, visto che l’elicottero una volta capovoltosi è stato sommerso dalle acque gelide del fiume”.

I cinque sventurati – tutti cittadini americani tra i 26 e i 34 anni – sarebbero quindi morti per annegamento. Le immagini riprese con gli smartphone da alcuni testimoni mostrano l’elicottero, di proprietà della Liberty Helicopter Tours, scendere troppo rapidamente verso il livello del fiume. Poi, dopo un ultimo disperato tentativo di riprendere quota, il velivolo è caduto in acqua e si è ribaltato.

La Liberty Helicoper Tours, anche se vanta di essere la compagnia con più’ esperienza nell’ambito di elicotteri turistici a New York, ha purtroppo all’attivo altri due gravi incidenti. Compreso quello del 2009 in cui morirono i cinque turisti bolognesi.

(di Gina Di Meo/ANSA)

Condividi: