Fundación Santa Teresa: ecco la Liga de Rugby Infantil

rugby
300 bambini parteciperanno alla Liga de Rugby Santa Teresa

CARACAS – Nel Municipio Revenga, dello stato Aragua il rugby é uno sport che negli ultimi anni è cresciuto soprattutto nella fascia d’età che va dall’under 6 fino all’under 12. Probabilmente ad attirare così tanto i bambini è la dimensione di gruppo: si gioca con 13 giocatori e con un massimo di sei e un minimo di tre in panchina. Quindi tutti partecipano alla partita. E questo vale come regola federale. E’ una regola molto importante che garantisce il massimo livello di coinvolgimento di tutti i ragazzi, non resta fuori nessuno. Attualmente ci sono cierca 2.000 ragazzini che praticano lo sport della palla ovale.

Per questo motivo la Fundación Santa Teresa ha deciso di creare la Liga Infantil de Rugby. Questa iniziativa che prenderà il via quest’anno ha come intenzione preparare le nuove leve in questo spettacolare sport. Il progetto non sarebbe possibile senza lo sviluppo dell’ Alcatraz Rugby Club e del Programa de Rugby Escolar che dal 2017 hanno cercato di inculcare i valori dello sport della palla ovale.

Si insegna il rispetto: a partire da quello verso l’arbitro. Un’altra regola che caratterizza questo sport e lo differenzia, ad esempio, dal calcio o dal baseball, è che nessuno all’infuori del capitano può parlare e tanto meno contestare l’arbitro. Se qualcuno lo fa, la squadra tutta viene penalizzata. Quindi pagano tutti per le intemperanze di uno.

“Il rugby é servito come un’importante meccanismo per trasformare la vita di tante persone. Lo abbiamo introdotto per la prima volta con il Proyecto Alcatraz. Si dice che sia uno sport di bestie praticato da gentiluomini, io trovo che sia uno sport perfetto per trasmettere i valori in cui credo: rispetto, disciplina, lavoro di squadra, umiltà e spirito sportivo.” ha dichiarato Andrés Chumaceiro, direttore della Fundación Santa Teresa durante la conferenza stampa.

La Liga Infantil de Rugby Santa Teresa lavorerà con la metologia “Get Into Rugby” della Rugby World che si basa sui principi dello sport per lo sviluppo. Questo consentirà ai bimbi di entrare poi nell’Accademia di Rugby dove si esige un allenamento e tecnica superiore.

“L’obiettivo della Liga Infantil de Rugby é lavorare sulla formazione sportiva ed inculcare i valori dell’attività sportiva a questi 2.000 bimbi. Poi ci sarà una scelta dove i migliori 300 lavoreranno a parte per iniziare a gareggiare ogni sabato durante 21 giornate e da lí uscirà il vincitore” spiega Chumaceiro.

A guidare la Liga Infantil de Rugby ci saranno diversi allenatori del Rugby Santa Teresa tra cui spiccano i nomi di Nahúm Avendaño e José Gregorio Arrieta. Quest’ultimo fondatore ed allenatore dell’ Alcatraz Rugby Club. La Liga Infantil de Rugby ha il supporto della Federación Venezolana de Rugby.

(di Fioravante De Simone)