Scherma: Limardo tra i migliori nel Gran Prix di Budapest

CARACAS.Una stoccata ha separato Ruben Limardo dalla final eight nel Grand Prix di Budapest della Coppa del Mondo di Scherma.

Il venezuelano é stato battuto agli ottavi con un punteggio di 4-3 dal giapponese Koki Kano. “Queste sono cose che capitano nella scherma, avevamo preparato una strategia per battere il giapponese, ma alla fine non ha avuto successo. La cosa positiva é che abbiamo recuparato la fiducia per gareggiare nelle gare che ci saranno in questo 2018 tra cui spiccano il Panamericano ed il Mondiale” ha dichirato a fine gara il vincitore della medaglia d’oro ai giochi Olimpici di Londra 2012.

Prima della sfida contro Kano il campione, nato 32 anni fa a Ciudad Bolívar, aveva battuto l’italiano Cosimo Martini (con un punteggio di 15 a 11) ed il kazaco Dimitri Adaikin (15 a 12).

“Fisicamente mi sento al top! Sono riuscito a migliorare alcuni errori che avevano condizionato le gare precedenti. Ho il dente avvelenato per questo 11º posto, so che avevo tutte le carte in regola per arrivare fino in fondo.”

Grazie a questa prestazione, Rubén Limardo si é confermato come il miglior spadaccino del continente americano. Suo fratello, Francisco, ha chiuso il Grand Prix di Budapest al 62esimo posto, nella categoria femminile María Gabriela Martínez ha chiuso anche lei al 62esimo posto.

Nel Grand Prix di Budapest l’Italia sorride grazie a Mara Navarria che ha conquistato la vittoria ed ha fatto risuonare nell’impianto l’inno di Mameli. Quella di Budapest è la terza miglior prestazione dell’azzurra in questa stagione dopo la vittoria a Tallinn nella prima gara della stagione e il secondo posto raggiunto a Doha nel mese di dicembre, quinto successo in Coppa del Mondo della sua carriera agonistica.

Enrico Garozzo, sconfitto agli ottavi di finale, è il migliore degli azzurri nella gara maschile del Grand Prix di Budapest.

(di Fioravante De Simone)